IVREA - Lo studio dell'Asl To4 sulla prestigiosa rivista «Journal of Clinical Oncology»

| Lo studio riguarda il linfoma di Hodgkin. Alla ricerca ha contribuito anche l’Asl To4 del Canavese, oltre ad altre venti autorevoli strutture di ematologia italiane

+ Miei preferiti
IVREA - Lo studio dellAsl To4 sulla prestigiosa rivista «Journal of Clinical Oncology»
Nel numero dello scorso 16 febbraio della prestigiosa rivista scientifica internazionale Journal of Clinical Oncology è stato pubblicato uno studio che apre la possibilità di nuovi approcci terapeutici alle persone affette da linfoma di Hodgkin in stadio avanzato. Si tratta di una patologia tumorale relativamente frequente nell’età adulta, che prende origine nel sistema linfatico (linfonodi e vasi linfatici), cioè nelle cellule e nei tessuti che hanno il compito di difendere l'organismo dagli agenti esterni e dalle malattie e di garantire una corretta circolazione dei fluidi nell'organismo. 
 
Allo studio ha contribuito anche l’Asl To4 del Canavese, oltre ad altre venti autorevoli strutture di Ematologia italiane; il dottor Roberto Freilone, Responsabile della struttura di Ematologia dell’Azienda, struttura che è tra i soci fondatori della Fondazione Italiana Linfomi (FIL), è uno degli autori dello studio. Nella ricerca sono state coinvolte 519 persone affette da linfoma di Hodgkin in stadio avanzato e l’Ematologia dell’ASL TO4 ha avuto un ruolo particolarmente attivo arruolando nel protocollo di studio 14 utenti.
 
Era già noto che in questa tipologia di linfomi l'utilizzo della metodologia radiologica della PET totale corporea (una particolare tecnologia che, tramite l'utilizzo di glucosio radiomarcato, fornisce un’immagine funzionale del tumore in analisi) era in grado di evidenziare la presenza di cellule tumorali residue dopo trattamento chemioterapico e che questa situazione era predittiva di non risposta al trattamento e gravata di elevata mortalità. Lo studio ha dimostrato per la prima volta, a livello mondiale, che, se la PET è effettuata precocemente dopo solo due cicli di chemioterapia, è possibile individuare le persone a cattiva prognosi, meritevoli di un trattamento chemioterapico ad alte dosi con autotrapianto di midollo. Lo studio ha anche dimostrato che questa terapia è in grado di guarire ben il 76% degli interessati, analogamente alle persone per cui la PET è negativa, cioè non evidenzia la presenza di cellule tumorali residue.
 
Questa ricerca apre la possibilità di nuovi approcci terapeutici, che consentono di curare efficacemente e di guarire un’elevata percentuale di persone affette da linfoma di Hodgkin in stadio avanzato. «Questo importante lavoro, portato all’attenzione della comunità scientifica internazionale – commenta il direttore generale dell’Asl To4 Lorenzo Ardissone – è la dimostrazione di come anche negli ospedali delle aziende sanitarie locali si possa raggiungere un livello di qualità clinica tale, da rappresentare un punto di riferimento per la ricerca nazionale, come in questo caso».
Dove è successo
Made in Canavese
IVREA - Il ritorno de «La grande invasione»: così Ivrea si scopre capitale della lettura - FOTO
IVREA - Il ritorno de «La grande invasione»: così Ivrea si scopre capitale della lettura - FOTO
Conto alla rovescia per la quinta edizione de «La grande invasione», il festival della lettura che dal primo al 4 giugno torna a Ivrea, curato da Marco Cassini e Gianmario Pilo affiancati da Lucia Panzieri per la sezione «Piccola invasione»
CANAVESE - Coldiretti sostiene le «Agrigelaterie»: l'eccellenza di un alimento antico ma sempre attuale
CANAVESE - Coldiretti sostiene le «Agrigelaterie»: l
Non manca il Canavese nel progetto di Coldiretti. Attività che producono gelato con il latte degli animali che hanno in stalla: bovine di razza Frisona, di razza Piemontese, Pezzata Rossa Italiana o capre
TURISMO E CULTURA - I canavesani amano Belmonte, luogo di leggenda, devozione e natura
TURISMO E CULTURA - I canavesani amano Belmonte, luogo di leggenda, devozione e natura
Un'indagine svela il rapporto tra il territorio e uno dei suoi simboli più famosi. Dieci domande che hanno permesso di conoscere ciò che Belmonte rappresenta nella vita concreta e nell'immaginario dei canavesani
PARCO GRAN PARADISO - Il Parco è il più visitato dai turisti in tutto il Piemonte
PARCO GRAN PARADISO - Il Parco è il più visitato dai turisti in tutto il Piemonte
Secondo l’indagine, svolta online sul pubblico italiano nel periodo tra la metà di febbraio e quella di marzo di quest’anno, il Parco del Gran Paradiso è il più visitato dagli intervistati
AGLIE' - Domenica di festa con la Fiera Primaverile: un appuntamento da non perdere - VIDEO
AGLIE
Per tutta la giornata il paese in festa per il tradizionale appuntamento di primavera. Tante le iniziative in calendario pensate per grandi e piccini
PARCO GRAN PARADISO - 554 cittadini hanno donato il 5 per 1000 per salvare gli animali del parco
PARCO GRAN PARADISO - 554 cittadini hanno donato il 5 per 1000 per salvare gli animali del parco
L’Agenzia delle Entrate ha comunicato negli scorsi giorni i risultati sugli importi del 5 per mille relativi all’anno 2015. Il Parco Nazionale Gran Paradiso si è aggiudicato la cifra di 22.256,34 euro
FORNO CANAVESE - Il paese scopre il turismo: apre il bed and breakfast «Dormir Divino»
FORNO CANAVESE - Il paese scopre il turismo: apre il bed and breakfast «Dormir Divino»
«L'obiettivo è fare in modo che i turisti vengano a Forno non solo per le industrie ma per vedere tutto ciò che c’è di bello», afferma Marta Rostagno, che con il marito Marco Bertoldo, ha inaugurato il bed and breakfast «Dormir Divino»
CUORGNE' - Torneo di Maggio: Marco ed Enrica sono Re Arduino e Regina Berta - FOTO e VIDEO
CUORGNE
Questa sera poco dopo le 21, come da prassi, i due reali si sono affacciati dal balcone del palazzo del Comune acclamati dalla folla festante. Inizia ufficialmente l'edizione 2017 del Torneo di Maggio alla corte di Re Arduino
CUORGNE' - La storia e i progetti del funambolo Andrea Loreni: una vita senza vertigini ma con tanto Zen
CUORGNE
Da dieci anni cammina su cavi di acciaio tesi a grandi altezze. Da dieci anni pratica la meditazione Zen che ha approfondito partendo proprio dall'intuizione dell'assoluto avuta camminando a grandi altezze
CANAVESE - A Mastri lo splendido omaggio al genio artistico di Gigi Merlo - FOTO
CANAVESE - A Mastri lo splendido omaggio al genio artistico di Gigi Merlo - FOTO
Grazie all'impegno dei «Cavalieri di Sant'Eusebio», Bosconero, Feletto e Rivarolo Canavese rendono omaggio per due giorni alla figura di Gigi Merlo, un artista precursore dei tempi
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore