CINEMA IN CANAVESE - «A casa tutti bene» di Muccino: la recensione di Santho Iorio - TRAILER

| La programmazione nelle sale di Cuorgnč, Valperga, Leini e Ivrea

+ Miei preferiti
CINEMA IN CANAVESE - «A casa tutti bene» di Muccino: la recensione di Santho Iorio - TRAILER
“Come Ulisse a Itaca”. Dopo l’esperienza americana, durata dieci anni, Gabriele Muccino torna in Italia per girare il suo undicesimo film, “A casa tutti bene”, una commedia corale, che richiama alla memoria “Parenti Serpenti” di Monicelli e “La famiglia” di Scola. Muccino torna ad occuparsi dei temi a lui più cari: i tormenti e l’estasi dell’amore e della famiglia, porto da cui si parte, si fugge e al quale inevitabilmente si ritorna.

Il teatro del suo affresco familiare,  ricco di passione e maschere d’ipocrisia, che attraversa tre generazioni, è Ischia. Più di mezzo secolo fa nell’isola campana veniva girato un film all’anno. Erano racconti vacanzieri di allora, commedie senza ombre per esaltare un luogo unico al mondo. Oggi Muccino la trasforma nella sua Isola che non c’è, il luogo in cui tutto è possibile e i sogni s’infrangono contro le onde del mare.  Non la chiama mai per nome, i suoi personaggi la usano come campo di battaglia per urlarsi contro e riflettere sui rimpianti, su tutte le occasioni perse che non torneranno più.
“A Casa Tutti Bene” è la storia di una grande famiglia che si ritrova a festeggiare le Nozze d’oro dei nonni (Stefania Sandrelli e Ivano Marescotti) sull’isola dove questi si sono trasferiti a vivere dopo la pensione. Figli, cugini, nipoti, ex mogli: tutti rispondono alla chiamata, perché nelle giornate speciali non si può mancare. Un’improvvisa mareggiata blocca i traghetti e fa saltare il rientro previsto in serata costringendo tutti ad una convivenza forzata e a fare i conti con loro stessi, con il proprio passato, con gelosie mai sopite, inquietudini, tradimenti, paure e anche improvvisi e inaspettati colpi di fulmine.

Ambientando il film quasi in un’unica location, il regista pedina ossessivamente, i suoi personaggi, per smascherarli, sottoporli a una vera e propria indagine, mostrandone fragilità e negatività. Sandra (Sabrina Impacciatore) non vuole accettare i tradimenti del marito. Ginevra (Carolina Crescentini), moglie di Carlo (Pierfrancesco Favino) nasconde le sue insicurezze dietro la gelosia: non sopporta  che alla festa sia stata invitata anche l’ex consorte  (Valeria Solarino). Beatrice (Claudia Gerini) fatica ad affrontare la malattia del marito Sandro, interpretato da Massimo Ghini che nella sua compostezza sa trasmettere più di un’emozione. Riccardo (Gianmarco Tognazzi) e la compagna (Giulia Michelini) cercano un aiuto per trovare un lavoro più redditizio. Paolo (Stefano Accorsi), che la madre considera l’artista di famiglia, ma che in realtà non ha trovato ancora la sua strada, s’imbatte in una relazione sentimentale senza futuro.

Con “A casa tutti bene”, Muccino chiude la sua personale trilogia iniziata con “L’ultimo Bacio” e ricordati di me. Non solo, seguendo il metodo Scola (“La famiglia”) con tanti personaggi, chiusi in un luogo, attraverso la scrittura crea conflitti: dove la parola diventa fisica e crea una maggiore frattura, dove l’istinto prevale sulla ragione. Parenti serpenti, illustrava Monicelli e la sua lezione resta valida. Non si può sperare in un aiuto da chi dovrebbe starci sempre accanto, l’egoismo regola il mondo e per i puri di cuore non resta che girarsi dall’altra parte. “Li trovo così inquieti, i miei figli,” dice Stefania Sandrelli, prima di addormentarsi. Con un’alzata di spalle, il marito le risponde distratto “Troveranno la loro serenità,” che tradotto vuol dire “È tardi, non mi scocciare con le storie di quel branco di cretini: è ora che si arrangino.” O quando stremato dal caos nella sua tranquilla vita di pensionato dai suoi congiunti sbotta: “Io sono cresciuto orfano! A me la famiglia mi sta sul cazzo!”
Non stanno tutti bene i personaggi di Muccino. La famiglia non è un porto sicuro, ma un mare in tempesta. Dove l’ipocrisia si cela dietro ai larghi sorrisi e le pacche sulle spalle nascondono l’infelicità. (Santho Iorio)

GENERE: Commedia
ANNO: Italia 2018
REGIA: Gabriele Muccino
ATTORI: Stefano Accorsi, Carolina Crescentini, Elena Cucci, Tea Falco, Pierfrancesco Favino, Claudia Gerini, Massimo Ghini, Sabrina Impacciatore, Gianfelice Imparato, Ivano Marescotti, Giulia Michelini, Sandra Milo, Giampaolo Morelli, Stefania Sandrelli, Valeria Solarino, Gianmarco Tognazzi
DURATA: 105 min.

Film in programma in Canavese

Cinema MARGHERITA Cuorgnè (via Ivrea 101)
“BLACK PANTHER”
Sabato 24: ore  18:30
Domenica 25: ore 18:45 -21:30
“THE POST”  (recensione qui)
Sabato 24 ore 21:30
Domenica 25: ore 17:00 – 19:00
Lunedì 26: ore 21:30

Cinema AMBRA Valperga (via Martiri 42)
AMBRA 1
“A CASA TUTTI BENE”
Sabato 24: ore 20:00 – 22:30
Domenica 25: ore 16:00 - 18:30 – 21:30
Lunedì 19: RIPOSO
AMBRA 2
“LA FORMA DELL’ACQUA“
Sabato 24: ore 20:00  
Domenica 25: ore  16:00  - 21.30
Lunedi 26:RIPOSO
“CINQUANTA SFUMATURE DI ROSSO”
Sabato 24: ore 22:30  
Domenica 25: ore 18:30

Cinema BOARO Ivrea (via Palestro 86)
“50 SFUMATURE DI ROSSO”
Sabato 24: ore  20:00 – 22:00
Domenica 25: ore  20:00 – 22:00
Lunedì 26: ore 22:00
BELLE E SEBASTIEN 3
Sabato 24: ore  16:00 – 18:00
Domenica 25: ore  16:00 – 18:00
Lunedì 26: ore 20:00
 
Cinema POLITEAMA Ivrea (via Piave 3)
 “ A CASA TUTTI BENE“
Sabato 24: ore 20:00 – 22:15
Domenica 25: ore 17:30 – 19:45 – 22:00
Lunedì 26: ore 21:15
Martedì 27: ore 21:15

Cinema Auditorium parrochiale Leinì (Piazza Don Matteo Ferrero 2)
“I PRIMITIVI”
Sabato 24: ore 21:00

Video
Galleria fotografica
CINEMA IN CANAVESE - «A casa tutti bene» di Muccino: la recensione di Santho Iorio - TRAILER - immagine 1
CINEMA IN CANAVESE - «A casa tutti bene» di Muccino: la recensione di Santho Iorio - TRAILER - immagine 2
CINEMA IN CANAVESE - «A casa tutti bene» di Muccino: la recensione di Santho Iorio - TRAILER - immagine 3
Multimedia
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Novembre e Dicembre
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Novembre e Dicembre
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Settembre e Ottobre
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Settembre e Ottobre
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Luglio e Agosto
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Luglio e Agosto
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Maggio e Giugno
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Maggio e Giugno
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Gennaio e Febbraio
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Gennaio e Febbraio
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Marzo e Aprile
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Marzo e Aprile
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
La vostra pubblicitą di Natale su Quotidiano del Canavese
La vostra pubblicitą di Natale su Quotidiano del Canavese
Promozione valida dal 15 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015
QC ALERT, per ricevere i tuoi articoli preferiti via e-mail
QC ALERT, per ricevere i tuoi articoli preferiti via e-mail
Scegli le tue parole chiave e ricevi gli articoli direttamente nella tua casella di posta elettronica
DUE CITTA' AL CINEMA - Valeria Golino e Alba Rohrwacher in «Figlia Mia» - GUARDA IL TRAILER
DUE CITTA
Questa sera alle 21.30 al cinema Margherita di Cuorgnč, eccezionalmente di mercoledģ vista la festa del Primo maggio, č in programma il film «Figlia Mia». La recensione di Santho Iorio
CINEMA IN CANAVESE - Nelle sale il film di Sorrentino su Berlusconi - TRAILER
CINEMA IN CANAVESE - Nelle sale il film di Sorrentino su Berlusconi - TRAILER
La recensione di Santho Iorio e la programmazione nei cinema di Cuorgnč, Valperga e Ivrea
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore