BORGOFRANCO - Il sindaco spegne il WiFi: Legambiente plaude

| «L'attenzione mediatica deve essere un’occasione per affrontare con serietà il problema dell’uso dei dispositivi elettronici»

+ Miei preferiti
BORGOFRANCO - Il sindaco spegne il WiFi: Legambiente plaude
«La risonanza mediatica che ha avuto la decisione dell’amministrazione di Borgofranco di sostituire l’accessibilità ad internet con una rete cablata invece che con la tecnologia WiFi, dimostra che la questione tocca molteplici aspetti, tutti di grande rilevanza. Riteniamo pertanto che tale attenzione mediatica sia un’occasione per affrontare con serietà il problema dell’uso dei dispositivi elettronici in tutti i suoi risvolti a cominciare da quello della loro pericolosità per la salute. Un approccio serio non può che rifiutare l’argomentazione, riportata in molti articoli a commento della scelta di Borgofranco: “Ma tanto c’è dappertutto”, “Un cellulare è più pericoloso” o “Finchè non ci sono dati certi non mi preoccupo”.
 
Nel 2011 lo Iarc (agenzia internazionale di ricerca sul cancro) ha inserito i campi elettromagnetici a radiofrequenza nella categoria 2B che comprende tutti gli elementi che possono avere effetti cancerogeni. Non ci sono dati certi perché gli studi epidemiologici richiedono tempi lunghi di rilevazione. Sappiamo inoltre che i campi elettromagnetici rappresentano un rischio maggiore per i bambini. Ed è per questo che riteniamo che sia una scelta prudente quella di utilizzare un cavo per collegarsi ad Internet invece che un ponte radio. In una scuola i bambini passano dalle 5 alle 8 ore al giorno a differenza di una piazza, un bar, una stazione dove si passa o si sosta per  poco tempo. D'altra parte per un'utenza che non ha necessità di mobilità, come gli insegnati e gli alunni all'interno di in un edificio scolastico, la rete cablata oggi offre prestazioni migliori di una rete senza fili. 
 
Inoltre i vincoli normativi relativi alla sola intensità del campo elettrico sembrano oggi obsoleti di fronte ad alcune evidenze sperimentali che dimostrano l'influenza di altre variabili come la durata dell'esposizione o la frequenza del segnale. Non si tratta pertanto di negare l’uso di una tecnologia ma di valutare le alternative che abbiamo a disposizione per ottenere lo stesso risultato minimizzando il rischio per la salute.  Questo ci pare l’atteggiamento corretto e di buon senso a meno di non essere subalterni alla “novità” ad ogni costo che poi si rivela essere sempre subalternità ad interessi economici. Crediamo che sia necessario organizzare una discussione pubblica con genitori e cittadini a partire da Borgofranco che coinvolga tutto il territorio. La nostra salute, e quella dei bambini, è sottoposta a rischi che provengono da una molteplicità di fonti. La tecnologia, la conoscenza ci deve aiutare a ridurli non ad accrescerli».
Dove è successo
Politica
RIVAROLO - Comitato pro circonvallazione: «Sindaco spiacevole»
RIVAROLO - Comitato pro circonvallazione: «Sindaco spiacevole»
«La nostra gratitudine va a tutti coloro che sono venuti al gazebo o che ci hanno fatto pervenire il loro sostegno sui social»
CANAVESE - 1,5 miliardi di euro per nuovi ospedali in Piemonte: Ivrea esclusa. «Diamoci da fare per l'ospedale unico»
CANAVESE - 1,5 miliardi di euro per nuovi ospedali in Piemonte: Ivrea esclusa. «Diamoci da fare per l
Si rinnova l'appello alla politica per trovare risorse e location di quello che potrebbe diventare il nuovo ospedale del Canavese. Luigi Sergio Ricca, sindaco di Bollengo, rinnova l'appello al collega di Ivrea e a tutti i primi cittadini
VOLPIANO - Crisi Comital: due cordate in visita allo stabilimento
VOLPIANO - Crisi Comital: due cordate in visita allo stabilimento
Ora i sindacati chiedono di congelare i 138 licenziamenti dal momento che è possibile avviare una trattativa con gli acquirenti
IVREA - Contro Vodafone parte la campagna di boicottaggio
IVREA - Contro Vodafone parte la campagna di boicottaggio
Rifondazione Comunista ha convocato un presidio-flash mob per il lancio di una campagna di boicottaggio contro Vodafone
CASTELLAMONTE - La ceramica anche al Day Service Riabilitativo
CASTELLAMONTE - La ceramica anche al Day Service Riabilitativo
«Ancora una volta dal fare sistema tra istituzioni e realtà territoriali nascono opportunità a vantaggio della comunità»
CASTELLAMONTE - Due giorni di festa per i pensionati della Cgil
CASTELLAMONTE - Due giorni di festa per i pensionati della Cgil
La lega 33 dello Spi-Cgil, il sindacato pensionati, festeggia la sua presenza sul territorio del Canavese con due giorni di eventi
CASELLE - 70 mila euro per ancorare le tegole che volano con gli aerei
CASELLE - 70 mila euro per ancorare le tegole che volano con gli aerei
E' lo stanziamento per ancorare le tegole sui tetti delle case e fare in modo che non volino via con gli aerei che atterrano
INGRIA - Il piccolo Comune si schiera con il popolo Catalano
INGRIA - Il piccolo Comune si schiera con il popolo Catalano
Arriva anche dal Canavese un piccolo sostegno alla causa del popolo Catalano, pronto a chiedere l'indipendenza dalla Spagna
MAPPANO - «In 100 giorni il Comune ha prodotto solo 5 delibere»
MAPPANO - «In 100 giorni il Comune ha prodotto solo 5 delibere»
E' un bilancio negativo quello tracciato dall'opposizione dopo i primi 100 giorni di governo della giunta guidata da Grassi
FELETTO - Una scuola più bella grazie anche all'aiuto dei profughi
FELETTO - Una scuola più bella grazie anche all
Prima dell'inaugurazione dei locali è stata presentata anche l'iniziativa del Comune chiamata «Bimbi accompagnati»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore