IMPRESA - Dal Canavese al tetto d'Europa: un'emozione infinita sulla cima del monte Elbrus - FOTO

| La spedizione è stata interamente auto-organizzata sotto ogni aspetto: dalle pratiche per i visti fino all'ascesa finale. Impresa riuscita per Simone Costa, Marco Varda e Luca Tenan, giunti sulla cima del monte Elbrus, nel Caucaso

+ Miei preferiti
IMPRESA - Dal Canavese al tetto dEuropa: unemozione infinita sulla cima del monte Elbrus - FOTO
Tre canavesani sul tetto d’Europa. Dalle terre di Arduino ai 5642 metri del monte Elbrus. Impresa riuscita per Simone Costa, Marco Varda e Luca Tenan, giunti sulla cima del monte Elbrus, nel Caucaso settentrionale, all’interno del territorio della Federazione Russa, Repubblica Autonoma del Cabardino-Balcaria. La spedizione è stata interamente auto-organizzata sotto ogni aspetto: dalle pratiche per i visti  fino all’ascesa finale. «Sfruttando il periodo tra il 25 aprile ed il 1 maggio 2018, abbiamo raggiunto la località sciistica di Azau (2300 metri) nella valle di Baksan tramite due voli aerei e tre ore di taxi – raccontano i ragazzi - durante la prima serata trascorsa in hotel abbiamo sperimentato l’ospitalità caucasica: un rito di amicizia a base di vodka, dal quale per fortuna siamo usciti in maniera abbastanza brillante».

Nessuno parla inglese (in particolar modo ristoratori ed albergatori) e tutte le scritte sono in cirillico, «ma le persone sono davvero cordiali ed in qualche modo riusciamo ad intenderci, nonostante le barriere linguistiche». Il giorno dopo, 22 aprile, sfruttando gli impianti di risalita i tre trasferiscono parte dell’equipaggiamento al campo base, un bivacco a 3750 metri dotato di camerate riscaldate e cucina in comune. Già solo i bagagli sono «notevoli»: due zaini a testa (uno dietro ed uno davanti ), sacco a pelo e un borsone porta scarponi. «Scaricato il materiale cominciamo l’acclimatamento,  salendo fino ai bivacchi più alti a 4200 metri, per poi tornare in hotel. Il 23 aprile da Azau risaliamo a piedi fino al campo base; il 24 aprile, sotto un forte vento, dal campo base raggiungiamo le Pashtukov Rocks a 4700 metri».

Dopo una giornata di riposo al campo base , il 26 aprile i tre raggiungono la cima ovest dell’Elbrus, a quota 5642 metri, in una giornata perfetta dal punto di vista meteorologico, con cielo sereno, assenza di vento ed una temperatura in vetta tra i meni 15 ed i meno 20  gradi.  «In cima, in guisa di saluto al nostro Canavese, portiamo una maglietta dei nostri amici Giulia’s Mother, duo musicale di Rivarolo, a testimonianza del nostro amore per la musica, ed un foulard della Cialma, poiché è a punta Cia che abbiamo svolto una buona parte del nostro allenamento durante l’inverno precedente, con tanto di video-ricordo».

Un’amicizia solida, una grande passione per la montagna e tanto allenamento: sono solo alcuni degli ingredienti che hanno permesso ai tre canavesani di portare a termine l’impresa. «Siamo stati fortunati: dei quattro fattori decisivi per la riuscita della spedizione (allenamento, attrezzatura,  acclimatamento e tempo meteorologico), l’unico che esulava totalmente dal nostro controllo, cioè il tempo meteorologico , è stato favorevole, consentendoci di raggiungere la cima al primo tentativo».  Il 27 aprile, dopo aver cucinato e consumato le ultime bustine di cibi pronti al campo base, i tre fanno ritorno a valle: «Dopo una notte passata nel paese di Terskol, salutiamo la valle di Baksan per trasferirci nella località termale di Zeleznovodsk, nella regione di Stavropol. Tre giorni dopo siamo rientrati in Italia». Stanchi ma felici.

Galleria fotografica
IMPRESA - Dal Canavese al tetto dEuropa: unemozione infinita sulla cima del monte Elbrus - FOTO - immagine 1
IMPRESA - Dal Canavese al tetto dEuropa: unemozione infinita sulla cima del monte Elbrus - FOTO - immagine 2
IMPRESA - Dal Canavese al tetto dEuropa: unemozione infinita sulla cima del monte Elbrus - FOTO - immagine 3
IMPRESA - Dal Canavese al tetto dEuropa: unemozione infinita sulla cima del monte Elbrus - FOTO - immagine 4
IMPRESA - Dal Canavese al tetto dEuropa: unemozione infinita sulla cima del monte Elbrus - FOTO - immagine 5
IMPRESA - Dal Canavese al tetto dEuropa: unemozione infinita sulla cima del monte Elbrus - FOTO - immagine 6
IMPRESA - Dal Canavese al tetto dEuropa: unemozione infinita sulla cima del monte Elbrus - FOTO - immagine 7
IMPRESA - Dal Canavese al tetto dEuropa: unemozione infinita sulla cima del monte Elbrus - FOTO - immagine 8
IMPRESA - Dal Canavese al tetto dEuropa: unemozione infinita sulla cima del monte Elbrus - FOTO - immagine 9
Made in Canavese
VALPERGA - Grande inaugurazione dei nuovi reparti di Anni Verdi
VALPERGA - Grande inaugurazione dei nuovi reparti di Anni Verdi
Domenica dalle 15.30 animazione per bambini, rinfresco e gadget per grandi e piccini. Ci sarà anche l'elfo di Babbo Natale che raccoglierà le letterine e le consegnerà a Babbo Natale! Altri buoni motivi per fare un giro da Anni Verdi
CASTELLAMONTE - 60 anni e non sentirli: l'eccellenza tutta canavesana della Sinterloy - FOTO
CASTELLAMONTE - 60 anni e non sentirli: l
La Sinterloy è nata nel 1959 grazie all'impegno e allo spirito imprenditoriale di Augusto Geminiani, che iniziò ad operare nel settore sin dal lontano 1935, quando era capo reparto all'Aeritalia di Torino
CANAVESE - Tutte le feste di Natale minuto per minuto
CANAVESE - Tutte le feste di Natale minuto per minuto
Si scaldano i motori per le feste di Natale promosse dai Comuni e dalle associazioni del Canavese. Sono previsti eventi in tutti i paesi della zona, segno evidente che il Natale è ancora una festa particolarmente sentita
BORGIALLO - La prima utilitaria a inizio del Novecento, un omaggio alla Famiglia Temperino
BORGIALLO - La prima utilitaria a inizio del Novecento, un omaggio alla Famiglia Temperino
Una storia imprenditoriale canavesana partita dalla Valle Sacra: un doveroso omaggio alla famiglia Temperino, fondatrice di una casa motociclistica e automobilistica attiva a Torino dal 1907 al 1924
AGLIE'-SAN GIORGIO-CASTELLAMONTE - Successo su tutta la linea per le Tre Terre Canavesane a «Fico» - FOTO
AGLIE
La giornata è stato uno dei primi atti del progetto Tre Terre Canavesane 2019-2022, nella quale Agliè, Castellamonte e San Giorgio Canavese hanno voluto presentare le proprie eccellenze enogastronomiche ed artigianali
RIVAROLO - L'Aldo Moro al primo posto per il tasso di diplomati occupati nella provincia di Torino
RIVAROLO - L
Lo rileva eduscopio.it, il progetto della Fondazione Agnelli che valuta i risultati della carriera lavorativa ed universitaria dei diplomati. L'istituto Aldo Moro comprende l'Istituto tecnico, il Liceo scientifico e il Liceo linguistico
SAN BENIGNO CANAVESE - Il professor Niccolò Pagani lascia L'Eredità di Rai Uno per tornare ad insegnare ai suoi ragazzi
SAN BENIGNO CANAVESE - Il professor Niccolò Pagani lascia L
A margine dell'addio alla trasmissione, grazie alla sensibilità del conduttore Flavio Insinna, il professor Pagani, attraverso i social, ha dedicato un discorso ai suoi allievi. Il messaggio ai ragazzi ripreso anche da Massimo Gramellini
INGRIA - Il Canavese, grazie al Comune di Ingria, ottiene la candidatura nazionale per la finale mondiale dei Comuni Fioriti
INGRIA - Il Canavese, grazie al Comune di Ingria, ottiene la candidatura nazionale per la finale mondiale dei Comuni Fioriti
Il piccolo Comune della Valle Soana è stato insignito del «Marchio di qualità dell'ambiente di vita Comune Fiorito» ed è stato nominato finalista del concorso «Communities in Bloom»
AGLIE'-SAN GIORGIO-CASTELLAMONTE - Le «Tre Terre Canavesane» ospiti a «Fico», il parco tematico di Bologna
AGLIE
Il parco occupa una superficie di 10 ettari, di cui otto coperti in cui sono presenti negozi e ristoranti di 150 aziende e due ettari esterni dedicati a una fattoria didattica. Previsti pullman dal Canavese per il 17 novembre
IVREA - «Believe Film Festival», vince il cortometraggio realizzato dai giovani del Canavese: sarà proiettato nei cinema
IVREA - «Believe Film Festival», vince il cortometraggio realizzato dai giovani del Canavese: sarà proiettato nei cinema
Il Believe Film Festival è un festival di short movies cui hanno partecipato ragazzi tra i 13 e i 19 anni, ideato e promosso dal Team Believe: premiati giovanissimi canavesani
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore