CANAVESE - Disabili senza insegnanti: a scuola solo dal 1 ottobre

| Situazione paradossale in diverse scuole del territorio

+ Miei preferiti
CANAVESE - Disabili senza insegnanti: a scuola solo dal 1 ottobre
Lunedi i ragazzi disabili di alcune scuole del Canavese, hanno potuto finalmente riprendere le lezioni. Lo fanno con una settimana di ritardo rispetto ai loro compagni non disabili perché anche quest'anno ritardi, mancanza di insegnanti di sostegno, disguidi e altro si sono messi di traverso al loro diritto di frequentare la scuola, sottoponendoli di fatto ad una vera e propria discriminazione.
 
«L'avvio di questo anno scolastico è complicato per la verità anche da un altro fatto - spiega Daniele Campolmi dell'associazione Buoni Amici Onlus - a maggio i sindaci dei Comuni che fanno riferimento al Ciss 38 hanno delegato il Consorzio stesso ad occuparsi del personale che i Comuni sono chiamati a fornire in supporto agli alunni e studenti disabili. Peccato che, nonostante la scuola abbia riaperto il 14 di settembre, il mandato alla Cooperativa per fornire gli educatori di supporto sembra sia stato dato solo a partire dal primo di ottobre. Un ritardo di oltre due settimane che non trova spiegazione ma che produce molti danni. La mancanza di questo personale infatti limita pesantemente la possibilità e le modalità di accesso degli studenti disabili».
 
Questi educatori negli anni, a causa della continua rotazione di molti insegnanti di sostegno, si sono trovati a essere il vero filo conduttore nel rapporto tra la scuola e gli studenti con le loro famiglie. «Non sappiamo se questo ritardo sia dovuto ad un tentativo di risparmiare qualche Euro oppure ci sia qualche altro astruso motivo, quello che è certo è il disagio e la discriminazione patiti dai ragazzi disabili e dalle loro famiglie. Viene da chiedersi come mai il Consorzio Ciss 38, che dovrebbe avere una particolare sensibiltà su l'argomento, ha invece ritardato l'arrivo di questi educatori? Non dovrebbe invece essere proprio questo l'Ente che tutela i disabili e loro famiglie? Non avrebbe dovuto recepire velocemente questa situazione di disagio, della quale era sicuramente stato messo al corrente e correre ai ripari?».
 
Per l'associazione anche le amministrazioni comunali avrebbero potuto fare di più. «Anche i Sindaci, che sono stati così pronti a delegare questo servizio al Ciss 38 e incassare così un bel risparmio nei loro bilanci, perché non hanno sentito il dovere di intervenire e premere sul consorzio per ripristinare il servizio almeno nei termini degli anni precedenti? Possibile che nessuno abbia sentito di questo problema e si sia sentito in dovere morale e giuridico di tutelare i propri cittadini? Come possono i cittadini sentirsi rappresentati da chi non li tutela su questi bisogni primari? Ancora una volta i cittadini delle categorie più deboli non riescono a trovare una vera rappresentanza dei loro bisogni ma sono costretti a vedere le istituzioni come una controparte contro la quale lottare per far valere i loro diritti, pur se sanciti dalle leggi. Ci auguriamo che chi ha il potere di intervenire in merito faccia il proprio dovere e metta fine a questa assurda situazione».
Politica
CASTELLAMONTE - Addio zona blu dal 6 novembre: Mazza conferma
CASTELLAMONTE - Addio zona blu dal 6 novembre: Mazza conferma
Non sarà rinnovato il contratto con la ditta che gestisce i parcheggi a pagamento. Dopo tre anni le strisce torneranno bianche
CASO SMAT - Rostagno ribadisce il suo No alla nomina dell'ex Asa: «La scelta resta inopportuna»
CASO SMAT - Rostagno ribadisce il suo No alla nomina dell
E sulla difesa di Chiono, Rostagno rivela un particolare: «Chiono è stato di Sessa anche il testimone di nozze. Non mi stupisce questa sua difesa d'ufficio». Alla fine la Appendino ha deciso di non recepire il suggerimento di Rostagno
CASO SMAT - Chiono attacca Rostagno e difende Appendino: «Dal sindaco di Rivarolo lettera menzognera»
CASO SMAT - Chiono attacca Rostagno e difende Appendino: «Dal sindaco di Rivarolo lettera menzognera»
Durissima lettera del sindaco di Busano contro il collega di Rivarolo in merito alla nomina di un ex Asa per la Smat: «Non si è documentato ed esprime giudizi, oltretutto inviando un documento menzognero ai colleghi sindaci»
IVREA - La biblioteca è senza il certificato prevenzione incendi
IVREA - La biblioteca è senza il certificato prevenzione incendi
Una carenza gravissima che è oggetto della mozione presentata dai consiglieri comunali Francesco Comotto e Alberto Tognoli
CASO SMAT - La Appendino tira dritto e conferma la nomina dell'ex Asa per il consiglio di amministrazione
CASO SMAT - La Appendino tira dritto e conferma la nomina dell
Per ora la lettera del sindaco di Rivarolo Canavese non ha sortito effetti: nella nuova terna presentata dal Comune di Torino c'è ancora il nome di Fabio Sessa. Nome che ha sollecitato la reazione dei sindaci canavesani
CUORGNE' - Successo per le feste nelle frazioni: Pezzetto ringrazia i volontari
CUORGNE
«Mi sembra il minimo ringraziare tutti quei volontari che in modo gratuito si sono prestati in questo mese di luglio per animare le rispettive frazioni»
CANAVESE - La Appendino propone un ex Asa per la Smat: Rostagno guida la protesta dei sindaci
CANAVESE - La Appendino propone un ex Asa per la Smat: Rostagno guida la protesta dei sindaci
Sul nome di Fabio Sessa, indicato dal sindaco di Torino, Chiara Appendino, per il nuovo vertice della Smat, scoppia la rivolta dei sindaci dell'alto Canavese. Pronto il voto contrario se Torino non cambierà il candidato
CASTELLAMONTE - La Mostra della Ceramica si fa: dal 9 al 24 settembre
CASTELLAMONTE - La Mostra della Ceramica si fa: dal 9 al 24 settembre
Il sindaco Pasquale Mazza garantisce: «Stiamo già lavorando per dare la giusta continuità alle nostre tradizioni»
MONTALENGHE - Grosso accende la nuova luce del centro storico
MONTALENGHE - Grosso accende la nuova luce del centro storico
Il Comune di Montalenghe annuncia l'inizio del primo lotto di ammodernamento dell'illuminazione pubblica del centro paese
IVREA - Anpi in piazza: «La città è stata e sarà sempre antifascista»
IVREA - Anpi in piazza: «La città è stata e sarà sempre antifascista»
Dopo l'atto vandalico contro uno dei simboli della Resistenza in città la pronta reazione dell'Anpi e delle istituzioni locali
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore