RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO

| Franz Paludetto inaugura la trentesima stagione espositiva del Museo d'arte italiana di Rivara

+ Miei preferiti
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO
Sabato è stata inaugurata la trentesima stagione espositiva del Museo d'Arte Italiana, il museo d'arte contemporanea con sede al castello di Rivara. Franz Paludetto, con una serie di nuove installazioni, vuole segnare una nuova tappa nella vita dell'istituzione, "suggerendo, trent'anni dopo, una chiusura di quel cerchio che si iniziò a tracciare nell'85". In quell'anno infatti, con l'amico Aldo Mondino, iniziò un progetto ambiziosissimo e proprio per questo incredibilmente difficile: rimettere in sesto il castello di Rivara per renderlo il centro della sua attività di gallerista. Il castello era in uno stato pietoso, provato da anni di incuria e dalle continue razzie dei rivaresi e non solo. I segni di ciò si possono ancora vedere nella "camera del Pittara", l'unica con i nomi di tutti i pittori del cenacolo, che deve essere puntellata per non crollare ed è stata spogliata, negli anni, di qualsiasi cosa che fosse a portata di mano.
 
130 anni prima dell’ 85 la storia del castello e quella dell'arte si erano già incontrate una volta, quando "l'istrionico artista e intellettuale Carlo Pittara, innamoratosi del luogo, chiamava a sè un cenacolo di artisti provenienti da diverse parti di quella che da lì a poco sarebbe stata l'Italia e da altri Paesi europei, dando vita a un vero e proprio movimento artistico e culturale di respiro internazionale". L'allestimento del castello è diviso in tre parti: la parte vecchia in cui sono esposte le nuove room instalation e alcune mostre permanenti, le scuderie in cui sono ospitate le temporanee (adesso una di Francesco Sena) e la parte nuova dove sono esposte soprattutto le fotografie che raccontano le performance tenute da importanti artisti (come Herman Nitsch) nelle gallerie di Franz.
 
L'idea di questa stagione espositiva è quindi quella di tirare le somme di questi trent'anni e di ciò è stato fatto esponendo il maggior numero possibile di opere che in questi decenni si sono accumulate nel castello, come La Fuga di Maurizio Cattelan. Gianluca Quarelli, sindaco di Rivara, presente in rappresentanza del Comune, e simbolicamente dell’intera cittadinanza, commenta con entusiasmo: “E' importante la continuità di questi 30 anni. Soprattutto ora, in un contesto di particolare difficoltà economica, che si ripercuote anche sul mondo dell’arte, il castello permette di portare importanti artisti sul territorio”. Franz Paludetto, nel ricordare l’importanza della sua esposizione, in particolare la parte fotografica sulle performance, che è quasi senza eguali al mondo, rimarca come sia per lui molto importante tenere aperto in settimana in orario scolastico in modo da permettere visite guidate che avvicinino i bambini al mondo dell’arte.
 
Un cerchio che si chiude ma anche una grande dimostrazione di vitalità e intraprendenza, che fanno pensare che, anche dopo questi trent'anni, la storia del Museo di Arte Italiana sia ancora ben lontana dalla sua conclusione. (pf)
Galleria fotografica
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 1
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 2
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 3
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 4
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 5
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 6
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 7
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 8
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 9
Made in Canavese
IDEE REGALO - Da Morletto Expert Hoverboard, monopattini e skate elettrici
IDEE REGALO - Da Morletto Expert Hoverboard, monopattini e skate elettrici
Nuovo appuntamento con le offerte natalizie proposte dal centro vendita di corso Torino 226 a Rivarolo Canavese
RIVAROLO - Le parrucche di Mara, accessori di bellezza per donna e uomo
RIVAROLO - Le parrucche di Mara, accessori di bellezza per donna e uomo
Il primo punto vendita di parrucche e protesi in Canavese, con un'ampia scelta di prodotti esclusivi e di qualità per risolvere problemi di capelli o, semplicemente, per bellezza. Venite a trovarci. Si riceve su appuntamento, tutti i giorni
Nasce #canavesecasamia: l'orgoglio di essere canavesano
Nasce #canavesecasamia: l
«Tutto nasce dall'attaccamento al Canavese e dalla voglia di far qualcosa per la nostra comunità», spiega Antonio Loverre, uno dei soci fondatori di Canavese Case
DUE CITTA' AL CINEMA - La seconda fase si apre con l'omaggio al cinema in Canavese: «Cinematografica Perona»
DUE CITTA
Questa sera alle 21.15, al Cinema Margherita di Cuorgné, «Due Città al Cinema» si apre con un evento speciale, la proiezione gratuita del documentario «Cinematografica Perona» di Azzurra Fragale e Mauro Corneglio
PARCO GRAN PARADISO - «Fotografare il Parco»: ecco i vincitori del concorso - GUARDA LE FOTO
PARCO GRAN PARADISO - «Fotografare il Parco»: ecco i vincitori del concorso - GUARDA LE FOTO
La giuria del concorso internazionale «Fotografare il Parco», organizzato dai Parchi Nazionali dello Stelvio, Gran Paradiso, Abruzzo, Lazio e Molise e Vanoise ha decretato i vincitori
CASTELLAMONTE - Costruire a chilometri zero. In Canavese con il legno del Canavese
CASTELLAMONTE - Costruire a chilometri zero. In Canavese con il legno del Canavese
C'è anche il Canavese nel volume «Smart & Green Community», redatto dall'Uncem per dare rilievo a progetti e attività sul territorio piemontese che guardano a coesione, crescita inclusiva e sostenibilità per i territori
CUORGNE' - La storia dei Perona (e del cinema in Canavese) diventa un film
CUORGNE
Martedì 16 gennaio, alle 21.30, al Margherita di Cuorgné, prenderà il via la seconda fase di Due Città al Cinema con il documentario «Cinematografica Perona» realizzato dal collettivo Cromocinque. L'anteprima di Santho Iorio sul film
RIVAROLO - 91 bambini diventano fumettisti e raccontano la storia di Adalberto Mariano
RIVAROLO - 91 bambini diventano fumettisti e raccontano la storia di Adalberto Mariano
Corrado Bianchetti, giovane fumettista di Castellamonte, ha dato vita ad un progetto che ha portato alla realizzazione del primo fumetto disegnato e colorato da 91 bambini
PARCO GRAN PARADISO - L'ermellino bianco ottiene più di 1 milione di «mi piace» su Instagram
PARCO GRAN PARADISO - L
Il National Geographic ha pubblicato la classifica delle 19 foto che hanno ricevuto maggior apprezzamento nel 2017 sul profilo Instagram ufficiale @natgeo. E quest'anno c'è anche il Parco nazionale del Gran Paradiso...
CUORGNE' - Grande successo per il «25 Aprile» al primo hackaton della Montagna
CUORGNE
Mountain hack, il primo hackaton della montagna, ha visto impegnati 100 ragazzi provenienti da 9 regioni e 15 città different. I ragazzi del Canavese si sono fatti onore: due andranno in Nepal
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore