CANAVESANA - La Regione Piemonte ammette: non ci sono soldi per elettrificare la Rivarolo-Pont Canavese

| I recenti disservizi e le prospettive della linea Sfm1 sono stati oggetto della riunione convocata dall’assessore ai Trasporti alla quale hanno partecipato i Comuni interessati, GTT e Agenzia della mobilità

+ Miei preferiti
CANAVESANA - La Regione Piemonte ammette: non ci sono soldi per elettrificare la Rivarolo-Pont Canavese
I recenti disservizi e le prospettive della linea Sfm1 sono stati oggetto della riunione convocata dall’Assessore ai Trasporti della Regione Piemonte alla quale hanno partecipato i comuni interessati dalla tratta, GTT e l’Agenzia della Mobilità Piemontese. L’ingegner  Fantini di GTT ha provato a spiegarne le cause. In particolare a partire da settembre 2016, in seguito all’incidente ferroviario avvenuto in Puglia lo scorso luglio, L’ANSF (l’agenzia per la Sicurezza Ferroviaria) ha imposto alle linee non gestite da RFI, ma connesse alla rete nazionale (ed è il caso della tratta da Pont a Settimo Torinese che è gestita direttamente da GTT) ma non dotate del sistema di sicurezza marcia-treno SCMT, alcune disposizioni atte ad aumentare il livello di sicurezza.
 
Nello specifico la necessità del doppio macchinista e la limitazione a 70km/h della velocità di marcia del treno. Tali disposizioni, su una tratta a binario unico come la Sfm1, hanno causato un aumento del fabbisogno di personale ed una maggior sensibilità dell’esercizio ad eventuali perturbazioni (minor possibilità di recupero di eventuali ritardi, minori margini per l’effettuazine degli incroci ecc…). Questo ha prodotto un peggioramento delle performance e la necessità di assumere nuovo personale che però sta effettuando la necessaria formazione e non è ancora utilizzabile in servizio. Per risolvere questa carenza di macchinisti, GTT ha comunicato che intende anticipare dalla prossima settimana quanto già programmato per giugno, ovvero l’effettuazione dell’esercizio delle tratte Pont-Rivarolo e Germagnano-Ceres con servizio sostitutivo Bus, così da avere a disposizione un maggior numero di macchinisti per l’esercizio da Rivarolo a Chieri.
 
In prospettiva l’Assessore ai Trasporti ha ricordato come la Regione abbia investito in maniera significativa su questa tratta. 2,8 milioni nel bilancio 2017 che si aggiungeranno ai 3,5 già stanziati negli anni 2015 e 2016 e agli 11,8 milioni di fondi FSC destinati alla messa in sicurezza della linea ed in particolare alla dotazione del sistema SCMT (dapprima nella tratta da Settimo a Rivarolo entro il 2018 e successivamente anche fino a Pont) e all’attrezzaggio di nuovi dispositivi sui Passaggi a Livello. Il sistema SCMT consentirà di eliminare la limitazione della velocità a 70 all’ora e l’obbligo del doppio macchinista, superando definitivamente le attuali problematicità di esercizio. Ulteriori benefici si registreranno con gli investimenti migliorativi in tecnologia di RFI a Settimo che consentiranno una maggior capacità di gestione di inserimento dei treni nel nodo di Torino, causa frequente di ritardi e disservizi, e che saranno completati entro la fine del prossimo anno.
 
E’ stata anche l’occasione per parlare di elettrificazione della tratta Pont Rivarolo e l’assessore ai Trasporti ha ricordato che, fino a quando la linea sarà di proprietà regionale, difficilmente si potranno trovare le risorse necessarie, ma che sono già iniziate le trattative per la cessione a RFI che potrà così inserire l’investimento necessario nel proprio Contratto di Programma, a fronte di un modello di esercizio efficiente e sostenibile. Nel frattempo non bisognerà rinunciare a individuare soluzioni alternative che consentano il contenimento dei tempi di percorrenza (evitando rotture di carico ed esempio tramite l’utilizzo di treni bimodali che potrebbero essere reperiti con i fondi destinati all’acquisto di materiale rotabile). Si è infine concordato l’istituzione di un tavolo periodico per fare il punto della situazione.
Dove è successo
Politica
RIVAROLO - Elezioni Eaton: vince la Uilm Canavese
RIVAROLO - Elezioni Eaton: vince la Uilm Canavese
La Uilm del Canavese è l’organizzazione più votata in azienda con il 51.56%
FERROVIA CANAVESANA - La Cgil contro Gtt e Regione Piemonte: «Siamo delusi e incazzati»
FERROVIA CANAVESANA - La Cgil contro Gtt e Regione Piemonte: «Siamo delusi e incazzati»
Oggi prima giornata senza treni sulla Rivarolo-Pont Canavese e nessuna soppressione a sorpresa (almeno salvo imprevisti in serata) sulla tratta Rivarolo-Torino Porta Susa. Il sindacato, intanto, se la prende con azienda e Regione
RIVAROLO - La scuola di Argentera intitolata al maestro Caligaris
RIVAROLO - La scuola di Argentera intitolata al maestro Caligaris
A 18 anni dalla prima richiesta, la scuola primaria della frazione ha finalmente un nome, a ricordo di una persona illustre
RIVABANCA - I soci di Alba hanno approvato la fusione con Rivarolo e Rivara: si rafforza la Banca del Canavese
RIVABANCA - I soci di Alba hanno approvato la fusione con Rivarolo e Rivara: si rafforza la Banca del Canavese
Ospite d’eccezione all'assemblea il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani che ha assistito, oltre al via libera alla fusione con RivaBanca, anche al voto favorevole per l'ingresso di Banca d'Alba e del Canavese in Iccrea
ECONOMIA - Lo sviluppo del Canavese (ri)parte da 113 progetti: è il nuovo Piano di Sviluppo. Ora si cercano i soldi
ECONOMIA - Lo sviluppo del Canavese (ri)parte da 113 progetti: è il nuovo Piano di Sviluppo. Ora si cercano i soldi
Il Piano di Sviluppo del Canavese, presentato a Colleretto Giacosa, poggia su cinque assi tematici: Industria e attività produttive, Infrastrutture e trasporti, Formazione e istruzione, Turismo cultura e sport, Sanità e welfare
OZEGNA - Grande festa per l'autonomia del Comune - FOTO
OZEGNA - Grande festa per l
Ricorrenza storica per il Comune che oggi ha celebrato i 70 anni della propria riconquistata autonomia dopo la guerra
PONT CANAVESE - In autunno i lavori per la nuova scuola: il sindaco Coppo difende il progetto - FOTO
PONT CANAVESE - In autunno i lavori per la nuova scuola: il sindaco Coppo difende il progetto - FOTO
Affollata assemblea sul progetto della nuova scuola, venerdì sera, a Pont Canavese. L'opinione pubblica è divisa tra i favorevoli e i contrari alla proposta dell'attuale amministrazione comunale. Costo dei lavori 1,5 milioni di euro
PONT CANAVESE - No alla scuola: «Inutile e costosa: speriamo che il sindaco sia un Rockefeller della finanza»
PONT CANAVESE - No alla scuola: «Inutile e costosa: speriamo che il sindaco sia un Rockefeller della finanza»
Tra gli interventi quello del consigliere di minoranza Walter Portacolone (che anche in consiglio ha sempre esternato le sue perplessità) e dell'ex amministratore Massimo Motto
CASTELLAMONTE - Elezioni: Giovanni Maddio presenta il programma
CASTELLAMONTE - Elezioni: Giovanni Maddio presenta il programma
Giovanni Maddio e tutti i candidati della lista «Per la nostra terra, per la nostra città», hanno presentato il programma elettorale alla Casa della Musica
OZEGNA - Tutto il paese festeggia la rinascita del Comune autonomo
OZEGNA - Tutto il paese festeggia la rinascita del Comune autonomo
Nel 1929 il regime fascista impose a Ozegna, così come ad altri Comuni della zona, di diventare una frazione di Agliè
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore