BORGARO - Autobus separati per i rom: la proposta shock arriva dal sindaco Pd

| Polemiche e attacchi politici da tutta Italia ma la situazione è davvero esplosiva sul campo nomadi. Interviene anche il leghista Roberto Calderoli

+ Miei preferiti
BORGARO - Autobus separati per i rom: la proposta shock arriva dal sindaco Pd
«Una provocazione». Il sindaco Claudio Gambino (PD) e l’assessore Luigi Spinelli (Sel) definiscono così la proposta choc, di creare due linee bus separate: una per i nomadi, una per i borgaresi. Proposta che oggi ha fatto il giro dello stivale, suscitando ogni genere di commenti. Un modo per alzare la voce e far finalmente discutere le istituzioni su un problema che affligge Borgaro da oltre 20 anni: quello della difficilissima convivenza tra il campo nomadi di strada Aeroporto e i borgaresi. 
 
Convivenza divenuta in questi ultimi mesi, ormai impossibile. «La sinistra ha abbracciato l'apartheid un secolo dopo la sua soppressione? Farebbe ridere se non ci fosse da piangere, con un sindaco PD che propone di riservare agli zingari una linea di trasporto pubblico dedicata al campo nomadi – sbotta Maurizio Marrone, capogruppo di Fratelli d’Italia-An in consiglio regionale e nel parlamentino subalpino - pagata ovviamente con soldi pubblici delle nostre tasse e dove, evidentemente, non sarà obbligatorio rispettare la legge italiana e la civile convivenza». E prosegue: «se gente abituata a delinquere molesta i cittadini onesti sul pullman si obbliga i delinquenti ad osservare la legge oppure a rinunciare ai mezzi pubblici, non si crea il "pullman dell'illegalita" dove vige la non-legge rom. Per fortuna dall'opposizione in consiglio comunale di Borgaro arrivano proposte alternative credibili». 
 
Spiega Marco Latella, consigliere comunale di opposizione a Borgaro: «Da mesi proponiamo di aderire al protocollo ministeriale “mille occhi sulle città” che è già attivo in diverse città italiane e, a costo zero, si potrebbe prevedere la possibilità di avere agenti di polizia privata a presidio delle fermate o direttamente sui pullman. Troviamo la soluzione da apartheid del sindaco Gambino e dell’assessore Spinelli inutile e costoro, visto che l’accesso alla linea 69 oltre a non essere protetto prevedrebbe ben due linee distinte, a questo punto avrebbe più senso prolungare la linea 46, pagata con i soldi dei borgaresi e spostare al  campo rom solo il capolinea del 69, senza farlo passare dal territorio cittadino». 
 
Ma, se dal centrodestra arrivano critiche pungenti nondimeno dal centro sinistra e soprattutto da Sel più che mai intenzionata ad espellere l’assessore Spinelli. Michele Curto, ex assessore di Borgaro, ora consigliere a Torino dal suo profilo Facebook esprime tutto il suo disgusto contro la proposta della giunta Gambino: «Sono personalmente offeso e indignato dalla proposta del Comune di Borgaro, lo sono da borgarese, ho preso per anni quella navetta e conosco il problema, ho vissuto a pochi chilometri da Borgaro in una struttura, il DADO di Settimo, insieme a famiglie rom e rifugiati richiedenti asilo. Ho sostenuto Luigi Spinelli e il sindaco Claudio Gambino alle scorse elezioni, ma non esiste nulla di più lontano dalla mia storia e dal mio modo di pensare e di vivere la politica. Una proposta del genere me la sarei aspettata da un sindaco leghista non da un'amministrazione di centro sinistra e da un assessore di Sel». Poi prosegue ancora: «penso che non si possa dire nulla se non che è una vergogna. Chiediamo che la proposta venga immediatamente ritirata, se era una provocazione, provoca solo disgusto e genera ulteriore odio. Si apra invece un immediato tavolo istituzionale per dare risposte vere e di prospettiva ai rom e al loro diritto di inclusione e alla popolazione borgarese, spendendo correttamente e proficuamente i fondi che Torino ha ricevuto per l’emergenza rom». 
 
«L’ipocrisia della sinistra non ha limiti – è il commento dalla sua pagina Facebook dell’ex ministro della Lega Nord, Roberto Calderoli - se fosse stata la Lega a ipotizzare  bus separati per i rom, quali e quante accuse di razzismo, xenofobia, nazismo e quant’altro ci sarebbero piovute addosso. Ora è un sindaco del Pd a proporre linee differenziate, per cercare di arginare violenze e crimini ai danni degli italiani, in accordo con il suo assessore di Sel. Dove sono le anime belle? Altro che pensare alla cittadinanza per i figli degli immigrati: i problemi veri sono questi e complimenti agli amministratori di Borgaro che anche se di sinistra hanno ascoltato la loro gente».  Tanti commenti e tante critiche, ma nessuna vera proposta.
Politica
CASTELLAMONTE - La Mostra della Ceramica si fa: dal 9 al 24 settembre
CASTELLAMONTE - La Mostra della Ceramica si fa: dal 9 al 24 settembre
Il sindaco Pasquale Mazza garantisce: «Stiamo già lavorando per dare la giusta continuità alle nostre tradizioni»
CANAVESE - La Appendino propone un ex Asa per la Smat: Rostagno guida la protesta dei sindaci
CANAVESE - La Appendino propone un ex Asa per la Smat: Rostagno guida la protesta dei sindaci
Sul nome di Fabio Sessa, indicato dal sindaco di Torino, Chiara Appendino, per il nuovo vertice della Smat, scoppia la rivolta dei sindaci dell'alto Canavese. Pronto il voto contrario se Torino non cambierà il candidato
MONTALENGHE - Grosso accende la nuova luce del centro storico
MONTALENGHE - Grosso accende la nuova luce del centro storico
Il Comune di Montalenghe annuncia l'inizio del primo lotto di ammodernamento dell'illuminazione pubblica del centro paese
IVREA - Anpi in piazza: «La città è stata e sarà sempre antifascista»
IVREA - Anpi in piazza: «La città è stata e sarà sempre antifascista»
Dopo l'atto vandalico contro uno dei simboli della Resistenza in città la pronta reazione dell'Anpi e delle istituzioni locali
MAPPANO - Raccolta firme contro l'ordinanza dei 1000 divieti
MAPPANO - Raccolta firme contro l
A promuovere la petizione sono i consiglieri di opposizione e un nutrito gruppo di cittadini. Prima grana per il sindaco Grassi
IVREA - Atto vandalico firmato «Decima Mas» danneggia simbolo della Resistenza sul lungo Dora - FOTO
IVREA - Atto vandalico firmato «Decima Mas» danneggia simbolo della Resistenza sul lungo Dora - FOTO
Oggi pomeriggio, sabato 22 luglio, alle ore 17,30, l'Anpi di Ivrea e basso Canavese invita associazioni e cittadini, sul Lungo Dora di Ivrea «per manifestare con tranquilla fermezza la condanna per l'episodio»
RIVAROLO - Il centro storico vietato alle auto? «Nei prossimi mesi»
RIVAROLO - Il centro storico vietato alle auto? «Nei prossimi mesi»
Il Comune di Rivarolo tornerà alla carica sul progetto «Ztl» dopo la sperimentazione dell'anno scorso relativa a via Ivrea
MAPPANO - Non si è dimesso il segretario comunale Bovenzi
MAPPANO - Non si è dimesso il segretario comunale Bovenzi
«Il Segretario Comunale, Umberto Bovenzi, ha confermato il suo impegno nel Comune di Mappano», si legge in una nota
CANAVESE - Richiedenti asilo in montagna? Il buon esempio di Chiesanuova e il sostegno dell'Uncem
CANAVESE - Richiedenti asilo in montagna? Il buon esempio di Chiesanuova e il sostegno dell
«Non devono sentirsi soli i sindaci che accolgono migranti e richiedenti asilo» dice l'Uncem. L'accoglienza diffusa auspicata dal ministro dell'Interno, Minniti, già si realizza in decine di Comuni montani piemontesi
VOLPIANO - Crisi Comital: Comune e Regione al fianco dei lavoratori
VOLPIANO - Crisi Comital: Comune e Regione al fianco dei lavoratori
L'assessora al Lavoro della Regione Piemonte, Gianna Pentenero, ha confermato la disponibilità ad aprire un tavolo tecnico
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore