BORGARO - Rinvio del bando periferie: sindaci vanno dal Prefetto

| «Abbiamo apprezzato la disponibilità del Prefetto che ha preso atto della preoccupazione di tutta la cintura torinese»

+ Miei preferiti
BORGARO - Rinvio del bando periferie: sindaci vanno dal Prefetto
Il Presidente di Legautonomie Piemonte e Sindaco di Collegno Francesco Casciano con Marco Orlando, direttore di Anci Piemonte; Marco Marocco, Vicesindaco Città Metropolitana di Torino; Maurizio Piazza, Sindaco di Beinasco; Claudio Gambino, Sindaco di Borgaro Torinese; Roberto Montà, Sindaco di Grugliasco; Eugenio Gambetta, Presidente del Consiglio Comunale di Orbassano; Franco Dessì, Sindaco di Rivoli; Fabrizio Puppo, Sindaco di Settimo Torinese; Marco Bongiovanni, Sindaco di San Mauro Torinese; Roberto Falcone, Sindaco di Venaria Reale; Giampiero Tolardo, Sindaco di Nichelino; hanno incontrato il Prefetto di Torino Renato Saccone, per manifestare la preoccupazione per la conversione in legge dell’Art 13 del Decreto Milleproroghe che, se approvato in Parlamento, toglierà ai territori i finanziamenti necessari per importanti progetti di riqualificazione urbana. Gli amministratori hanno consegnato una lettera al prefetto.

«Il decreto “Milleproroghe” prevede il rinvio delle convenzioni del cosiddetto “Bando Periferie”: contiene misure che a nostro parere potrebbero, se convertite in Legge, ingenerare una serie di ricorsi al TAR e alla Corte Costituzionale da parte degli Enti Locali beneficiari dei finanziamenti. Enti Locali a loro volta passibili di azioni legali da parte di soggetti pubblici e privati con cui abbiamo assunto impegni peraltro legittimi. La normativa contabile in vigore consente, infatti, dopo l’assunzione del parere della Corte di Conti sul disegno legislativo, di sottoscrivere gli atti convenzionali sulla base dei quali gli Enti sono autorizzati ad iscrivere in Bilancio gli stanziamenti di spesa e ad assumere i conseguenti impegni contrattuali con le parti terze». 

«Abbiamo apprezzato la disponibilità del Prefetto che ha preso atto della forte preoccupazione di tutta la cintura torinese della Città metropolitana e comunicherà al Governo quanto oggi ascoltato con particolare rilievo sugli effetti sull’area torinese –  ha dichiarato il presidente di Legautonomie Piemonte e Sindaco di Collegno Francesco Casciano - auspichiamo che si comprenda appieno la portata di questo provvedimento che causerebbe moltissimi problemi sia sotto l’aspetto legale  sia per le implicazioni sociali e per la necessità urgente di riqualificare le periferie urbane».

Politica
ELEZIONI EUROPEE - Ingria, in Valle Soana, batte tutti i record: la Lega supera quota 83% - I DATI DEL VOTO
ELEZIONI EUROPEE - Ingria, in Valle Soana, batte tutti i record: la Lega supera quota 83% - I DATI DEL VOTO
Percentuale bulgara ad Ingria, il piccolo Comune della Valle Soana, già Comune più leghista d'Italia alle politiche dell'anno scorso, quando il carroccio si fermò «solo» al 62% delle preferenze. Con le europee stabilito un nuovo record
ELEZIONI EUROPEE - Vince Salvini: la Lega supera il 34%. Primo partito in quasi tutti i Comuni del Canavese
ELEZIONI EUROPEE - Vince Salvini: la Lega supera il 34%. Primo partito in quasi tutti i Comuni del Canavese
Un'affermazione che ribalta il risultato delle politiche di un anno fa, quando la Lega aveva preso la metà dei voti ed era dietro al Movimento 5 Stelle. I grillini di Di Maio perdono anche il confronto con il Pd e scendono al 17%
ELEZIONI EUROPEE - Oltre il 44%: a Cuorgnè è record del carroccio
ELEZIONI EUROPEE - Oltre il 44%: a Cuorgnè è record del carroccio
Nemmeno la somma dei tre partiti che inseguono arriva al 44,04% del carroccio che ha fatto registrare una percentuale da urlo
ELEZIONI EUROPEE - A Castellamonte la Lega doppia il Pd - I DATI
ELEZIONI EUROPEE - A Castellamonte la Lega doppia il Pd - I DATI
Il Partito Democratico non supera i 1000 voti e si ferma al 20,1% con 847 preferenze. Fa peggio il Movimento 5 Stelle
ELEZIONI EUROPEE - Ciriè conferma il trend nazionale della Lega
ELEZIONI EUROPEE - Ciriè conferma il trend nazionale della Lega
Cinque anni fa il Pd aveva stravinto la tornata con 4000 voti e il 44% dei consensi. La Lega, con 584 voti, si era fermata al 6,3%
ELEZIONI EUROPEE - La Lega sfonda anche a Chivasso - TUTTI I DATI
ELEZIONI EUROPEE - La Lega sfonda anche a Chivasso - TUTTI I DATI
Andamento nazionale confermato un po' per tutti i partiti maggiori con Pd, Movimento 5 Stelle e Forza Italia sempre in netto calo
ELEZIONI EUROPEE - A Rivarolo Lega super: è il primo partito - I DATI
ELEZIONI EUROPEE - A Rivarolo Lega super: è il primo partito - I DATI
Il risultato potrebbe avere risvolti sulle elezioni amministrative il cui spoglio inizierà nel tardo pomeriggio dopo le regionali
ELEZIONI EUROPEE - A Leini la Lega doppia gli avversari - I DATI
ELEZIONI EUROPEE - A Leini la Lega doppia gli avversari - I DATI
Rispetto alle europee di cinque anni fa il Pd ha visto più che dimezzarsi i consensi. Crollo anche di Cinque Stelle e Forza italia
ELEZIONI EUROPEE - Ad Ivrea il Pd è ancora il primo partito - I DATI
ELEZIONI EUROPEE - Ad Ivrea il Pd è ancora il primo partito - I DATI
Sotto le rosse torri, dove Casaleggio ha promosso il recente happening «Sum», il Movimento 5 Stelle non va oltre l'11,6%
ELEZIONI REGIONALI - Alberto Cirio verso la presidenza: secondo gli exit poll netta sconfitta di Chiamparino
ELEZIONI REGIONALI - Alberto Cirio verso la presidenza: secondo gli exit poll netta sconfitta di Chiamparino
Alberto Cirio del centodestra vola verso la presidenza della Regione Piemonte. Questo secondo l'exit poll realizzato dal consorzio Opinio Italia per la Rai. Cirio andrebbe a vincere con una forchetta del 45-49%. Molto indietro Chiamparino
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore