CANAVESE - I soldi della Regione Piemonte per salvare gli asili nidi

| A disposizione 6,9 milioni di euro grazie ai quali le amministrazioni locali potranno mantenere e ampliare l’offerta di servizi rivolti alla prima infanzia

+ Miei preferiti
CANAVESE - I soldi della Regione Piemonte per salvare gli asili nidi
La Regione Piemonte mette a disposizione dei comuni piemontesi, per l’anno scolastico 2016/2017, 6,9 milioni di euro grazie ai quali le amministrazioni locali possono mantenere e ampliare l’offerta di servizi rivolti alla prima infanzia. E’ quanto previsto da due bandi pubblicati nei giorni scorsi sul Bollettino Ufficiale della Regione. Il primo, in scadenza il 26 settembre prossimo, stanzia 4,6 milioni provenienti dal Fondo nazionale nidi per consentire ai comuni di sostenere direttamente i costi di gestione dei servizi, pubblici e privati, per la prima infanzia (0-2 anni), oppure di istituire un “buono servizio” (d’importo variabile in funzione dell’indicatore Isee) da assegnare alle famiglie che intendono accedere ai servizi presenti sul territorio comunale:  asili nido, micro-nidi, baby parking o nidi in famiglia.
 
Bando che può interessare numerosi Comuni del Canavese che di recente hanno palesato ampie difficoltà nella gestione degli asili nidi (come Cuorgnè o Forno Canavese). Possono presentare domanda di contributo i comuni, singoli o associati, sede di almeno un’attività rivolta alla prima infanzia, tra asili nido e micro nidi comunali o di diversa titolarità, centri di custodia oraria (baby parking), nidi in famiglia. Il secondo bando, aperto fino al 10 ottobre 2016, destina invece 2,3 milioni di euro (sempre provenienti dal Fondo nazionale nidi) ai 30 maggiori comuni piemontesi  interessati ad avviare sul proprio territorio convenzioni con enti gestori di servizi per la prima infanzia a titolarità non comunale. L’obiettivo è abbattere i costi di gestione delle attività e permettere a un maggior numero di bambini di frequentare i nidi.
 
«Con i suoi circa 29.500 bambini ospitati in oltre 1200 strutture  - spiega l’assessora all’Istruzione della Regione Piemonte Gianna Pentenero - il Piemonte è la quinta regione italiana per capacità dell’offerta nell’ambito della prima infanzia. Tuttavia, la crisi economica, che ha avuto un forte impatto sulla capacità di spesa delle famiglie, unita alle risorse sempre più scarse a disposizione degli enti locali rischiano di invertire il trend di crescita degli ultimi anni. Con queste due misure, la Regione Piemonte si propone proprio di sostenere comuni e famiglie nella fruizione dei servizi per la prima infanzia, consapevole del fondamentale valore educativo e pedagogico della scuola sin dai primi anni di vita del bambino».
 
Al secondo bando possono partecipare i Comuni di Alessandria, Casale Monferrato, Novi Ligure, Tortona, Asti, Biella, Cuneo, Alba, Bra, Fossano, Mondovì, Savigliano, Novara, Borgomanero, Torino, Carmagnola, Chieri, Chivasso, Collegno, Grugliasco, Ivrea, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Pinerolo, Rivoli, Settimo Torinese, Venaria Reale, Verbania, Vercelli. Al primo, invece, tutti i Comuni della Regione.
Politica
CANAVESE - In molti Comuni ancora non «prende» il telefono cellulare
CANAVESE - In molti Comuni ancora non «prende» il telefono cellulare
«Tim e Vodafone ci hanno chiesto di segnalare aree precise non coperte. Hanno dato disponibilità a coprirle» dicono dall'Uncem
VALPRATO - Il Comune cerca un gestore per il bar-pizzeria-alimentari
VALPRATO - Il Comune cerca un gestore per il bar-pizzeria-alimentari
La struttura viene data in concessione anche con il campo sportivo e l'area camper che si trovano vicino allo stabile
PONTE PRETI - Il ponte fa paura? L'otto settembre un incontro pubblico a Castellamonte
PONTE PRETI - Il ponte fa paura? L
Quasi 12mila firme online su change.org per chiedere interventi urgenti di messa in sicurezza per il Ponte Preti di Strambinello, il già noto "ponte nuovo" lungo la ex statale Pedemontana 565
RIVAROLO - Addio area Vallesusa: diventerà deposito del cippato?
RIVAROLO - Addio area Vallesusa: diventerà deposito del cippato?
Rivarolo resta senza teatro e senza area expo. Cambio di sede anche per il Vespa Club e la Galleria della locomozione storica
CUORGNE' - Il progetto della scuola Cena supera l'esame della Regione
CUORGNE
Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte del 9 agosto la graduatoria relativa agli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici
CANAVESE - L'Uncem: «Su lupi e ungulati stiamo dalla parte degli allevatori»
CANAVESE - L
«Uncem da sempre sta dalla parte degli allevatori, delle imprese agricole, di chi svolge un ruolo attivo nelle aree montane»
PONTE PRETI - 6000 firme raccolte per chiedere interventi urgenti
PONTE PRETI - 6000 firme raccolte per chiedere interventi urgenti
Bozzello alla carica: promosso un incontro pubblico a Castellamonte sulla situazione del ponte il prossimo otto settembre
PONTE PRETI - «La manutenzione del ponte con i pedaggi della Torino-Aosta»
PONTE PRETI - «La manutenzione del ponte con i pedaggi della Torino-Aosta»
Proposta dell'Uncem per garantire maggiori opere di manutenzione su alcuni assi viari molto trafficati
LEINI - Polemica sulla ristrutturazione della scuola Anna Frank
LEINI - Polemica sulla ristrutturazione della scuola Anna Frank
«I locali non potevano essere utilizzati perché privi di tutta la documentazione necessaria» ha fatto presente il consigliere Pittalis
FELETTO - Settimana decisiva per salvare la stazione ferroviaria
FELETTO - Settimana decisiva per salvare la stazione ferroviaria
Il comitato «No alla chiusura della stazione ferroviaria di Feletto» continua nella sua battaglia per evitare la soppressione
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore