CANAVESE - Il postino, in montagna, non suona più...

| Taglio dei servizi di Poste Italiane: penalizzati i piccoli paesi

+ Miei preferiti
CANAVESE - Il postino, in montagna, non suona più...
Ci sono anche tanti Comuni del Canavese tra quelli che rischiano di rimanere senza postini e uffici postali. L'ennesimo taglio ai servizi riguarda infatti i paesi con una densità abitativa inferiore ai 200 abitanti per chilometro. E' chiaro che ad essere penalizzati saranno soprattutto i piccoli centri di montagna. Secondo il piano presentato da Poste Italiane, infatti, verrebbero cancellati numerosi uffici postali e la corrispondenza sarà consegnata solo a giorni alterni. 

«Sono gravissime le notizie che arrivano da Roma – afferma il presidente dell'Uncem Piemonte, Lido Riba – vogliamo sperare che il Governo blocchi questo ennesimo attacco ai territori più deboli, ai Comuni, alle comunità, che vedranno sparire un servizio storico e radicato, tra i pochi ancora rimasti nei paesi montani e nelle aree rurali. Molti centri hanno già subito negli ultimi cinque anni riduzioni di orari di apertura e consegne a singhiozzo. Ora si abbatte un’altra scure sui territori, prevista dalla legge di stabilità». Uncem ha da sempre denunciato i rischi del divario digitale, viste le enormi differenze tra aree urbane raggiunte da ottima connettività e zone rurali dove internet funziona singhiozzo.

«Al divario digitale si unisce un divario reale di servizi, sempre più marcato. Anche per questo – prosegue Riba – Uncem ha scritto ai Parlamentari piemontesi chiedendo di intervenire presso la Presidenza del Consiglio, presso i Ministeri, le Commissioni. Abbiamo bisogno di una politica per la montagna e l’immediata necessità di arginare le derive centraliste e metropolitane che compromettono servizi e investimenti nelle aree marginali. L’ad di Poste Caio vada a vivere un paio di mesi a Santa Maria Maggiore, a Caprauna, a Ceresole Reale o a Balme. Poi capirà perché le sue scelte sono scellerate e prive di ogni logica».

Il Presidente dell'Intergruppo per lo sviluppo della montagna Enrico Borghi ha incontrato stamane il sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonello Giacomelli in relazione alle preoccupanti novità che il piano industriale di Poste italiane riserva alle aree marginali e montane. Giacomelli ha manifestato la propria disponibilità a intervenire sulla vicenda e si è impegnato a sostenere la richiesta di una riunione congiunta tra Intergruppo Montragna, Governo e Poste su questo tema.

«Ringraziamo il sottosegretario Giacomelli - ha detto Enrico Borghi - per la disponibilità che ci ha manifestato. Contestualmente, ci siamo appellati oggi stesso all'Agcom perchè intervenga a garanzia di una copertura realmente universale del servizio, come peraltro richiesto dal contratto che Poste Italiane ha sottoscritto con lo Stato. Conosciamo le regole del mercato e comprendiamo la necessità di garantire all'azienda la sostenibilità economica dei servizi postali, ma Poste ha l'obbligo di non venir meno agli impegni presi».

Politica
CUORGNÈ - Proseguono le tante iniziative per le scuole del paese
CUORGNÈ - Proseguono le tante iniziative per le scuole del paese
La mostra sulla Prima Guerra Mondiale, il laboratorio musicale e quello di lettura animata. Tutto questo incentivato e promosso dall'assessorato alla Cultura
IVREA - In progetto la ristrutturazione dell'asilo nido Olivetti
IVREA - In progetto la ristrutturazione dell
L'asilo, punto storico delle architetture olivettiane nella lista del patrimonio mondiale Unesco, riceverà fondi europei
CASTELLAMONTE - La città dice NO alla violenza sulle donne
CASTELLAMONTE - La città dice NO alla violenza sulle donne
Domenica 25 novembre al centro congressi Martinetti di Castellamonte per affrontare una tematica purtroppo molto attuale
INGRIA - Protagonisti alla premiazione nazionale dei Comuni Fioriti a Bologna
INGRIA - Protagonisti alla premiazione nazionale dei Comuni Fioriti a Bologna
Nuova iscrizione di Ronco Canavese, che si aggiudica 2 fiori, e il massimo del punteggio, 4 fiori, per il Comune di Ingria
CANAVESANA - Pianasso contro il Pd: «Incapaci sui trasporti pubblici»
CANAVESANA - Pianasso contro il Pd: «Incapaci sui trasporti pubblici»
«La Regione deve fare qualcosa, non può limitarsi allo scaricabarile nei confronti di Gtt», dice il senatore della Lega, Pianasso
IVREA - Il Ministro celebra la città Unesco: «Adesso Ivrea gioca nella serie A del patrimonio culturale»
IVREA - Il Ministro celebra la città Unesco: «Adesso Ivrea gioca nella serie A del patrimonio culturale»
Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Alberto Bonisoli, questa mattina, ha visitato il sito Unesco «Ivrea, Città Industriale del XX secolo». Successivamente ha incontrato, nella Sala Dorata del municipio, gli amministratori
CASTELLAMONTE - La maggioranza di Mazza perde i pezzi
CASTELLAMONTE - La maggioranza di Mazza perde i pezzi
Andrea Ertola e Marialuisa Villirillo stamattina hanno rimesso gli incarichi ma resteranno comunque in consiglio comunale
VOLPIANO - Migranti, arriva lo spettacolo del Teatro Regio di Torino
VOLPIANO - Migranti, arriva lo spettacolo del Teatro Regio di Torino
Italiani, popolo migrante: un fenomeno che in un secolo, dal 1876 al 1976, assunse la forma di un vero e proprio esodo
BORGARO - Sciopero dei vigili: la lettera del comandante Linarello
BORGARO - Sciopero dei vigili: la lettera del comandante Linarello
«Non mi era mai capitato di vedere il mancato coinvolgimento, nemmeno informativo, delle confederazioni sindacali»
CUORGNE' - Pieno successo per la «Fiera di San Martino» - FOTO
CUORGNE
Buona affluenza di pubblico. In piazza circa 60 bovini, 20 pony, Lama ed asinelli, vera attrazione per i tanti bambini
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore