RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO

| Franz Paludetto inaugura la trentesima stagione espositiva del Museo d'arte italiana di Rivara

+ Miei preferiti
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO
Sabato è stata inaugurata la trentesima stagione espositiva del Museo d'Arte Italiana, il museo d'arte contemporanea con sede al castello di Rivara. Franz Paludetto, con una serie di nuove installazioni, vuole segnare una nuova tappa nella vita dell'istituzione, "suggerendo, trent'anni dopo, una chiusura di quel cerchio che si iniziò a tracciare nell'85". In quell'anno infatti, con l'amico Aldo Mondino, iniziò un progetto ambiziosissimo e proprio per questo incredibilmente difficile: rimettere in sesto il castello di Rivara per renderlo il centro della sua attività di gallerista. Il castello era in uno stato pietoso, provato da anni di incuria e dalle continue razzie dei rivaresi e non solo. I segni di ciò si possono ancora vedere nella "camera del Pittara", l'unica con i nomi di tutti i pittori del cenacolo, che deve essere puntellata per non crollare ed è stata spogliata, negli anni, di qualsiasi cosa che fosse a portata di mano.
 
130 anni prima dell’ 85 la storia del castello e quella dell'arte si erano già incontrate una volta, quando "l'istrionico artista e intellettuale Carlo Pittara, innamoratosi del luogo, chiamava a sè un cenacolo di artisti provenienti da diverse parti di quella che da lì a poco sarebbe stata l'Italia e da altri Paesi europei, dando vita a un vero e proprio movimento artistico e culturale di respiro internazionale". L'allestimento del castello è diviso in tre parti: la parte vecchia in cui sono esposte le nuove room instalation e alcune mostre permanenti, le scuderie in cui sono ospitate le temporanee (adesso una di Francesco Sena) e la parte nuova dove sono esposte soprattutto le fotografie che raccontano le performance tenute da importanti artisti (come Herman Nitsch) nelle gallerie di Franz.
 
L'idea di questa stagione espositiva è quindi quella di tirare le somme di questi trent'anni e di ciò è stato fatto esponendo il maggior numero possibile di opere che in questi decenni si sono accumulate nel castello, come La Fuga di Maurizio Cattelan. Gianluca Quarelli, sindaco di Rivara, presente in rappresentanza del Comune, e simbolicamente dell’intera cittadinanza, commenta con entusiasmo: “E' importante la continuità di questi 30 anni. Soprattutto ora, in un contesto di particolare difficoltà economica, che si ripercuote anche sul mondo dell’arte, il castello permette di portare importanti artisti sul territorio”. Franz Paludetto, nel ricordare l’importanza della sua esposizione, in particolare la parte fotografica sulle performance, che è quasi senza eguali al mondo, rimarca come sia per lui molto importante tenere aperto in settimana in orario scolastico in modo da permettere visite guidate che avvicinino i bambini al mondo dell’arte.
 
Un cerchio che si chiude ma anche una grande dimostrazione di vitalità e intraprendenza, che fanno pensare che, anche dopo questi trent'anni, la storia del Museo di Arte Italiana sia ancora ben lontana dalla sua conclusione. (pf)
Galleria fotografica
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 1
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 2
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 3
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 4
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 5
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 6
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 7
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 8
RIVARA - Al Castello il nuovo capitolo di una lunga storia - FOTO - immagine 9
Made in Canavese
Nasce #canavesecasamia: l'orgoglio di essere canavesano
Nasce #canavesecasamia: l
«Tutto nasce dall'attaccamento al Canavese e dalla voglia di far qualcosa per la nostra comunità», spiega Antonio Loverre, uno dei soci fondatori di Canavese Case
IVREA - Torna «La grande invasione». Dal primo al tre giugno protagonista il Festival della Lettura
IVREA - Torna «La grande invasione». Dal primo al tre giugno protagonista il Festival della Lettura
Curata anche quest’anno da Marco Cassini e Gianmario Pilo, la sesta edizione del festival apre il calendario delle rassegne estive e si conferma uno degli appuntamenti letterari imperdibili
RIVAROLO - Dalla Polonia al Canavese per scoprire l'Italia e le bellezze del nostro territorio
RIVAROLO - Dalla Polonia al Canavese per scoprire l
Tredici studenti polacchi di Swidnica sono ospiti in questi giorni da altrettanti ragazzi del liceo Aldo Moro di Rivarolo Canavese, che partecipa al progetto di Intercultura
INGRIA - Rai in Canavese: la Valle Soana in diretta, domenica, a «Quelli Che il Calcio»
INGRIA - Rai in Canavese: la Valle Soana in diretta, domenica, a «Quelli Che il Calcio»
Domenica prossima, 22 aprile, dopo la gara podistica, la trasmissione "Quelli Che il Calcio" sarà in diretta da Ingria. Ospiti attesi Dj Angelo e Totò Schillaci
CUORGNE' - L'arte di Carlin Bergoglio e Piergiuseppe Valsecchi «riapre» il teatro comunale
CUORGNE
L'iniziativa del Lions Club Alto Canavese e dell'amministrazione comunale è anche l’occasione per presentare alla cittadinanza i lavori del primo lotto del progetto di restauro del teatro
CANAVESE - Il musical su Santa Teresa di Calcutta cerca sponsor
CANAVESE - Il musical su Santa Teresa di Calcutta cerca sponsor
Il Servizio diocesano per la Pastorale Giovanile sta realizzando il musical e chiede aiuto al territorio per riuscire nell'impresa
VOLPIANO - Encomio solenne a due vigili urbani per le indagini sui sassi dal cavalcavia
VOLPIANO - Encomio solenne a due vigili urbani per le indagini sui sassi dal cavalcavia
Encomio solenne per gli agenti di polizia municipale Piero Bessone e Matteo Dagnese per l'impegno in una operazione antidroga e contro gli autori del lancio di sassi sull'autostrada
RIVAROLO - Un francobollo di Poste Italiane rende omaggio alla spedizione del dirigibile «Italia»
RIVAROLO - Un francobollo di Poste Italiane rende omaggio alla spedizione del dirigibile «Italia»
Quello dedicato al dirigibile Italia è un omaggio ad una pagina di storia del nostro paese e, per quanto riguarda il Canavese, al rivarolese Adalberto Mariano che faceva parte della spedizione
LA STORIA - Giorgia, il ricordo della mamma e il sogno della danza: una scelta di vita destinazione Madrid
LA STORIA - Giorgia, il ricordo della mamma e il sogno della danza: una scelta di vita destinazione Madrid
E' una storia particolare quella di Giorgia Enrico, di Pavone Canavese, sedici anni, che frequenta solo più per quest'anno la 2 H del Liceo internazionale «Carlo Botta» di Ivrea
PARCO GRAN PARADISO - Il 5 per mille in aiuto alla ricerca scientifica del Parco
PARCO GRAN PARADISO - Il 5 per mille in aiuto alla ricerca scientifica del Parco
Sarà così possibile dare un apporto concreto alle attività di ricerca sulle specie protette e di monitoraggio della biodiversità all'interno dell'area protetta. Una scelta che non costa nulla ai contribuenti
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore