CANAVESE - Banda ultralarga: il territorio è in grave ritardo

| Incontro a Colleretto Giacosa per capire lo stato dell'arte del territorio Canavesano e come recuperare il digital divide

+ Miei preferiti
CANAVESE - Banda ultralarga: il territorio è in grave ritardo
Un workshop per capire lo stato dell'arte del territorio Canavesano e Piemontese e come recuperare il digital divide per centrare gli obiettivi del 2020. Confindustria Canavese, Confindustria Piemonte, Anci Piemonte, Uncem e l'Agenzia per lo Sviluppo del Canavese, hanno organizzato a Colleretto Giacosa il convegno "La banda ultralarga e l'Agenda Digitale della Regione Piemonte. Impatto e prospettive per il territorio e il sistema produttivo". E insieme, imprese ed Enti locali, hanno lanciato l'appello alle istituzioni, Stato, Regione, Città Metropolitana, tutte le Province: "Fate presto. Sulla banda ultralarga non abbiamo più tempo da perdere. La burocrazia non rallenti lo sviluppo dei territori e la lotta con il digital divide".
 
In coerenza con gli obiettivi dettati dall'Agenda digitale europea, da conseguire entro il 2020, l'85% della popolazione italiana dovrà essere raggiunta da una copertura di almeno 100Mbps mentre una copertura di almeno 30 Mbps dovrà essere garantita alla totalità della popolazione. Ma dal sito Infratel emerge che ad oggi ancora il 54% della popolazione piemontese non dispone di una connettività minima di 30 mbps.

"Un'infrastruttura di connettività veloce - spiega Fabrizio Gea di Confindustria Digitale - è uno dei principali driver per la competitività delle nostre imprese e per lo sviluppo economico e sociale dei nostri territori. Dalla digitalizzazione dei processi e dei servizi per l'Industria 4.0, ai rapporti tra i cittadini e la pubblica amministrazione, all'infotainment la necessità di internet veloce è irrinunciabile come lo sono strade, autostrade, ferrovie e come lo è l'energia elettrica. Nel convegno di ieri abbiamo sottolineato l'importanza di questa infrastruttura per lo sviluppo del nostro territorio, abbiamo fatto il punto sullo stato di avanzamento dei lavori per le nostre imprese e per i nostri Comuni, abbiamo condiviso la necessità di mantenere un osservatorio costante su questo tema".

"Troppo ritardo, troppo - afferma Marco Bussone, Presidente Uncem - Enti che dovrebbero dare le autorizzazioni agli scavi e alla posa dell'infrastruttura invece perdono tempo non dandole. È pazzesco. Burocrazia eccessiva e criticità causate da chi forse non ha capito che i 285 milioni di euro che vengono investiti con la Banda ultralarga nelle aree bianche del Piemonte, interne e montane, sono decisivi per accorciare disuguaglianze e limitare sperequazioni. Serve un'accelerazione. I cantieri devono essere sbloccati e la Regione deve essere forte, imporre tempi ridotti, sbloccare la situazione. Altrimenti passeremo come Uncem alla mobilitazione".

«La diffusione capillare della banda ultralarga – ha spiegato nel suo saluto introduttivo la Presidente di Confindustria Canavese, Patrizia Paglia - è un fattore determinante per la competitività delle nostre imprese. L’automatizzazione dei processi, la digitalizzazione delle informazioni, la connettività veloce e sicura, sono oggi condizioni essenziali per rispondere ai bisogni economici ma anche sociali e amministrativi di un territorio come quello piemontese, da sempre identificato come importante distretto industriale manifatturiero a livello italiano e internazionale. Occorre quindi che le infrastrutture immateriali siano tra i primi posti dell’agenda di sviluppo del Piemonte e serve un piano di lavoro pratico, strategico e di prospettiva, che sia la sintesi delle esigenze di tutti, e che generi un valore tangibile ed esportabile».

Politica
CUORGNE' - Partono i lavori per il nuovo campo di calcio a sette
CUORGNE
Il nuovo campo sorgerà al posto del campetto di allenamento che si trova alle spalle dello stadio intitolato a Carlin Bergoglio
IVREA - Il comitato dei cittadini lancia l'allarme: «L'Asl To4 sta mettendo in disarmo l'ospedale»
IVREA - Il comitato dei cittadini lancia l
La politica piemontese ha annunciato che nascerà il Nuovo Ospedale del Canavese. Intanto, l'Asl To4 sta mettendo in disarmo la struttura di Ivrea», denuncia il comitato che si è costituito spontaneamente lo scorso mese di giugno
CHIVASSO - Inaugurata la nuova biblioteca di Studi Religiosi
CHIVASSO - Inaugurata la nuova biblioteca di Studi Religiosi
Si tratta di un fondo nato dalla fusione della Biblioteca di Santa Maria Assunta e di quella dei Padri Cappuccini
IVREA - «Operazione Risorgimento Digitale» torna in Canavese
IVREA - «Operazione Risorgimento Digitale» torna in Canavese
Si amplia il raggio di azione di TIM che coinvolge 107 province italiane, con l'obiettivo di formare fino a 1 milione di persone
IVREA - La Guelpa torna a finanziare gli eventi culturali in città
IVREA - La Guelpa torna a finanziare gli eventi culturali in città
Approvata una variazione di bilancio che consentirà di proseguire nel sostegno al Museo Garda e alle attività culturali
CANAVESANA - Fava: «Convocherò Trenitalia e Agenzia mobilità»
CANAVESANA - Fava: «Convocherò Trenitalia e Agenzia mobilità»
«E' evidente da tempo che Gtt si sia disimpegnata: in vista della scadenza del contratto limita al massimo qualunque spesa»
AGLIÈ - Aladei riprende il suo percorso culturale sul territorio
AGLIÈ - Aladei riprende il suo percorso culturale sul territorio
“Noi crediamo che una voce in più possa aiutare in questo periodo di silenzio e di pochezza della cultura, considerata alla stregua di una cosa inutile in un mondo fatto di molta superficialità”
NOASCA - «Il lavoro dei cantonieri regionali è per noi fondamentale»
NOASCA - «Il lavoro dei cantonieri regionali è per noi fondamentale»
«Desideriamo ringraziare gli operai forestali, il direttore e i dirigenti del settore per il loro operato», sottolinea il sindaco
CASELLE - L'Aido nelle scuole per sensibilizzare sul tema donazioni
CASELLE - L
Sono stati coinvolti gli studenti della Scuola Secondaria di primo grado Demonte e della sezione di Strada Salga
CULTURA - Oropa si prende i soldi di Cuorgnè e Frassinetto
CULTURA - Oropa si prende i soldi di Cuorgnè e Frassinetto
Niente soldi, per ora, destinati al sistema teatrale di Cuorgnè e alla pinacoteca di Frassinetto. Anche la Regione conferma
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore