DUE CITTĄ AL CINEMA - "Indivisibili", il film che doveva andare agli Oscar

| Questa sera appuntamento al cinema Margherita di Cuorgnč con una pellicola che era in corsa anche per l'Oscar - la recensione di Santho Iorio

+ Miei preferiti
DUE CITTĄ AL CINEMA -
"Indivisibili” la pellicola diretta da Edoardo De Angelis è stata la rivelazione dell’ultima Mostra del Cinema di Venezia. Inserita  nella rosa dei film da candidare agli Oscar per il miglior film straniero, la commissione gli ha invece preferito, per un solo voto di scarto, “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi.  Questa sera a Due Città al Cinema con inizio alle 21.30.
 
Il film di De Angelis racconta la storia di Dasy e Viola, due gemelle siamesi, unite per il fianco. Nessun organo vitale e nemmeno un osso in comune. Dotate di una bella voce  sono sfruttate dalla famiglia come “fenomeno da baraccone” per matrimoni, battesimi e feste varie della zona di Castel Volturno, dove vivono in mezzo al nulla. Il padre autore neomelodico nonché loro agente, ha il vizio del gioco, mentre la madre è dipendente dalla marjuana. Un altro paio di parenti collaborano a questa sinistra, ma florida impresa famigliare, mentre un prete fa leva su superstizioni ataviche per proporle come un misto tra sante e portafortuna ai disperati del luogo. Un giorno, però, sentiti i richiami sessuali,  un medico le informa che l’operazione per dividerle è possibile. Così cominciano i guai perché i genitori non vogliono rinunciare alla loro unica  fonte di guadagno esentasse. Nel frattempo conoscono Marco Ferreri (nome che rimanda all’autore de “La donna scimmia” dove il domatore Tognazzi si serviva della pelosa Girardot per allestire il proprio sudicio teatrino), un viscido discografico che promette di lanciarle sul mercato nazionale in cambio di un’appiccicosa prestazione sessuale.  
 
Viola e Dasy, quasi come Violet e Daisy Hilton, le due (autentiche) siamesi protagoniste del capolavoro di Tod Browning “Freaks” del 1932, cui l’autore si è ispirato. De Angelis non usa la ferocia virulenta di quel film popolato da umanissimi “mostri” che diventano brutti, cattivi e vendicativi dopo aver subito  il tradimento dei cosiddetti “normali”. I veri “freaks” sono i familiari che sfruttano, senza scrupoli, la diversità delle due ragazzine. L’intento del film è quello di affrontare il tema della separazione tra due esseri umani, concentrandosi sulle conseguenze dolorose che tale circostanza comporterebbe: non si allude soltanto a quella fisica, ma anche psicologica, al dolore,  legato al tagliare con la propria dimensione infantile, con i propri rifugi, siano essi la dipendenza decisionale ed economica dalla famiglia oppure una sorellanza simbiotica che si sente tradita ogni qual volta emerga la propria individualità.
 
Il dolore genera bellezza, il desiderio e la rinuncia, il bene e il male che vive in ogni gesto. De Angelis con la sua semplicità ci apre la finestra su quel che accade nel quotidiano per mostrarci un mondo in cui, all’infuori di due ragazzine innocenti e per di più disabili, non si salva nessuno. (Santho Iorio)
 
Galleria fotografica
DUE CITTĄ AL CINEMA - "Indivisibili", il film che doveva andare agli Oscar - immagine 1
DUE CITTĄ AL CINEMA - "Indivisibili", il film che doveva andare agli Oscar - immagine 2
DUE CITTĄ AL CINEMA - "Indivisibili", il film che doveva andare agli Oscar - immagine 3
DUE CITTĄ AL CINEMA - "Indivisibili", il film che doveva andare agli Oscar - immagine 4
Dove è successo
Multimedia
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Novembre e Dicembre
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Novembre e Dicembre
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Settembre e Ottobre
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Settembre e Ottobre
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Luglio e Agosto
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Luglio e Agosto
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Maggio e Giugno
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Maggio e Giugno
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Gennaio e Febbraio
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Gennaio e Febbraio
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Marzo e Aprile
ALMANACCO 2015 - Cosa č successo a Marzo e Aprile
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
La vostra pubblicitą di Natale su Quotidiano del Canavese
La vostra pubblicitą di Natale su Quotidiano del Canavese
Promozione valida dal 15 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015
QC ALERT, per ricevere i tuoi articoli preferiti via e-mail
QC ALERT, per ricevere i tuoi articoli preferiti via e-mail
Scegli le tue parole chiave e ricevi gli articoli direttamente nella tua casella di posta elettronica
DUE CITTA' AL CINEMA - «In nome di mia figlia»: la morte sospetta di una bimba e la ricerca della giustizia
DUE CITTA
«Due Cittą al Cinema» celebra la giornata internazionale contro la violenza sulle donne con la proiezione del film «In nome di mia figlia» di Vincent Garenq - la recensione di Santho Iorio
SUPER LUNA - Cosģ il nostro satellite ha illuminato il Canavese - FOTO
SUPER LUNA - Cosģ il nostro satellite ha illuminato il Canavese - FOTO
Avete visto la Super Luna in questi giorni? Se ve la siete persa, ecco quattro scatti decisamente eccezionali che ci ha inviato da Rivarolo Canavese, Claudio Pepe, (lettore di QC) fotografo e videomaker...
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore