DUE CITTA' AL CINEMA - La toccante storia di «Mio fratello rincorre i dinosauri» - GUARDA IL TRAILER

| Il regista, Stefano Cipani, ha il merito di realizzare un film che con dolcezza riesce a raccontare una realtà complessa non facile da accettare

+ Miei preferiti
DUE CITTA AL CINEMA - La toccante storia di «Mio fratello rincorre i dinosauri» - GUARDA IL TRAILER
Il film di questa sera (ore 21.30 al Cinema Margherita di Cuorgnè) nasce da una storia vera. Nel 2015 il quattordicenne Giacomo Mazzariol, pubblica su YouTube un video che racconta la quotidianità di un bambino affetto dalla sindrome di down. Quel bambino è suo fratello Giovanni, detto Gio. il video è virale, supera le 400 mila visualizzazioni e diventa un libro. E da quel libro nasce un film che rispecchia pienamente la spontaneità e la vitalità del piccolo Gio.

Per Giacomo, detto Jack, la nascita del fratellino rappresenta il giorno più bello della sua vita. Dopo anni di soprusi subiti dalle due sorelle maggiori, l’arrivo di un maschietto pareggia i conti. Mamma Katia e papà Davide però lo mettono in guardia: «Gio non sarà come voi; vivrà in mondo tutto suo e avrà dei tempi tutti suoi. Sarà speciale». Jack quindi trasforma il piccolo Gio in un supereroe, dotato di super poteri, ma crescendo si rende conto che quei super poteri altro non sono che problemi, gravi, che il fratellino dovrà affrontare da solo: come farà a vivere? E una ragazza? Come farà a trovare un lavoro? Morirà giovane? In età adolescenziale, il peso di queste domande fanno si che Jack prenda le distanze da quel fratello diverso, cosi scomodo, irritante, addirittura imbarazzante.

Ai compagni di liceo e per fare colpo sulla ragazza che gli piace, Jack decide di tenere nascosta quella parte di sé e raccontare che suo fratello è morto. Vuole tenere a distanza di sicurezza le persone che gli vogliono più bene, perché la verità fa molto più male dell’apparenza. Le bugie però hanno le gambe corte e non ci è voluto molto affinché la verità venisse a galla. E quando l’ha fatto, Gio è stato il primo a perdonarlo e a dimostrargli il suo affetto incondizionato.

Da quel momento, Jack ha accettato e abbracciato la diversità di Gio, trasformando in un punto di forza quello che un tempo vedeva come debolezza. Dopotutto, chi siamo noi per dire cosa è normale e cosa è diverso? Il regista, Stefano Cipani, ha il merito di realizzare un film che con dolcezza riesce a raccontare una realtà complessa non facile da accettare. (Santho Iorio).

Genere: commedia
Nazionalità: Italia 2019
Interpreti: Francesco Gheghi, Alessandro Gassmann, Isabella Ragonese, Rossy De Palma, Lorenzo Sisto, Arianna Becheroni, Roberto Nocchi.
Durata: 101 min.

Video
Multimedia
ALMANACCO 2015 - Cosa è successo a Novembre e Dicembre
ALMANACCO 2015 - Cosa è successo a Novembre e Dicembre
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
ALMANACCO 2015 - Cosa è successo a Settembre e Ottobre
ALMANACCO 2015 - Cosa è successo a Settembre e Ottobre
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
ALMANACCO 2015 - Cosa è successo a Luglio e Agosto
ALMANACCO 2015 - Cosa è successo a Luglio e Agosto
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
ALMANACCO 2015 - Cosa è successo a Maggio e Giugno
ALMANACCO 2015 - Cosa è successo a Maggio e Giugno
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
ALMANACCO 2015 - Cosa è successo a Gennaio e Febbraio
ALMANACCO 2015 - Cosa è successo a Gennaio e Febbraio
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
ALMANACCO 2015 - Cosa è successo a Marzo e Aprile
ALMANACCO 2015 - Cosa è successo a Marzo e Aprile
Fatti ed eventi dell'anno in Canavese
La vostra pubblicità di Natale su Quotidiano del Canavese
La vostra pubblicità di Natale su Quotidiano del Canavese
Promozione valida dal 15 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015
QC ALERT, per ricevere i tuoi articoli preferiti via e-mail
QC ALERT, per ricevere i tuoi articoli preferiti via e-mail
Scegli le tue parole chiave e ricevi gli articoli direttamente nella tua casella di posta elettronica
DUE CITTA' AL CINEMA - Il regista Daniele Gaglianone presenta il suo «Dove bisogna stare» - GUARDA IL TRAILER
DUE CITTA
«Dove bisogna stare» racconta la storia di quattro donne, dalla Val di Susa a Cosenza, che di fronte a situazioni di marginalità non si sono voltate dall'altra parte
CINEMA IN CANAVESE - La trilogia d'u pilu si conclude con «Cetto c'è, senzadubbiamente» - TRAILER
CINEMA IN CANAVESE - La trilogia d
Antonio Albanese torna sul grande schermo. La recensione di Santho Iorio e la programmazione nelle sale di Cuorgnè, Valperga, Ivrea e Leini
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore