CANAVESE - Chiudono le banche, i paesi si spopolano: appello dell'Uncem

| Uncem ha denunciato due mesi fa che 383 Comuni italiani sono rimasti senza uno sportello bancario negli ultimi sette anni

+ Miei preferiti
CANAVESE - Chiudono le banche, i paesi si spopolano: appello dellUncem
Uncem ha denunciato due mesi fa che 383 Comuni italiani sono rimasti senza uno sportello bancario negli ultimi sette anni, a seguito di ridimensionamenti della presenza, in particolare nei territori montani e rurali, degli istituti di credito. Che hanno chiuso gli sportelli meno "interessanti" per depositi, movimenti, credito. In Canavese, le ultime chiusure parziali o totali, si sono registrate ad Agliè, Mazzè, Valperga e Locana.

Lo attesta l'indagine della First Cisl sottolineando come, a farne le spese, sarebbero soprattutto "le aree marginali, abitate da una popolazione più anziana". Lo stesso studio, diffuso anche da Uncem, invita a difendere "la capillarità del servizio bancario" a partire dalle zone più disagiate. "Dati allarmanti, quelli di First Cisl - secondo Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem - In Italia ci sono 6.289 sportelli bancari in meno, il personale di rete in soli sette anni è sceso di 26.249 addetti. L'home banking non è una soluzione nelle aree ad alto divario digitale. Uncem ha già scritto ad Abi, Banca d'Italia e Consob per denunciare le conseguenze dell'abbandono dei servizi bancari, nonché per chiedere una vigilanza che non sia solo finalizzata a quanto le banche fanno, ma a come gli istituti organizzano la loro presenza sui territori".
 
"Un depauperamento bancario, di cui parla la Cisl, non sostenibile per i nostri territori - conferma Vincenzo Luciano, Presidente Uncem Campania e Vicepresidente nazionale Uncem -, molto grave, se unito anche alle chiusure e alle riduzioni di orario degli uffici postali. Uncem ha posto il tema al Governo e ai Parlamentari, oltre che alle Regioni. Ha scritto ai vertici delle banche. Ma ha anche analizzato il panorama bancario, guardando ad esempio alle banche di credito cooperativo che oggi stanno danno importanti risposte in termini di presidio e servizi ai territori. Un ruolo notevole, in incremento in Campania, in diverse zone degli Appennini come delle Alpi, in molte realtà provinciali italiane".  Le banche di comunità, soprattutto se hanno finalità mutualistiche - come le BCC e Casse Rurali - sono possedute dai soci ed espressione delle stesse comunità. "Banche, in molti casi, presenti proprio in quei centri più piccoli dove non vi è sempre convenienza economica ad aprire o a tenere aperta un’agenzia", conferma Sergio Gatti, Direttore Generale Federcasse-BCC Credito Cooperativo.
 
In Italia operano 278 BCC e Casse Rurali con 4.251 sportelli (il 16% circa del totale degli sportelli bancari, dati Federcasse). Sono presenti in 2.650 Comuni e in 101 Province. Ma, soprattutto, in 609 Comuni spesso di piccole o piccolissime dimensioni rappresentano l'unica presenza bancaria, confermano i dati Federcasse ai quali Uncem guarda con particolare attenzione. "Numeri in crescita rispetto al dicembre scorso quando i Comuni bancati solamente da BCC erano 598. Il Sole 24 Ore riporta altri importanti dati: sono cresciute le quote di mercato delle BCC sia sulla raccolta (+1,8%) che sui prestiti (+ 0,9%). Nei crediti, nel solo ultimo anno, si sono registrati incrementi in tutti i comparti: dal 22,5 al 22,8% per le imprese artigiane, dal 17,9 al 18,3% per le micro imprese familiari, dal 18,3 al 19,5% per quelle agricole, dal 17,9 al 20% per le imprese del turismo. "Sono tutti finanziamenti destinati all’economia reale di territorio, anche in quei Comuni a rischio spopolamento", fa notare Antonio Marino, Direttore Generale BCC Aquara e primo cittadino. "Le banche di comunità con scopo mutualistico - prosegue - hanno il compito di servire i luoghi. Mantenere una filiale dove può essere considerato non immediatamente conveniente per il conto economico di una banca è la conferma che si deve fare banca anche per contribuire alla coesione sociale e alla libertà delle persone di non abbandonare un Comune a causa della chiusura di tutti i servizi commerciali e imprenditoriali".
 
"Una filiale bancaria costituisce un presidio non secondario affinché i piccoli borghi possano continuare a vivere, tornare attrattivi, contrastare il declino demografico, finanziando giovani coppie, consentendo di assistere a casa propria gli anziani anche finanziando imprese sociali che fanno welfare di comunità - aggiunge il Presidente Vincenzo Luciano - Integrando cultura, storia, vocazioni imprenditoriali, creazione di lavoro sostenendo le imprese". Le nuove disposizioni di vigilanza sulle BCC, emanate dalla Banca d’Italia il 22 maggio, agevolano questa azione valorizzando la logica di servizio anche in quei Comuni senza sportelli bancari.

Uncem ha inviato ai Parlamentari e a molti Comuni ove sono insediate BCC una serie di proposte per migliorare nel testo sulla riforma delle BCC in discussione in Parlamento. "Ad esempio - secondo il Direttore Antonio Marino - portare la decorrenza della riforma al 31 maggio 2019 al fine di poter fare una unica assemblea dei soci delle BCC per approvare il bilancio 2018 e deliberare l'adozione del patto di coesione. Ovvero portare la quota di partecipazione delle BCC al capitale della Capogruppo dal 60% ad almeno l'80%, per mettersi al riparo da scalate o partecipazioni improprie di terzi ed escludere le BCC sane dalla direzione della Capogruppo, la cui azione si limiterebbe solo al controllo contabile. La Vigilanza sulle BCC deve restare in capo alla Banca d'Italia e deve essere proporzionata alla dimensione delle banche affinché gli eccessivi adempimenti non vadano a gravare sulle BCC più piccole".

Politica
ELEZIONI EUROPEE - Ingria, in Valle Soana, batte tutti i record: la Lega supera quota 83% - I DATI DEL VOTO
ELEZIONI EUROPEE - Ingria, in Valle Soana, batte tutti i record: la Lega supera quota 83% - I DATI DEL VOTO
Percentuale bulgara ad Ingria, il piccolo Comune della Valle Soana, gią Comune pił leghista d'Italia alle politiche dell'anno scorso, quando il carroccio si fermņ «solo» al 62% delle preferenze. Con le europee stabilito un nuovo record
ELEZIONI EUROPEE - Vince Salvini: la Lega supera il 34%. Primo partito in quasi tutti i Comuni del Canavese
ELEZIONI EUROPEE - Vince Salvini: la Lega supera il 34%. Primo partito in quasi tutti i Comuni del Canavese
Un'affermazione che ribalta il risultato delle politiche di un anno fa, quando la Lega aveva preso la metą dei voti ed era dietro al Movimento 5 Stelle. I grillini di Di Maio perdono anche il confronto con il Pd e scendono al 17%
ELEZIONI EUROPEE - Oltre il 44%: a Cuorgnč č record del carroccio
ELEZIONI EUROPEE - Oltre il 44%: a Cuorgnč č record del carroccio
Nemmeno la somma dei tre partiti che inseguono arriva al 44,04% del carroccio che ha fatto registrare una percentuale da urlo
ELEZIONI EUROPEE - A Castellamonte la Lega doppia il Pd - I DATI
ELEZIONI EUROPEE - A Castellamonte la Lega doppia il Pd - I DATI
Il Partito Democratico non supera i 1000 voti e si ferma al 20,1% con 847 preferenze. Fa peggio il Movimento 5 Stelle
ELEZIONI EUROPEE - Cirič conferma il trend nazionale della Lega
ELEZIONI EUROPEE - Cirič conferma il trend nazionale della Lega
Cinque anni fa il Pd aveva stravinto la tornata con 4000 voti e il 44% dei consensi. La Lega, con 584 voti, si era fermata al 6,3%
ELEZIONI EUROPEE - La Lega sfonda anche a Chivasso - TUTTI I DATI
ELEZIONI EUROPEE - La Lega sfonda anche a Chivasso - TUTTI I DATI
Andamento nazionale confermato un po' per tutti i partiti maggiori con Pd, Movimento 5 Stelle e Forza Italia sempre in netto calo
ELEZIONI EUROPEE - A Rivarolo Lega super: č il primo partito - I DATI
ELEZIONI EUROPEE - A Rivarolo Lega super: č il primo partito - I DATI
Il risultato potrebbe avere risvolti sulle elezioni amministrative il cui spoglio inizierą nel tardo pomeriggio dopo le regionali
ELEZIONI EUROPEE - A Leini la Lega doppia gli avversari - I DATI
ELEZIONI EUROPEE - A Leini la Lega doppia gli avversari - I DATI
Rispetto alle europee di cinque anni fa il Pd ha visto pił che dimezzarsi i consensi. Crollo anche di Cinque Stelle e Forza italia
ELEZIONI EUROPEE - Ad Ivrea il Pd č ancora il primo partito - I DATI
ELEZIONI EUROPEE - Ad Ivrea il Pd č ancora il primo partito - I DATI
Sotto le rosse torri, dove Casaleggio ha promosso il recente happening «Sum», il Movimento 5 Stelle non va oltre l'11,6%
ELEZIONI REGIONALI - Alberto Cirio verso la presidenza: secondo gli exit poll netta sconfitta di Chiamparino
ELEZIONI REGIONALI - Alberto Cirio verso la presidenza: secondo gli exit poll netta sconfitta di Chiamparino
Alberto Cirio del centodestra vola verso la presidenza della Regione Piemonte. Questo secondo l'exit poll realizzato dal consorzio Opinio Italia per la Rai. Cirio andrebbe a vincere con una forchetta del 45-49%. Molto indietro Chiamparino
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore