ALICE SUPERIORE - Folla per don Ciotti: «Il problema non č la mafia. Siamo noi cittadini»

| Sala gremita per l'incontro promosso dall'associazione Mastropietro e da Libera

+ Miei preferiti
ALICE SUPERIORE - Folla per don Ciotti: «Il problema non č la mafia. Siamo noi cittadini»
Sala gremita, ad Alice Superiore, per l'incontro con don Ciotti promosso dall'associazione Mastropietro di Gigio Costanza e dal presidio Libera di Cuorgnè. Tante persone hanno ascoltato l'intervento del fondatore del gruppo Abele che è tornato sulle minacce di Totò Riina e sulla situazione del Canavese. Si è parlato di legalità, ambiente e stato sociale. Temi da sempre molto cari al sacerdote, recentemente minacciato di morte dall'ex numero 1 di Cosa Nostra.
 
«Sono venuto qui in Valchiusella già un mese e devo dire che si mangia bene - ha esordito don Ciotti strappando il primo applauso - questo è un territorio meraviglioso che dobbiamo saper sostenere. In questi anni abbiamo scoperto presenze mafiose qui come altrove. La sensazione è che ci sia ben altro sotto la crosta. Qualcosa è emerso ma il cammino è solo all'inizio». Don Ciotti è tornato sui recenti fatti di cronaca: le minacce di morte a Pasquale Mazza in quel di Castellamonte, ma anche gli atti intimidatori a Feletto e i proiettili al sindaco e al comandante dei vigili urbani di Cuorgnè. «Le minacce agli amministratori sono segnali che non vanno sottovalutati».
 
E ancora: «Il problema non è (solo) la mafia. Siamo noi cittadini. Riina ha lanciato due minacce di morte. Al giudice di Matteo e a una persona piccola come me. È il noi che vince. Bisogna unire le forze. La politica deve fare la propria parte ma tutti i cittadini devono farlo prima. Si parla poco di legalità nel nostro paese. Oggi non si riesce ad avere una legge completa sulla corruzione pubblica che, con la mafia, è la faccia della stessa medaglia. Abbiamo tutti delle responsabilità. Molte verità passeggiano nei nostri paesi. Facciamoci delle domande su certi personaggi. Serve coraggio. Non è un problema solo di chi fa il male ma dei tanti che vedono e non fanno nulla».
 
Poi un toccante passaggio sulla libertà: «E' la massima espressione della dignità umana. Dio l'ha voluta per tutte le persone. Il cristiano ha il dovere di difenderla per tutte le persone. Non dimentichiamo chi ha lottato per consegnarci la liberta, la democrazia e la costituzione. Le resistenze di ieri sono quelle di oggi. Un esempio? Sono 200 anni che si parla di cosa nostra. Un secolo che si parla di 'ndrangheta. Questa è una storia chen viene da lontano. Se fosse solo un problema criminale sarebbero bastati i sacrifici dei magistrati e delle forze dell'ordine».
Galleria fotografica
ALICE SUPERIORE - Folla per don Ciotti: «Il problema non č la mafia. Siamo noi cittadini» - immagine 1
ALICE SUPERIORE - Folla per don Ciotti: «Il problema non č la mafia. Siamo noi cittadini» - immagine 2
ALICE SUPERIORE - Folla per don Ciotti: «Il problema non č la mafia. Siamo noi cittadini» - immagine 3
ALICE SUPERIORE - Folla per don Ciotti: «Il problema non č la mafia. Siamo noi cittadini» - immagine 4
ALICE SUPERIORE - Folla per don Ciotti: «Il problema non č la mafia. Siamo noi cittadini» - immagine 5
ALICE SUPERIORE - Folla per don Ciotti: «Il problema non č la mafia. Siamo noi cittadini» - immagine 6
ALICE SUPERIORE - Folla per don Ciotti: «Il problema non č la mafia. Siamo noi cittadini» - immagine 7
ALICE SUPERIORE - Folla per don Ciotti: «Il problema non č la mafia. Siamo noi cittadini» - immagine 8
ALICE SUPERIORE - Folla per don Ciotti: «Il problema non č la mafia. Siamo noi cittadini» - immagine 9
ALICE SUPERIORE - Folla per don Ciotti: «Il problema non č la mafia. Siamo noi cittadini» - immagine 10
Politica
CIMICE ASIATICA - Un parassita «buono» per combattere la cimice aggressiva
CIMICE ASIATICA - Un parassita «buono» per combattere la cimice aggressiva
Il tasso di contagio della cimice asiatica č molto alto (47% rispetto a 2-3% di altri organismi paragonabili), un elemento che la sta rendendo una vera e propria piaga per molte coltivazioni del Nord Italia
TURISMO - Nuovi progetti della Regione per il Canavese
TURISMO - Nuovi progetti della Regione per il Canavese
La Giunta regionale ha approvato oggi la delibera che dą il via alla programmazione di un calendario di incontri sul territorio dedicati ai temi del turismo
LEINI - Intitolato il nuovo teatro a Luciano Pavarotti - FOTO e VIDEO
LEINI - Intitolato il nuovo teatro a Luciano Pavarotti - FOTO e VIDEO
La nuova struttura della cittą č stata adibita ad ospitare spettacoli teatrali, lirici, concerti, esposizioni ed eventi
IVREA - Studenti del Gramsci al comizio di Renzi: attacca la Lega
IVREA - Studenti del Gramsci al comizio di Renzi: attacca la Lega
«Renzi č leader di partito, non presidente del Consiglio. Cosa che avrebbe reso accettabile la partecipazione degli studenti»
CASELLE - Linea Torino-Caselle: c'č una proposta contro i disagi
CASELLE - Linea Torino-Caselle: c
L'associazione Vivi Caselle chiede delle modifiche al percorso della linea bus Torino Porta Nuova–Caselle Aeroporto
SANITA' - Mediazione fallita: proteste in arrivo negli ospedali
SANITA
Il sindacato Nursind, dopo la trattativa, ha annunciato che organizzerą azioni di protesta in tutti gli ospedali dell'Asl To4
VOLPIANO - I beni confiscati alla mafia al servizio dei cittadini
VOLPIANO - I beni confiscati alla mafia al servizio dei cittadini
Nell'immobile di via Trento un progetto a favore di giovani con disabilitą intellettiva. Lavori anche alla caserma dei pompieri
IVREA - Ronda notturna a Canton Vesco da parte di CasaPound
IVREA - Ronda notturna a Canton Vesco da parte di CasaPound
I militanti sono scesi in strada a sostegno dei cittadini ormai da tempo esasperati da continui atti di teppismo e furti
MAPPANO - I cittadini pagano le tasse a Caselle, Borgaro e Leini
MAPPANO - I cittadini pagano le tasse a Caselle, Borgaro e Leini
Per il fisco il nuovo Comune inizierą ad operare solo dal primo gennaio. Le tasse vanno ancora pagate ai Comuni cedenti
IVREA - Studenti del Gramsci al comizio di Renzi: esplode la polemica. La scuola: «Non ne sapevamo nulla»
IVREA - Studenti del Gramsci al comizio di Renzi: esplode la polemica. La scuola: «Non ne sapevamo nulla»
L'incontro si č svolto la scorsa settimana nel salone dei 2000, uno dei simboli della cittą, l'aula magna dove Camillo e Adriano Olivetti incontravano i lavoratori nelle assemblee di fabbrica. La scuola pronta a prendere provvedimenti
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore