ASA - Appello del sindacato: «Basta creare allarmismo»

| Ci scrive Roberto Falletti, delegato Uil dell'ex Asa (ora Teknoservice)

+ Miei preferiti
ASA - Appello del sindacato: «Basta creare allarmismo»
Ci scrive Roberto Falletti, delegato Uil dell'ex Asa (ora Teknoservice). La sua è una lettera accorata che auspica una rapida risoluzione dei problemi che stanno nuovamente gettando pesanti ombre sul futuro dell'azienda di raccolta rifiuti. Ombre che, in realtà, si ripercuotono sui lavoratori. Ecco che cosa ci ha scritto.
 
«Come delegato aziendale Uil, ma soprattutto come dipendente, vorrei gentilmente comunicare quanto sento nel cuore. Abbiamo passato tre anni di dura agonia, lottando pur di non morire, afflitti da un male terribile, il fallimento aziendale, che ci dava poche possibilità di vita. Abbiamo visto molte maschere e pochi volti nella nostra crisi, lo abbiamo urlato dalla diga del Serrù a Roma, dai tetti arroventati della nostra azienda al cero del Santo Padre. Molte promesse abbiamo sentito; pochi fatti sono stati realizzati. Una cosa è certa: il commissario Ambrosini non ha mai voluto spegnere la fiammella della speranza e il risultato c'è stato (seppur non soddisfacente in pieno, perché non ha visto il salvataggio completo dei dipendenti Asa, che erano e sono 238 ). 
 
Chi è fuori ora ha bisogno di quelle spettanze che sono ossigeno puro per non far spegnere la fiammella della speranza nel tunnel della disoccupazione. Quel tunnel che a volte, da lontano, fa intravedere una luce, il più delle volte illusione ottica. Il commissario farà quello che deve, ne sono sicuro. Il pubblico può nuovamente cercare di aiutare i lavoratori Asa a non soffrire, versando urgentemente i soldi e dando la possibilità al commissario di pagare le spettanze dovute.
 
Da qualche giorno leggiamo con preoccupazione un susseguirsi d'informazioni su presunte irregolarità nell’affidamento alla Teknoservice di Piossasco del ramo d’azienda relativo alla raccolta dei rifiuti. Dal momento che non si può giocare sulla pelle delle persone, soprattutto in un territorio già provato da tempo dalla crisi, è corretto essere precisai e non prestarsi a facili allarmismi che, in nome della “giustizia” e della “chiarezza” non fanno che nascondere interessi privati di alcune aziende. 
 
I contratti stipulati prima dell’adozione dei provvedimenti dell'Ivass (l'istituto di vigilanza per le assicurazioni ndr) restano validi ed efficaci. La Teknoservice, secondo quanto da noi accertato, ha stipulato il contratto di assunzione dei servizi in data 14/10/2013. In quell’occasione ha presentato una fidejussione, a garanzia della corretta esecuzione delle prestazioni, della Onix Asigurari (la compagnia bloccata dall'Ivass a fine anno) che, essendo antecedente il 23 dicembre, è perfettamente valida.
 
Inoltre, la Teknoservice, sempre in data 14/10/2013 ha stipulato il contratto di acquisizione del ramo d’azienda direttamente dalla procedura straordinaria, presentando una fidejussione di una società italiana (tra l’altro di Torino) del tutto estranea a queste vicende. I documenti dicono questo e nulla più. Lo stesso Consorzio Canavesano Ambiente ha negato di aver mai considerato la fidejussione della Onix Asigurari come inefficace o non valida. A chi giova questo clima di paura e di allarme sul futuro? Sicuramente non alle famiglie dei dipendenti, sicuramente non al territorio. E pensiamo neanche al Consorzio Canavesano o alla procedura straordinaria, che hanno trovato una soluzione dopo quattro anni di crisi. 
 
Concludo sperando che si trovi una soluzione per liquidare nel più breve tempo possibile le spettanze, soprattutto a chi è rimasto senza lavoro. Auspicando che i Comuni ancora in debito verso la procedura possano sanare la loro posizione nel più breve tempo possibile, per dare modo a chi lavora in Teknoservice di godere finalmente della serenità che si merita».
Politica
AGLIE' - Dopo sette aste andate deserte è stato venduto il palazzo Pavignano di fronte al castello ducale
AGLIE
L’immobile, che si affaccia sulla stessa piazza della dimora patrimonio dell’umanità Unesco, è andato a una società di Torino che fa riferimento alla Mattioda Costruzioni. Di fatto la proprietà resterà canavesana
IVREA - L'Anpi regala la Costituzione in arabo, francese, inglese e russo
IVREA - L
Sono state distribuite dall'associazione, presso la Scuola CPIA in via Dora Baltea a Ivrea, le prime Costituzioni tradotte
PONT - Il gruppo «Insieme per Pont» vara il silenzio stampa Facebook
PONT - Il gruppo «Insieme per Pont» vara il silenzio stampa Facebook
Una protesta inusuale quella del gruppo, piazza virtuale dove da diversi anni si commentano fatti e notizie del paese
MAPPANO - Respinto il ricorso urgente del comitato pro Comune
MAPPANO - Respinto il ricorso urgente del comitato pro Comune
Il ricorso, presentato dal comitato, rilevava una disparità di trattamento tra i cittadini dei concentrici e quelli di Mappano
PARCO GRAN PARADISO - I sindaci del Canavese scrivono al governo: «Vogliamo contare di più»
PARCO GRAN PARADISO - I sindaci del Canavese scrivono al governo: «Vogliamo contare di più»
Nei giorni in cui alla Camera dei Deputati è in fase di esame il disegno di legge sulle aree protette, i Sindaci dell'Unione montana Gran Paradiso hanno inviato una lettera a tutti i Capigruppo della Camera
CUORGNE' - Il muro diventa arte: il sindaco Pezzetto ringrazia
CUORGNE
Come sindaco sono estremamente grato e felice dell'idea e del risultato: mi auguro possa essere il primo tassello di un mosaico
STRAMBINO - Si riuniscono i soci di Nova Coop
STRAMBINO - Si riuniscono i soci di Nova Coop
All’ordine del giorno l’approvazione del Bilancio 2016, chiuso con ricavi da vendite e prestazioni per circa 11 milioni di euro
CANAVESE - In arrivo altri disagi per chi usa le ferrovie di Gtt
CANAVESE - In arrivo altri disagi per chi usa le ferrovie di Gtt
Dopo due anni di tavoli di trattative, l'altra mattina brutta fumata nera per la negoziazione del Settore Tecnico Ferrovie
MAPPANO COMUNE - Sentenza del Tar Piemonte il 31 maggio
MAPPANO COMUNE - Sentenza del Tar Piemonte il 31 maggio
Il «Comitato per la costituzione di Mappano Comune» ha presentato istanza urgente per bloccare il ricorso di Borgaro e Leini
IVREA - Salvatore Borsellino in città a 25 anni da via D'Amelio
IVREA - Salvatore Borsellino in città a 25 anni da via D
L'agenda rossa di Paolo Borsellino è sparita subito dopo l'attentato di stampo mafioso del 19 luglio 1992 in cui perse la vita
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore