CANAVESE - Il turismo «mordi e fuggi»: opportunità o danno? Il «caso Ceresole» diventa nazionale

| L'afflusso di migliaia di turisti a Ceresole Reale è pratica consueta nei fine settimana di bel tempo. Oneri e onori, ovviamente, per la piccola perla alpina che di turismo, ovviamente, deve vivere. I disagi non mancano

+ Miei preferiti
CANAVESE - Il turismo «mordi e fuggi»: opportunità o danno? Il «caso Ceresole» diventa nazionale
Anche diverse radio nazionali, questa mattina, hanno parlato del «caso Ceresole», ovvero dei disagi provocati dal turismo di massa nelle domeniche estive. Circostanza che, non a caso, ha convinto l'ente parco Gran Paradiso, a promuovere la mobilità sostenibile dal Serrù al colle del Nivolet, chiudendo la strada al traffico nelle domeniche di luglio e agosto, quelle tradizionalmente più turistiche. L'afflusso di migliaia di turisti a Ceresole Reale è pratica consueta nei fine settimana di bel tempo. Oneri e onori, ovviamente, per la piccola perla alpina che di turismo deve vivere. I disagi non mancano: dall'aumento della spazzatura alle auto parcheggiate in ogni dove. Senza contare i bagnanti sulla spiaggia del lago artificiale. 
 
L'amministrazione comunale, con successo, è corsa ai ripari. Dalle multe dei vigili urbani per gli abbandoni di rifiuti, fino ai doppi giri per garantire lo svuotamento dei cassonetti dell'immondizia. Nei periodi estivi un Comune come Ceresole produce il triplo di spazzatura rispetto agli altri mesi dell'anno. Circostanza che si compensa in altre stagioni, quando in paese vivono poche persone. Grazie alle compensazioni richieste dal Comune alla Teknoservice (proprio in virtù della stagionalità dell'immondizia), le bollette della raccolta differenziata, negli ultimi anni, non sono state aumentate. Tuttavia la gestione delle spese impreviste, nella penuria del bilancio comunale (congelato anche dagli ultimi provvedimenti del governo Renzi), a volte è problematica.
 
I più «duri e puri» chiedono si arrivi al più presto al numero chiuso degli accessi o almeno al pagamento di un pedaggio per coloro che arrivano a Ceresole per il consueto turismo «mordi e fuggi» che, spesso, non porta introiti nemmeno ai commercianti locali. La prima strada, già percorsa in altre località europee per calmierare l'enorme mole di visitatori, è stata ipotizzata nei giorni scorsi anche per la gestione dei turisti a Venezia. Dove, va detto, i numeri sono esponenzialmente superiori a quelli di Ceresole. Sul pedaggio, invece, esistono ostacoli normativi al momento insormontabili. E in cambio di un obolo il Comune dovrebbe fornire servizi ai turisti che, al momento, non ci sono.
 
Il dibattito, insomma, è aperto. Coniugare i turisti con il rispetto della natura è spesso molto difficile. Nei giorni di grande afflusso (nell'ordine di migliaia di persone), probabilmente impossibile. Limitare, però, l'accesso dei visitatori potrebbe rappresentare anche un boomerang economico da non sottovalutare, per una realtà (come tante altre in Canavese), che sul turismo «mordi e fuggi» delle otto domeniche più calde dell'anno, basa la sua stessa popolarità tra gli amanti della montagna last-minute alla ricerca di un po' di refrigerio. Ceresole è una location bellissima ed è per questo che ottiene tanto successo. O si fa una scelta precisa in ordine alla «qualità» del turismo offerto (e dei turisti da ospitare), oppure si cerca di governare in altri modi un fenomeno che ha fatto di Ceresole, nel corso degli anni, una delle mete predilette dei turisti giornalieri.
Politica
VALPERGA - Conflitto di interessi: è scontro sindaco-opposizione
VALPERGA - Conflitto di interessi: è scontro sindaco-opposizione
Botta e risposta «a distanza» tra maggioranza e opposizioni a Valperga. Le minoranze hanno disertato l'ultimo consiglio
CASTELLAMONTE - Maddio, Falletti e Tomaino difendono il preside Morgando
CASTELLAMONTE - Maddio, Falletti e Tomaino difendono il preside Morgando
La minoranza di centrodestra difende il preside delle scuole dopo gli attacchi piovuti dall'amministrazione
CHIVASSO - «Massima collaborazione per gestire la discarica»
CHIVASSO - «Massima collaborazione per gestire la discarica»
La Città metropolitana ed il Comune stanno provvedendo a dare corso ad interventi sostitutivi di gestione del percolato
RIVAROLO - Alessandro Chiapetto entra nel consiglio della Città metropolitana
RIVAROLO - Alessandro Chiapetto entra nel consiglio della Città metropolitana
Il consigliere del Movimento 5 Stelle subentra alla collega Anna Merlin
CASELLE - La sindaca Appendino difende l'aeroporto: «No ai tagli»
CASELLE - La sindaca Appendino difende l
La sindaca di Torino ha chiesto di rivedere il piano industriale di Enav, la società che gestisce il traffico aereo in Italia
RONCO CANAVESE - Il Francoprovenzale a scuola: Uncem plaude
RONCO CANAVESE - Il Francoprovenzale a scuola: Uncem plaude
«Uncem auspica che l'iniziativa possa diffondersi in altri plessi. Molti Comuni hanno già portato avanti percorsi analoghi»
CHIVASSO - Presentato lo studio per l'asse Torino-Milano alta velocità
CHIVASSO - Presentato lo studio per l
Richiesto dalla Regione Piemonte in rappresentanza dei Comuni del chivassese, Balocco, Santhià, Carisio e Novara
SANITA' - Abolito dal primo marzo il ticket sui farmaci
SANITA
La Giunta regionale ha deciso nel corso della riunione del 15 febbraio di cancellare la quota fissa di compartecipazione farmaceutica a carico dei cittadini
CANAVESE - Imprese in montagna: consegnato il dossier al Ministro
CANAVESE - Imprese in montagna: consegnato il dossier al Ministro
Gli Stati Generali della Montagna sono stati convocati per la prima volta il 16 ottobre dello scorso anno dal ministro Stefani
CHIVASSO - Il sindaco: «Non lasciateci soli nel gestire la discarica»
CHIVASSO - Il sindaco: «Non lasciateci soli nel gestire la discarica»
Si è tenuto un incontro in Prefettura, sollecitato dal sindaco Claudio Castello, per fare il punto della situazione sull'impianto
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore