CANAVESE A BUROCRAZIA ZERO - Arriva il primo «si» anche da Roma

| «E’ un passo decisivo verso il rilancio del Canavese» dicono i promotori dell'iniziativa: Fabrizio Gea di Confindustria, Francesca Bonomo del Pd e il sindaco Beppe Pezzetto

+ Miei preferiti
CANAVESE A BUROCRAZIA ZERO - Arriva il primo «si» anche da Roma
L’onorevole Pd Francesca Bonomo, Fabrizio Gea, Presidente di Confindustria Canavese e il sindaco di Cuorgnè, Giuseppe Pezzetto, esprimono grande soddisfazione per l’approvazione in Conferenza Unificata Stato-Regioni ed Autonomie Locali della “Proposta di convenzione finalizzata all’attivazione di percorsi sperimentali di semplificazione amministrativa per gli impianti produttivi e le attività delle imprese sul territorio piemontese”. In altre parole, un primo passo per fare del Canavese un'area a «burocrazia zero», dove sarà più facile investire e avviare un'azienda. «E’ un passo decisivo verso il rilancio del Canavese attraverso la sperimentazione della zona a burocrazia zero, un’iniziativa frutto di un percorso di grande collaborazione tra le istituzioni territoriali e nazionali e le associazioni datoriali piemontesi» conferma Francesca Bonomo. «Un ottimo esempio di gioco di squadra per il territorio». 
 
Come ricorda il Presidente di Confindustria Canavese Fabrizio Gea, «Quest’area è stata per anni la locomotiva economica del Piemonte che ha recentemente vissuto una profonda trasformazione passando dalla presenza di grandi aziende a quella di tantissime piccole-medie imprese impegnate in settori tra loro molto diversificati. Oggi, grazie a questa convenzione, viene data l’opportunità alle aziende di dialogare in modo nuovo con l’amministrazione pubblica nell’interesse generale di sviluppare nuova impresa e quindi nuovo lavoro».
 
Da qui la proposta elaborata più di tre anni fa dal sindaco Pezzetto insieme a Confindustria Canavese per avviare iniziative di semplificazione volte a ridurre i costi e i tempi di insediamento delle imprese, a promuovere e ad accelerare lo sviluppo economico del territorio. La proposta è stata subito condivisa dai sindaci dei Comuni del territorio: «Un lavoro di approfondimento nel quale sono stati coinvolti amministratori locali e rappresentanti politici, la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Torino, le associazioni datoriali e sindacali, con un’ottima regia Regionale che, nel corso di due legislature diverse, ha saputo coordinare gli attori coinvolti» afferma il sindaco di Cuorgnè, Beppe Pezzetto.
 
Una collaborazione che è andata oltre gli steccati della politica. «Dall’allora Presidente Roberto Cota, con la collaborazione degli Assessori competenti Claudia Porchietto e Gilberto Pichetto Fratin e dei consiglieri Pentenero, Novero e Tentoni, abbiamo avuto la piena disponibilità a sostenere l’iniziativa e la volontà di collaborazione con il Governo ed i Ministeri competenti - dice la Bonomo - per poter destinare risorse governative da abbinare a quelle regionali, allo scopo di aumentare la potenzialità delle misure. A livello nazionale ho voluto proseguire l’ottimo lavoro iniziato nella scorsa legislatura dagli onorevoli Cambursano, Fluttero e Togni, con l’interrogazione che portò all’attenzione dei ministeri competenti le iniziative di rilancio del Canavese». 
 
Il vaglio dato oggi dalla Conferenza Unificata Stato-Regioni ed Autonomie Locali dà un’ulteriore garanzia di condivisione e di rispetto della normativa vigente. L’ultimo passaggio previsto è quello della firma da parte dei Ministeri coinvolti: poi, finalmente, saranno avviati i percorsi sperimentali di informatizzazione e semplificazione di tutti i procedimenti burocratici con il coordinamento dei Suap. «Finalmente un’opportunità che dà speranza ad un’area di forte tradizione imprenditoriale che ha sempre dimostrato una grande capacità di rinnovarsi e reinventarsi. Sono convinta che non appena la fase sperimentale avviata in Canavese darà i primi frutti, lo strumento della Zona a Burocrazia Zero sarà ampliata in tutto il territorio Piemontese» conclude Francesca Bonomo.
Politica
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all'attacco
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all
Una nota contro l’insegnante arriva dal Pd di Castellamonte, città dove la maestra ha effettivamente insegnato per qualche tempo
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
L'insegnante avrebbe reso pubbliche le proprie preferenze politiche su diversi post che sono stati pubblicati sul profilo Facebook. Profilo che, nei giorni scorsi è stato oscurato. La Regione ha segnalato il caso anche al provveditorato
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
«Non sono fascista: la mia era una ricerca sociologica per vedere quali potevano essere le reazioni della gente quando si parla di un argomento delicato come il fascismo». Alessandro Pettorruso si difende dopo la segnalazione alla polizia
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
Forza Nuova si schiera al fianco dell'insegnante segnalata alla Polizia Postale dalla Regione dopo alcune frasi inneggianti il fascismo pubblicate su Facebook: «In Piemonte è diventato pericoloso anche solo pensare»
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l'addio a Teknoservice e Cca
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l
Il pensiero del sindaco è chiaro e sarà discusso, domani, in consiglio regionale. Il CCA e Teknoservice costano troppo
CASO SMAT - Chiono attacca Rostagno e difende Appendino: «Dal sindaco di Rivarolo lettera menzognera»
CASO SMAT - Chiono attacca Rostagno e difende Appendino: «Dal sindaco di Rivarolo lettera menzognera»
Durissima lettera del sindaco di Busano contro il collega di Rivarolo in merito alla nomina di un ex Asa per la Smat: «Non si è documentato ed esprime giudizi, oltretutto inviando un documento menzognero ai colleghi sindaci»
CASTELLAMONTE - Addio zona blu dal 6 novembre: Mazza conferma
CASTELLAMONTE - Addio zona blu dal 6 novembre: Mazza conferma
Non sarà rinnovato il contratto con la ditta che gestisce i parcheggi a pagamento. Dopo tre anni le strisce torneranno bianche
CASO SMAT - Rostagno ribadisce il suo No alla nomina dell'ex Asa: «La scelta resta inopportuna»
CASO SMAT - Rostagno ribadisce il suo No alla nomina dell
E sulla difesa di Chiono, Rostagno rivela un particolare: «Chiono è stato di Sessa anche il testimone di nozze. Non mi stupisce questa sua difesa d'ufficio». Alla fine la Appendino ha deciso di non recepire il suggerimento di Rostagno
IVREA - La biblioteca è senza il certificato prevenzione incendi
IVREA - La biblioteca è senza il certificato prevenzione incendi
Una carenza gravissima che è oggetto della mozione presentata dai consiglieri comunali Francesco Comotto e Alberto Tognoli
CASO SMAT - La Appendino tira dritto e conferma la nomina dell'ex Asa per il consiglio di amministrazione
CASO SMAT - La Appendino tira dritto e conferma la nomina dell
Per ora la lettera del sindaco di Rivarolo Canavese non ha sortito effetti: nella nuova terna presentata dal Comune di Torino c'è ancora il nome di Fabio Sessa. Nome che ha sollecitato la reazione dei sindaci canavesani
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore