RIVAROLO - E' morto Adriano Rovoletto, l'autista della banda Cavallero

| Il sette aprile 1966 la banda rapina la Popolare di Novara e la Cassa di Risparmio di Torino in undici minuti, entrando, suo malgrado, nella storia della città

+ Miei preferiti
RIVAROLO - E morto Adriano Rovoletto, lautista della banda Cavallero
Adriano Rovoletto (nella foto con Pietro Cavallero e Sante Notarnicola, il primo da destra) si è spento l'altra sera in una stanza del Cto. L'autista della banda Cavallero, che il 7 aprile del 1966 mise a segno uno dei colpi più importanti degli anni '60, è morto senza fasti dopo un lungo periodo di malattia. Se ne va un elemento chiave della banda criminale lombarda che alla fine degli anni '60 terrorizzò Torino ed il Canavese. Il gruppo composto da Pietro Cavallero, morto nel '97, Sante Notarnicola e Adriano Rovoletto era specializzato nelle rapine ai danni di banche ed uffici. Prima Rivarolo e poi Ciriè, nel mezzo decine di colpi ai danni delle banche di Milano e della Lombardia, ostaggi e, purtroppo, anche delle vittime innocenti come il medico Gajottino. Nella loro carriera criminale i tre accumularono 98 milioni di lire. 
 
Cinque milioni il bottino della rapina avvenuta nel primo pomeriggio del giovedì Santo a Rivarolo Canavese. Erano da poco passate le 15 quando i rapinatori entrarono nella sede della Banca Popolare di Novara, in corso Torino. Coperti dai passamontagna sollevarono le armi nascoste sotto i cappotti sequestrando 14 impiegati ed obbligandoli a consegnar loro i soldi custoditi all'interno della cassaforte. Per evitare reazioni eroiche da parte degli impiegati i tre presero in ostaggio un giovane dipendente, Giovanni Merlo, allora 38enne, che mentre veniva spinto a forza lungo Corso Torino aveva cercato di dissuadere la banda. 
 
Spietati, cinici e precisi. Cinque minuti dopo il primo colpo i banditi entrarono all'interno della sede della Cassa di Risparmio di Torino, allora nei locali che oggi ospitano la macelleria Bonino. In sei minuti riuscirono a farsi consegnare tutti i risparmi presenti nella filiale. A finire nelle mani della banda fu l'impiegata Graziella Gava, allora 28enne, che fu utilizzata anche come scudo all'uscita dall'edificio. 
 
Nel frattempo il personale della Novara riuscì ad avvisare le forze dell'ordine che arrivarono di fronte al monumento mentre gli uomini stavano uscendo dalla seconda banca. Presi alla sprovvista i balordi ingaggiarono uno scontro a fuoco con il carabiniere Alberto Raul, che riuscì a ferire uno dei banditi senza però impedirne la fuga. Nemmeno la prontezza di un cittadino riuscì a fermare il quarto complice che trovò rifugio nella folla di un funerale. Undici minuti che, indelebili, hanno segnato la storia della città di Rivarolo.
Galleria fotografica
RIVAROLO - E morto Adriano Rovoletto, lautista della banda Cavallero - immagine 1
RIVAROLO - E morto Adriano Rovoletto, lautista della banda Cavallero - immagine 2
RIVAROLO - E morto Adriano Rovoletto, lautista della banda Cavallero - immagine 3
RIVAROLO - E morto Adriano Rovoletto, lautista della banda Cavallero - immagine 4
Made in Canavese
IVREA - Il ritorno de «La grande invasione»: così Ivrea si scopre capitale della lettura - FOTO
IVREA - Il ritorno de «La grande invasione»: così Ivrea si scopre capitale della lettura - FOTO
Conto alla rovescia per la quinta edizione de «La grande invasione», il festival della lettura che dal primo al 4 giugno torna a Ivrea, curato da Marco Cassini e Gianmario Pilo affiancati da Lucia Panzieri per la sezione «Piccola invasione»
CANAVESE - Coldiretti sostiene le «Agrigelaterie»: l'eccellenza di un alimento antico ma sempre attuale
CANAVESE - Coldiretti sostiene le «Agrigelaterie»: l
Non manca il Canavese nel progetto di Coldiretti. Attività che producono gelato con il latte degli animali che hanno in stalla: bovine di razza Frisona, di razza Piemontese, Pezzata Rossa Italiana o capre
TURISMO E CULTURA - I canavesani amano Belmonte, luogo di leggenda, devozione e natura
TURISMO E CULTURA - I canavesani amano Belmonte, luogo di leggenda, devozione e natura
Un'indagine svela il rapporto tra il territorio e uno dei suoi simboli più famosi. Dieci domande che hanno permesso di conoscere ciò che Belmonte rappresenta nella vita concreta e nell'immaginario dei canavesani
PARCO GRAN PARADISO - Il Parco è il più visitato dai turisti in tutto il Piemonte
PARCO GRAN PARADISO - Il Parco è il più visitato dai turisti in tutto il Piemonte
Secondo l’indagine, svolta online sul pubblico italiano nel periodo tra la metà di febbraio e quella di marzo di quest’anno, il Parco del Gran Paradiso è il più visitato dagli intervistati
AGLIE' - Domenica di festa con la Fiera Primaverile: un appuntamento da non perdere - VIDEO
AGLIE
Per tutta la giornata il paese in festa per il tradizionale appuntamento di primavera. Tante le iniziative in calendario pensate per grandi e piccini
PARCO GRAN PARADISO - 554 cittadini hanno donato il 5 per 1000 per salvare gli animali del parco
PARCO GRAN PARADISO - 554 cittadini hanno donato il 5 per 1000 per salvare gli animali del parco
L’Agenzia delle Entrate ha comunicato negli scorsi giorni i risultati sugli importi del 5 per mille relativi all’anno 2015. Il Parco Nazionale Gran Paradiso si è aggiudicato la cifra di 22.256,34 euro
FORNO CANAVESE - Il paese scopre il turismo: apre il bed and breakfast «Dormir Divino»
FORNO CANAVESE - Il paese scopre il turismo: apre il bed and breakfast «Dormir Divino»
«L'obiettivo è fare in modo che i turisti vengano a Forno non solo per le industrie ma per vedere tutto ciò che c’è di bello», afferma Marta Rostagno, che con il marito Marco Bertoldo, ha inaugurato il bed and breakfast «Dormir Divino»
CUORGNE' - Torneo di Maggio: Marco ed Enrica sono Re Arduino e Regina Berta - FOTO e VIDEO
CUORGNE
Questa sera poco dopo le 21, come da prassi, i due reali si sono affacciati dal balcone del palazzo del Comune acclamati dalla folla festante. Inizia ufficialmente l'edizione 2017 del Torneo di Maggio alla corte di Re Arduino
CUORGNE' - La storia e i progetti del funambolo Andrea Loreni: una vita senza vertigini ma con tanto Zen
CUORGNE
Da dieci anni cammina su cavi di acciaio tesi a grandi altezze. Da dieci anni pratica la meditazione Zen che ha approfondito partendo proprio dall'intuizione dell'assoluto avuta camminando a grandi altezze
CANAVESE - A Mastri lo splendido omaggio al genio artistico di Gigi Merlo - FOTO
CANAVESE - A Mastri lo splendido omaggio al genio artistico di Gigi Merlo - FOTO
Grazie all'impegno dei «Cavalieri di Sant'Eusebio», Bosconero, Feletto e Rivarolo Canavese rendono omaggio per due giorni alla figura di Gigi Merlo, un artista precursore dei tempi
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore