CANAVESE - «I soldi del pedaggio autostradale restino ai Comuni montani»: la proposta dell'Uncem Piemonte

| L'aumento del gettito del pedaggio delle autostrade ancora una volta finisce per ignorare e penalizzare il territorio, i pendolari e i flussi turistici. L’Uncem rilancia la sfida ai concessionari delle autostrade

+ Miei preferiti
CANAVESE - «I soldi del pedaggio autostradale restino ai Comuni montani»: la proposta dellUncem Piemonte
L'aumento del gettito del pedaggio delle autostrade ancora una volta finisce per ignorare e penalizzare il territorio, i pendolari e i flussi turistici. L’Uncem rilancia la sfida ai concessionari delle autostrade, affinché prevedano un adeguato ritorno economico per le aree sulle quali insistono grandi opere viarie. Una compensazione necessaria, a fronte degli importanti utili per le aziende che gestiscono le autostrade, in particolare nelle aree montane del Piemonte. Tra queste anche quella attraversata in Canavese dalla Torino-Aosta A5, per 8 chilometri (da Quassolo a Carema). L'Uncem ha previsto un'iniziativa a tema il prossimo 15 settembre proprio in Canavese, in particolare a Quincinetto.

«Al pari del prelievo dell’acqua potabile dalle Terre Alte, dei canoni per l’escavazione e per le cave, è necessario impostare dei ritorni economici stabili per l’insistenza delle grandi infrastrutture nelle aree alpine», dicono dall'Uncem Piemonte. Uncem vuole aprire un dialogo con le concessionarie che gestiscono valichi alpini e autostrade. Una minima parte dei loro utili deve essere destinata alle comunità locali. Alcuni amministratori hanno proposto anni fa di destinare parte del pedaggio al territorio montano. Una percentuale da concordare, da destinare a interventi ambientali e per lo sviluppo. Questo permetterebbe migliore vivibilità, maggiore sussidiarietà tra imprese, enti locali e cittadini residenti nei Comuni di tutte le aree montane piemontesi e italiane attraversate da autostrade. Servono una gestione razionale e sicura dei trasporti nel contesto di una rete integrata, coordinata e transfrontaliera.

«Nella versione finale dello sblocca Italia, all'articolo 3 che prorogava le concessioni autostradali era passato un mio emendamento che stabiliva che una percentuale dei proventi aggiuntivi dalle stesse concessioni andasse a finanziare il fondo Montagna previsto dalla legge 97/94. Poi le proroghe sono saltate, ma il modello ha già un precedente legislativo». Così l'onorevole Enrico Borghi, presidente nazionale Uncem, in merito al ruolo dei territori ove insistono gli assi autostradali e alla necessità di prevedere una compartecipazione degli Enti locali agli utili dei Concessionari. «Il tema è decisivo - prosegue Borghi - e va posto con massima determinazione. Le basi legislative vanno riprese e la politica deve fare la sua parte. Il Piemonte può aprire un percorso importante a valere per tutto il Paese. Massimo impegno da parte mia per garantire ai territori una percentuale delle tariffe dei pedaggi, così a garantire risorse per lo sviluppo locale».

Dove è successo
Politica
RIVAROLO - Fumata nera per il liceo linguistico all'Aldo Moro
RIVAROLO - Fumata nera per il liceo linguistico all
La Città metropolitana non ha accolto le istanze del territorio e nemmeno le oltre 3000 firme raccolte in Canavese
CASTELLAMONTE - «Giunta illegale sulle quote rosa»: è scontro
CASTELLAMONTE - «Giunta illegale sulle quote rosa»: è scontro
L'opposizione all'attacco: «Non possiamo vantarci di avere la sedia rossa e poi non rispettare le regole sulle quote rosa»
VOLPIANO - La Comital è in vendita: per ora salvi i 140 dipendenti
VOLPIANO - La Comital è in vendita: per ora salvi i 140 dipendenti
Comital ha chiesto dodici mesi di cassa integrazione straordinaria, a partire dal 22 novembre, per trovare un acquirente
OZEGNA - La Lega Nord sostiene Bartoli nella battaglia sui rifiuti
OZEGNA - La Lega Nord sostiene Bartoli nella battaglia sui rifiuti
La Lega Nord Canavese critica il disegno di legge regionale sulla gestione rifiuti che sarà discusso a palazzo Lascaris
IVREA - Elezioni 2018: parte il progetto civico di ViviamoIvrea
IVREA - Elezioni 2018: parte il progetto civico di ViviamoIvrea
Si sono già uniti al progetto civico gli attivisti locali delle forze di sinistra, Rifondazione Comunista e Sinistra Italiana
SCUOLA - Una borsa di studio dagli ex dipendenti Olivetti
SCUOLA - Una borsa di studio dagli ex dipendenti Olivetti
La Borsa di Studio, intitolata a Lucio Antonelli, Co-Fondatore e Socio Benemerito di Pozzo di Miele, avrà un valore di 1000 euro
CAREMA - I vigneti di Canavese e Valle d'Aosta uniti per il turismo
CAREMA - I vigneti di Canavese e Valle d
Il progetto è stato presentato nella sede dell'assessorato all'agricoltura e risorse naturali della Regione Valle d'Aosta
VOLPIANO - David Puente al lavoro contro bufale e fake news
VOLPIANO - David Puente al lavoro contro bufale e fake news
Ospite del festival «I luoghi delle parole» il blogger ha indicato le tipologie più pericolose di bufale che circolano su Internet
IVREA-ALBIANO - Mediapolis: Legambiente se la prende con il Pd
IVREA-ALBIANO - Mediapolis: Legambiente se la prende con il Pd
Il circolo Legambiente Dora Baltea esprime perplessità sulle parole del nuovo segretario del Partito Democratico di Ivrea
BELMONTE - Primo passo avanti della Regione per salvare santuario e Sacro Monte, patrimonio Unesco
BELMONTE - Primo passo avanti della Regione per salvare santuario e Sacro Monte, patrimonio Unesco
La Regione garantisce massimo impegno per salvare Belmonte, uno dei simboli del Canavese. Se ne è discusso anche in consiglio regionale dopo l'ordine del giorno presentato dal consigliere Valentina Caputo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore