CANAVESANA - Utenti in rivolta: «Intervengano i parlamentari»

| Tra rallentamenti obbligatori, stazioni parzialmente soppresse e treni che si rompono con una frequenza imbarazzante...

+ Miei preferiti
CANAVESANA - Utenti in rivolta: «Intervengano i parlamentari»
Riceviamo e (purtroppo) siamo costretti a pubblicare l'ennesimo grido d'allarme dei pendolari della ferrovia Canavesana. «Purtroppo» perchè, dopo anni di problemi, lamentele e incontri, i problemi dovrebbero essere acqua passata. Invece la situazione aziendale della Gtt, che gestisce la ferrovia, non permettere la risoluzione di alcun problema. Caso mai, tra rallentamenti obbligatori, stazioni parzialmente soppresse e treni che si rompono con una frequenza imbarazzante, i problemi sono persino aumentati...

«Scriviamo per denunciare ancora una volta i gravissimi disservizi che si stanno verificando sulla Ferrovia Canavesana gestita da GTT. In questi giorni stiamo impiegando mediamente un'ora e mezza per recarci in treno da Rivarolo a Torino. I treni, costretti a non superare la velocità di 50 km orari, sono in costante ritardo, con i convogli in partenza da Torino che sostano a Stura anche per 20 minuti negli orari di punta.

Nonostante la soppressione, per molte corse, della fermata di Feletto, con i conseguenti disagi per i pendolari, non solo i problemi non sono stati risolti, ma la situazione sembra addirittura peggiorata. Centinaia di persone usufruiscono quotidianamente del treno per raggiungere il capoluogo dal Canavese, subendo disagi degni di una ferrovia del Terzo Mondo, tanto che questa linea è già stata inserita fra le dieci peggiori d'Italia. Un calvario quotidiano, con danni incalcolabili per gli utenti – soprattutto lavoratori e studenti - che hanno pagato un abbonamento e non vedono rispettato l'orario. Sessioni di esame saltate, decurtazioni di stipendio per i ritardi sul posto di lavoro, coincidenze e visite mediche prenotate perse a causa dell'inefficienza del servizio sono solo alcuni esempi.

Siamo persone, non numeri, cittadini, non merci. Chiediamo alla Regione Piemonte di convocare con urgenza i responsabili di GTT per cercare di risolvere in tempi brevi una situazione diventata ormai insostentibile. Chiediamo una verifica attenta dell'effettiva esecuzione dei lavori di messa in sicurezza della linea nei tempi stabiliti. Sollecitiamo un interessamento dei Sindaci, della Città Metropolitana e dei Parlamentari canavesani per affrontare questa grave carenza nei collegamenti tra il Canavese e Torino. Se la Ferrovia Canavesana muore, muore l'intero territorio e l'agonia ormai sta durando da troppo tempo. Non possiamo più restare a guardare e subire in silenzio».
Un gruppo di pendolari

Politica
SAN GIUSTO CANAVESE - I volontari di Libera tutta la notte davanti alla casa confiscata al narcotrafficante Assisi - FOTO
SAN GIUSTO CANAVESE - I volontari di Libera tutta la notte davanti alla casa confiscata al narcotrafficante Assisi - FOTO
Una notte di presidio di fronte alla villa di San Giusto Canavese, confiscata a uno dei maggiori narcotrafficanti italiani, ma ancora oggi abbandonata, nonostante il tentativo messo in atto da ignoti di farla saltare in aria
SAN MAURIZIO CANAVESE - Adesso l'elicottero del 118 può atterrare anche di notte
SAN MAURIZIO CANAVESE - Adesso l
I numeri delle aree autorizzate in Piemonte per il volo notturno dell'elisoccorso del 118 sono ormai davvero importanti: circa 140 di cui la maggior parte nel territorio metropolitano torinese, ben 45
CANAVESE - Giornalisti da tutta Italia alla scoperta delle eccellenze canavesane
CANAVESE - Giornalisti da tutta Italia alla scoperta delle eccellenze canavesane
Ottimo riscontro per il primo Press Tour sul territorio canavesano organizzato dal Gruppo Turismo, Cultura e Sport di Confindustria Canavese
CANAVESANA - Taglio dei treni: per il Pd è una scelta «scellerata»
CANAVESANA - Taglio dei treni: per il Pd è una scelta «scellerata»
Francesca Bonomo, deputata canavesana del Partito Democratico, critica la scelta di eliminare le corse nel periodo estivo
REGIONE PIEMONTE - Alberto Cirio ha scelto la sua giunta: nessun canavesano tra gli assessori - I NOMI
REGIONE PIEMONTE - Alberto Cirio ha scelto la sua giunta: nessun canavesano tra gli assessori - I NOMI
Il presidente della Regione, Alberto Cirio, ha firmato il 14 giugno il decreto di nomina degli assessori che comporranno la nuova Giunta regionale ed ha attribuito loro le funzioni di cui dovranno occuparsi. Non ci sono canavesani in Giunta
DRAMMA DI PAVONE - Rifondazione contro il sindaco di Ivrea
DRAMMA DI PAVONE - Rifondazione contro il sindaco di Ivrea
«La presenza del sindaco al corteo che manifestava solidarietà solo verso una parte, il tabaccaio, è stata inopportuna»
ALPETTE - E' iniziato il terzo mandato del sindaco Silvio Varetto
ALPETTE - E
Prima dell'inizio dei lavori è stato osservato un minuto di raccoglimento in ricordo del candidato Giovanni Ferrero
VOLPIANO - Raffica di lavori della Smat su fognature e acquedotto
VOLPIANO - Raffica di lavori della Smat su fognature e acquedotto
Il sindaco De Zuanne: «Sul territorio investimenti per quasi 800mila euro nel 2019 grazie ai risultati economici positivi»
VALCHIUSELLA - Nuovi Cap nei nuovi Comuni di Valchiusa e Val di Chy
VALCHIUSELLA - Nuovi Cap nei nuovi Comuni di Valchiusa e Val di Chy
Dal 17 giugno saranno operativi i nuovi Codici di Avviamento Postale (CAP) attribuiti ai Comuni di Val di Chy e Valchiusa
IVREA - Un gesto di solidarietà per una famiglia bisognosa
IVREA - Un gesto di solidarietà per una famiglia bisognosa
Tutto è partito da Ivrea Parcheggi che ha dismesso un'auto per donarla al Comitato di Ivrea della Croce Rossa Italiana
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore