CANAVESE - Aprono le nuove «Case della Salute» dell'Asl - FOTO

| Dallo scorso 16 dicembre sono operative le Case della Salute di Brandizzo, Caluso, Castellamonte e Settimo Torinese

+ Miei preferiti
CANAVESE - Aprono le nuove «Case della Salute» dellAsl - FOTO
Dallo scorso 16 dicembre sono operative le Case della Salute di Brandizzo (piazza Carlo Tempia 2), Caluso (via Roma 22), Castellamonte (piazzale Nenni 1) – risultato della riorganizzazione del CAP (Centro di Assistenza Primaria) – con la sua articolazione di Rivarolo Canavese (via Piave 13) e Settimo Torinese (via Santa Cristina 3). Per ufficializzarne l’apertura si è svolto un Open Day in tutte le sedi (a Settimo Torinese è intervenuto l’Assessore Regionale alla Sanità, Antonio Saitta, e a Brandizzo l’Assessore Regionale all’Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Gianna Pentenero) ed è stata inaugurata la Casa della Salute di Settimo Torinese.

Nel primo semestre 2018 la rete delle Case della Salute dell’ASL TO4, per la cui attivazione e potenziamento all’Azienda è stato assegnato un finanziamento regionale di poco meno di 800 mila euro sul triennio, sarà completata con l’apertura delle strutture di Lanzo (via Marchesi della Rocca 30) e di Leinì (via Volpiano 38). Così dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Piemonte, Antonio Saitta: «L’istituzione di questa nuova rete sul territorio ha come obiettivo il miglioramento dell’appropriatezza delle prestazioni fornite, in particolare alla luce del progressivo invecchiamento della popolazione e dell’aumento delle malattie croniche, e di conseguenza la riduzione degli accessi ospedalieri impropri».

«E’ un giorno importante per la nostra azienda – commenta con soddisfazione il direttore generale dell’Asl To4, Lorenzo Ardissone – perché diamo concretezza alla volontà della Regione Piemonte di rafforzare la governance del sistema territoriale e di valorizzare il ruolo svolto dall’Assistenza Primaria, nelle sue forme organizzative multidisciplinari e multiprofessionali, nella risposta ai bisogni di salute della comunità». L’obiettivo, infatti, come previsto dalla Deliberazione della Giunta Regionale del novembre 2016 che ha previsto la nascita delle Case della Salute era quello di sviluppare progressivamente, partendo da esperienze sperimentali nate e maturate in relazione alle specificità locali, un nuovo modello di organizzazione sanitaria territoriale ben delineato. Un modello in cui l’ospedale non fosse più il riferimento di centralità del sistema, in cui la risposta di base del sistema sanitario fosse spostata a un livello più vicino ai luoghi di vita dei cittadini, in cui fosse allargata, dal punto di vista quantitativo e qualitativo, l’offerta di risposte sanitarie inserite in percorsi diagnostico-terapeutici predefiniti.

«Le Case della Salute – continua Ardissone – rappresentano una risposta appropriata e capillarmente diffusa sul territorio rispetto all’aumento delle patologie croniche connesso all’invecchiamento della popolazione e, più in generale, al complesso di bisogni espresso dalle persone in condizioni di fragilità che hanno necessità di interventi sanitari, assistenziali o socio-sanitari e che non necessitano del ricorso alle cure ospedaliere».

Le funzioni di base comprendono l’area dell’accoglienza, che svolge anche una funzione di filtro per quanto riguarda gli utenti che accedono direttamente alla Casa della Salute, l’assistenza primaria (medici e pediatri di famiglia), come attività complementare e non sostitutiva dell’ordinaria attività ambulatoriale, attività specialistiche ambulatoriali con particolare riferimento alle discipline di cardiologia, pneumologia, diabetologia/endocrinologia e oculistica, l’ambulatorio infermieristico che opera in integrazione con l’infermiere di comunità e i servizi diagnostici di base (prelievi, elettrocardiogramma, spirometria). In relazione alla specificità dei singoli territori, poi, possono essere previsti uno o più moduli aggiuntivi. Ne sono un esempio l’Area delle cure intermedie a elevata intensità assistenziale infermieristica e i Centri di ascolto per le famiglie di persone affette da disturbi cognitivi.

Nelle Case della Salute, quindi, lavorano in stretta sinergia medici (territoriali e ospedalieri), specialisti ambulatoriali, medici e pediatri di famiglia, infermieri, assistenti sociali, operatori addetti all’accoglienza. Le attività sanitarie sono coordinate dal Direttore di Distretto, che si avvale della collaborazione dei Responsabili di tutti i servizi sanitari disponibili. Lo stesso Direttore di Distretto presiede all’integrazione tra i servizi territoriali (compresi i servizi sociali) e alla continuità ospedale-territorio (nelle foto sotto gli open day di Brandizzo, Caluso, Castellamonte e Settimo).

Galleria fotografica
CANAVESE - Aprono le nuove «Case della Salute» dellAsl - FOTO - immagine 1
CANAVESE - Aprono le nuove «Case della Salute» dellAsl - FOTO - immagine 2
CANAVESE - Aprono le nuove «Case della Salute» dellAsl - FOTO - immagine 3
CANAVESE - Aprono le nuove «Case della Salute» dellAsl - FOTO - immagine 4
Politica
CUORGNE' - Il Comune brinda al successo dell'Aperibook in biblioteca
CUORGNE
«Sono molto soddisfatto della partecipazione di pubblico a tutte le presentazioni di libri che si sono succedute», il commento dell'assessore Lino Giacoma Rosa
CUORGNE' - Lavori in corso per la sicurezza nelle scuole cittadine
CUORGNE
Al rientro dalle vacanze estive gli alunni troveranno i lavori conclusi e i nuovi impianti in funzione. Investimento di 61 mila euro
TORINO E CANAVESE - Sciopero Gtt contro i 260 licenziamenti e il «silenzio del Comune di Torino»
TORINO E CANAVESE - Sciopero Gtt contro i 260 licenziamenti e il «silenzio del Comune di Torino»
Il servizio sarà garantito, sulle autolinee extraurbane e il Servizio Ferroviario (Sfm1 – Canavesana e SfmA – To–aeroporto–Ceres), solo da inizio servizio alle ore 8 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30. Disagi per chi usa i mezzi pubblici
CASTELLAMONTE - Profughi al lavoro (gratis) insieme ai cantonieri
CASTELLAMONTE - Profughi al lavoro (gratis) insieme ai cantonieri
«I migranti - specificano dal Comune - supporteranno, a titolo gratuito, l'attività comunale per quanto riguarda la pulizia»
CUORGNE' - Più educazione civica nelle scuole della città
CUORGNE
Il Comune di Cuorgnè aderisce alla raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare promossa dal Comune di Firenze e sostenuta dall'Anci Nazionale
RIVAROLO - «Le battaglie di Rivarolo Sostenibile per una Città che doveva rinascere... e non è rinata»
RIVAROLO - «Le battaglie di Rivarolo Sostenibile per una Città che doveva rinascere... e non è rinata»
Venerdì 20 luglio alle 21 nella la sala congressi dell’Hotel Rivarolo di corso Indipendenza, il Gruppo consiliare «Rivarolo Sostenibile» ha organizzato un incontro pubblico con la cittadinanza
IVREA - Primo consiglio con giuramento per il neo sindaco Sertoli
IVREA - Primo consiglio con giuramento per il neo sindaco Sertoli
Eletto anche il presidente del consiglio comunale che sarà Diego Borla, il più votato della lista Forza Ivrea. Il voto favorevole è arrivato anche da Francesco Comotto e Massimo Fresc della minoranza
VOLPIANO - Fallimento di Comital e Lamalù: a settembre la vendita
VOLPIANO - Fallimento di Comital e Lamalù: a settembre la vendita
«I curatori e la Regione – dice l'assessora Pentenero – sono impegnati per accelerare il più possibile i tempi della procedura»
MAPPANO - Per il Tar del Piemonte legittima la chiusura del Cim
MAPPANO - Per il Tar del Piemonte legittima la chiusura del Cim
Sulla chiusura del Cim, che ha gestito i servizi nella frazione per decenni, si era infiammato il dibattito politico
IVREA - 700 cartoline dal Canavese per chiedere il disarmo nucleare
IVREA - 700 cartoline dal Canavese per chiedere il disarmo nucleare
«Non essendo stati ricevuti dal Conte gli organizzatori hanno fatto una consegna simbolica davanti alla sede del Governo»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore