RIVARA - La Chiabotto accende il maxi albero - FOTO e VIDEO

| A villa Ogliani l'albero di Natale vivente più alto d'Europa

+ Miei preferiti
RIVARA - La Chiabotto accende il maxi albero - FOTO e VIDEO
Rivara brinda al suo record europeo. Qualche istante dopo le 17, la madrina Cristina Chiabotto, ex miss Italia, ha acceso le 12 mila luci a led dell'albero di Natale vivente più alto d'Europa. Una sequoia californiana secolare che si trova nel parco di villa Ogliani. 35,1 metri per festeggiare il Natale "made in Canavese". Al secondo posto un'altra sequoia, questa volta inglese, "ferma" a 34,40. Prima dell'accensione dell'albero, nel parco di villa Ogliani, è anche atterrato Babbo Natale in elicottero, per la gioia di grandi e piccini.
 
Una festa davvero notevole alla quale hanno partecipato migliaia di persone assiepate all'ingresso del parco di villa Ogliani.
 
A Rivara, la misurazione del super albero è stata effettuata con l'ausilio di una piattaforma aerea. Due operatori sono saliti in prossimità della cima della pianta ed hanno calato una rotella metrica rinforzata. Alla base un terzo operatore ha raccolto la scala metrica allo zero e l'ha posta al livello del terreno in prossimità della base della pianta. Quindi gli operatori sulla piattaforma hanno proceduto alla lettura dell'altezza.
 
Con l'accensione dell'albero è partia una raccolta fondi, in collaborazione con Nutriaid, a favore dei bambini affetti da malnutrizione. Nutriaid è un’organizzazione medico-umanitaria indipendente, creata nel 1996, impegnata nella lotta contro la malnutrizione infantile in Rwanda, Senegal, Madagascar, Congo e Somalia. Interviene attraverso programmi a lungo termine o nelle emergenze causate da conflitti, violenze o catastrofi naturali. Costruisce, ripristina e coordina centri di terapia intensiva per il trattamento del disequilibrio ponderale nei bambini. Realizza programmi sanitari inviando équipe mediche specializzate e fornendo risposte immediate alle emergenze nutrizionali. Opera in partnership con gli organismi internazionali quali World Food Programme e Unicef.
 
«Abbiamo pensato a un Natale per i bimbi più sfortunati - conferma il sindaco di Rivara, Gianluca Quarelli - così ci siamo inventati questo albero che, speriamo, sia il simbolo di una ritrovata solidarietà». Le raccolte fondi proseguiranno, grazie alla collaborazione delle associazioni della zona, fino alla fine delle Feste.
Video
Galleria fotografica
RIVARA - La Chiabotto accende il maxi albero - FOTO e VIDEO - immagine 1
RIVARA - La Chiabotto accende il maxi albero - FOTO e VIDEO - immagine 2
RIVARA - La Chiabotto accende il maxi albero - FOTO e VIDEO - immagine 3
RIVARA - La Chiabotto accende il maxi albero - FOTO e VIDEO - immagine 4
RIVARA - La Chiabotto accende il maxi albero - FOTO e VIDEO - immagine 5
RIVARA - La Chiabotto accende il maxi albero - FOTO e VIDEO - immagine 6
RIVARA - La Chiabotto accende il maxi albero - FOTO e VIDEO - immagine 7
Made in Canavese
ECONOMIA E RICERCA - L'eccellenza Made in Canavese del Bioindustry Park in missione in Cina, Tunisia ed Iran
ECONOMIA E RICERCA - L
«L’esperienza internazionale che abbiamo maturato in tutti questi anni, ci permette oggi di proporci come un punto di riferimento per realtà analoghe alla nostra, anche se molto lontane geograficamente»
RIVAROLO - Dana Santo vince il premio come miglior attrice erotica al Festival dell'Eros di Murcia
RIVAROLO - Dana Santo vince il premio come miglior attrice erotica al Festival dell
Un vero e proprio Oscar europeo dell'hardcore. «Dedico il successo a tutti i miei fan». E nei prossimi mesi la pornostar internazionale che abita in Canavese lavorerà anche con Rocco Siffredi
IVREA - Il ritorno de «La grande invasione»: così Ivrea si scopre capitale della lettura - FOTO
IVREA - Il ritorno de «La grande invasione»: così Ivrea si scopre capitale della lettura - FOTO
Conto alla rovescia per la quinta edizione de «La grande invasione», il festival della lettura che dal primo al 4 giugno torna a Ivrea, curato da Marco Cassini e Gianmario Pilo affiancati da Lucia Panzieri per la sezione «Piccola invasione»
CANAVESE - Coldiretti sostiene le «Agrigelaterie»: l'eccellenza di un alimento antico ma sempre attuale
CANAVESE - Coldiretti sostiene le «Agrigelaterie»: l
Non manca il Canavese nel progetto di Coldiretti. Attività che producono gelato con il latte degli animali che hanno in stalla: bovine di razza Frisona, di razza Piemontese, Pezzata Rossa Italiana o capre
TURISMO E CULTURA - I canavesani amano Belmonte, luogo di leggenda, devozione e natura
TURISMO E CULTURA - I canavesani amano Belmonte, luogo di leggenda, devozione e natura
Un'indagine svela il rapporto tra il territorio e uno dei suoi simboli più famosi. Dieci domande che hanno permesso di conoscere ciò che Belmonte rappresenta nella vita concreta e nell'immaginario dei canavesani
PARCO GRAN PARADISO - Il Parco è il più visitato dai turisti in tutto il Piemonte
PARCO GRAN PARADISO - Il Parco è il più visitato dai turisti in tutto il Piemonte
Secondo l’indagine, svolta online sul pubblico italiano nel periodo tra la metà di febbraio e quella di marzo di quest’anno, il Parco del Gran Paradiso è il più visitato dagli intervistati
CUORGNE' - Il Palio dei borghi del Torneo di Maggio 2017 va a Sant'Anna - VIDEO
CUORGNE
Successo ampio, raggiunto prima ancora del giudizio storico. E' la prima vittoria del borgo che rompe un dualismo tra San Faustino e San Rocco che si erano divisi i successi negli ultimi anni
AGLIE' - Domenica di festa con la Fiera Primaverile: un appuntamento da non perdere - VIDEO
AGLIE
Per tutta la giornata il paese in festa per il tradizionale appuntamento di primavera. Tante le iniziative in calendario pensate per grandi e piccini
PARCO GRAN PARADISO - 554 cittadini hanno donato il 5 per 1000 per salvare gli animali del parco
PARCO GRAN PARADISO - 554 cittadini hanno donato il 5 per 1000 per salvare gli animali del parco
L’Agenzia delle Entrate ha comunicato negli scorsi giorni i risultati sugli importi del 5 per mille relativi all’anno 2015. Il Parco Nazionale Gran Paradiso si è aggiudicato la cifra di 22.256,34 euro
FORNO CANAVESE - Il paese scopre il turismo: apre il bed and breakfast «Dormir Divino»
FORNO CANAVESE - Il paese scopre il turismo: apre il bed and breakfast «Dormir Divino»
«L'obiettivo è fare in modo che i turisti vengano a Forno non solo per le industrie ma per vedere tutto ciò che c’è di bello», afferma Marta Rostagno, che con il marito Marco Bertoldo, ha inaugurato il bed and breakfast «Dormir Divino»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore