ALPETTE - Polemica sul rock festival: il sindaco Varetto si difende

| «Non voglio passare per quello che ha bloccato la manifestazione». C'è spazio per una trattativa?

+ Miei preferiti
ALPETTE - Polemica sul rock festival: il sindaco Varetto si difende
S'infiamma la polemica sul possibile (e ormai quasi definitivo) addio all'Alpette Rock Festival, la storica manifestazione musicale che, tutti gli anni, ha richiamato in valle Orco migliaia di persone. Le nuove disposizione del Comune hanno convinto gli organizzatori ad alzare bandiera bianca, rinunciando all'organizzazione del festival. Il sindaco Silvio Varetto, però, non vuole passare alla storia come il sindaco che ha bloccato l'evento. «Il 12 e il 18 giugno abbiamo incontrato tutte le parti in causa - dice il primo cittadino, appena riconfermato dalle urne - dalle forze dell'ordine ai volontari, dai sindaci dei Comuni vicini agli organizzatori della manifestazione. L'esigenza è governare un grande evento. O le regole si rispettano oppure non mi posso prendere una responsabilità così grande».

Tra i problemi più "sentiti" il campeggio in ogni dove (ad Alpette) nei giorni del festival e le auto parcheggiate lungo tutto la provinciale che porta al paese. Tre giorni di difficile gestione, secondo quanto sostiene l'amministrazione comunale. «Il fatto che non sia mai successo niente negli anni precedenti non vuol dire nulla - dice Varetto - anni fa c'erano 3000 persone nei tre giorni del festival. L'anno scorso siamo arrivati a 10 mila. Questi numeri non sono governabili con le forze che abbiamo».

Da qui l'esigenza di nuove prescrizioni. Divieto di campeggio, provinciale chiusa al traffico e parcheggi messi a disposizione (con navette) nei Comuni limitrofi. «Abbiamo fatto delle proposte all'associazione che organizza il festival - dice Varetto - ma non abbiamo mai ottenuto risposta. Mi spiace che si risponda solo su Facebook. Per quanto mi riguarda l'incolumità della gente e del territorio viene prima di tutto. Se si rispettano le leggi ben venga qualunque iniziativa».

Dai verbali delle riunioni del comitato dei grandi eventi, che si è riunito il 12 e il 18 giugno, si legge chiaramente che i primi ad essere scettici sulla possibilità di gestire il festival con le stesse modalità dell'anno scorso, sono proprio i rispettivi rappresentanti delle forze dell'ordine. Circostanza che ha convinto il sindaco a proseguire per la propria strada. E sul presunto ritardo con il quale sono stati convocati gli incontri per organizzare la manifestazione, Varetto dice: «Non era possibile incontrarci a febbraio. A quell'epoca non potevo sapere se, a giugno, sarei stato di nuovo sindaco».

L'addio degli organizzatori nell'articolo di ieri CLICCANDO QUI

Politica
CUORGNE' - Progetto Italia-Francia: summit in Manifattura
CUORGNE
Toccherà ai capofila ed ai partner italiani presentare lo stato dei lavori in corso, centrati per il versante torinese sul Canavese e le Valli di Lanzo
VALPRATO - Il paese scopre il turismo con un'estate da record
VALPRATO - Il paese scopre il turismo con un
Numeri stimolati dall'inaugurazione della seggiovia Ciavanassa e del rifugio, oltre al centro di educazione ambientale
CANAVESE - Addio a Mediapolis: il tribunale di Ivrea ha sancito il fallimento del parco divertimenti
CANAVESE - Addio a Mediapolis: il tribunale di Ivrea ha sancito il fallimento del parco divertimenti
Il progetto, osteggiato in prima battuta dagli ambientalisti, anche a causa dei ritardi e delle beghe giudiziarie, è stato affossato da 15 milioni di euro di debiti. Ora toccherà al curatore fallimentare valutare le richieste dei creditori
IVREA - Un presidio di Casa Pound per la sicurezza dei cittadini
IVREA - Un presidio di Casa Pound per la sicurezza dei cittadini
Militanti di CasaPound e residenti hanno svolto un presidio in strada «per dire basta al degrado e all'escalation di violenza»
CUORGNE' - Torna a vivere l'area verde della Manifattura - FOTO A CONFRONTO
CUORGNE
Da sabato l'area di fronte alla Manifattura, il cosiddetto «arcipelago dello sport», è a disposizione dei cittadini cuorgnatesi
TASSE NON PAGATE - Bollo auto: la Regione Piemonte ha recapitato 450.000 avvisi e ingiunzioni
TASSE NON PAGATE - Bollo auto: la Regione Piemonte ha recapitato 450.000 avvisi e ingiunzioni
I destinatari delle ingiunzioni erano già stati raggiunti in passato dagli avvisi di accertamento per lo stesso motivo. Entro il mese di dicembre saranno circa 700 mila le raccomandate recapitate nelle case dei piemontesi...
LEINI - Nuove deleghe per Silvia Cossu in Città metropolitana
LEINI - Nuove deleghe per Silvia Cossu in Città metropolitana
Silvia Cossu era la prima non eletta della lista del Movimento 5 Stelle nelle elezioni. Subentra a Carlotta Trevisan
LEINI - Luca Torella è il nuovo coordinatore di Articolo 1- MDP
LEINI - Luca Torella è il nuovo coordinatore di Articolo 1- MDP
Torella, già dirigente provinciale di SeL, ha accettato l'incarico affidatogli assumendo l'impegno a una gestione unitaria
LOCANA - Goiettina confermato segretario del Pd nelle valli
LOCANA - Goiettina confermato segretario del Pd nelle valli
«Siamo un gruppo di giovani che vuole costruire opportunità sul territorio» ha detto il riconfermato segretario del partito di Renzi
IVREA - Tribunale condanna Vodafone: «Trasferimenti illegittimi». I lavoratori devono tornare in Canavese
IVREA - Tribunale condanna Vodafone: «Trasferimenti illegittimi». I lavoratori devono tornare in Canavese
Avevano ragione i lavoratori: il trasferimento deciso da Vodafone per 19 di loro era illegittimo. Questa mattina il giudice del Lavoro ha dato torto all'azienda telefonica che, due mesi fa, aveva spedito 19 dipendenti da Ivrea a Milano
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore