CANAVESE - Il turismo «mordi e fuggi»: opportunità o danno? Il «caso Ceresole» diventa nazionale

| L'afflusso di migliaia di turisti a Ceresole Reale è pratica consueta nei fine settimana di bel tempo. Oneri e onori, ovviamente, per la piccola perla alpina che di turismo, ovviamente, deve vivere. I disagi non mancano

+ Miei preferiti
CANAVESE - Il turismo «mordi e fuggi»: opportunità o danno? Il «caso Ceresole» diventa nazionale
Anche diverse radio nazionali, questa mattina, hanno parlato del «caso Ceresole», ovvero dei disagi provocati dal turismo di massa nelle domeniche estive. Circostanza che, non a caso, ha convinto l'ente parco Gran Paradiso, a promuovere la mobilità sostenibile dal Serrù al colle del Nivolet, chiudendo la strada al traffico nelle domeniche di luglio e agosto, quelle tradizionalmente più turistiche. L'afflusso di migliaia di turisti a Ceresole Reale è pratica consueta nei fine settimana di bel tempo. Oneri e onori, ovviamente, per la piccola perla alpina che di turismo deve vivere. I disagi non mancano: dall'aumento della spazzatura alle auto parcheggiate in ogni dove. Senza contare i bagnanti sulla spiaggia del lago artificiale. 
 
L'amministrazione comunale, con successo, è corsa ai ripari. Dalle multe dei vigili urbani per gli abbandoni di rifiuti, fino ai doppi giri per garantire lo svuotamento dei cassonetti dell'immondizia. Nei periodi estivi un Comune come Ceresole produce il triplo di spazzatura rispetto agli altri mesi dell'anno. Circostanza che si compensa in altre stagioni, quando in paese vivono poche persone. Grazie alle compensazioni richieste dal Comune alla Teknoservice (proprio in virtù della stagionalità dell'immondizia), le bollette della raccolta differenziata, negli ultimi anni, non sono state aumentate. Tuttavia la gestione delle spese impreviste, nella penuria del bilancio comunale (congelato anche dagli ultimi provvedimenti del governo Renzi), a volte è problematica.
 
I più «duri e puri» chiedono si arrivi al più presto al numero chiuso degli accessi o almeno al pagamento di un pedaggio per coloro che arrivano a Ceresole per il consueto turismo «mordi e fuggi» che, spesso, non porta introiti nemmeno ai commercianti locali. La prima strada, già percorsa in altre località europee per calmierare l'enorme mole di visitatori, è stata ipotizzata nei giorni scorsi anche per la gestione dei turisti a Venezia. Dove, va detto, i numeri sono esponenzialmente superiori a quelli di Ceresole. Sul pedaggio, invece, esistono ostacoli normativi al momento insormontabili. E in cambio di un obolo il Comune dovrebbe fornire servizi ai turisti che, al momento, non ci sono.
 
Il dibattito, insomma, è aperto. Coniugare i turisti con il rispetto della natura è spesso molto difficile. Nei giorni di grande afflusso (nell'ordine di migliaia di persone), probabilmente impossibile. Limitare, però, l'accesso dei visitatori potrebbe rappresentare anche un boomerang economico da non sottovalutare, per una realtà (come tante altre in Canavese), che sul turismo «mordi e fuggi» delle otto domeniche più calde dell'anno, basa la sua stessa popolarità tra gli amanti della montagna last-minute alla ricerca di un po' di refrigerio. Ceresole è una location bellissima ed è per questo che ottiene tanto successo. O si fa una scelta precisa in ordine alla «qualità» del turismo offerto (e dei turisti da ospitare), oppure si cerca di governare in altri modi un fenomeno che ha fatto di Ceresole, nel corso degli anni, una delle mete predilette dei turisti giornalieri.
Dove è successo
Politica
RIVAROLO - 25 Aprile: il parco del castello Malgrà, adesso, è il parco Dante Meaglia - FOTO e VIDEO
RIVAROLO - 25 Aprile: il parco del castello Malgrà, adesso, è il parco Dante Meaglia - FOTO e VIDEO
Al centro della stessa area verde la monumentale quercia diventata «Albero della memoria partigiana e della Costituzione». L'intitolazione è avvenuta dopo la cerimonia del 25 Aprile al monumento ai caduti
MAPPANO - Sassi contro l'ambulanza: «Anarchia nei campi nomadi»
MAPPANO - Sassi contro l
Fratelli d'Italia all'attacco dei nomadi e della giunta di Torino dopo i sassi contro l'ambulanza della croce rossa di Mappano
IVREA - Per il 25 Aprile riapre lo storico rifugio antiaereo della città
IVREA - Per il 25 Aprile riapre lo storico rifugio antiaereo della città
Gli eporediesi ritroveranno le memorie della guerra, i giovani scopriranno uno scorcio inedito di vita dei loro nonni
IVREA ELEZIONI - Il centrodestra è unito: nasce Forza Ivrea
IVREA ELEZIONI - Il centrodestra è unito: nasce Forza Ivrea
Nasce un'unica lista per il 10 giugno che proseguirà l'esperienza della lista Coscienza Civica Eporediese e di Forza Italia
CANAVESE - La Fim-Cisl invita gli iscritti allo «sciopero della spesa» il 25 aprile e il primo maggio
CANAVESE - La Fim-Cisl invita gli iscritti allo «sciopero della spesa» il 25 aprile e il primo maggio
«Non siamo contro il lavoro festivo - precisa il sindacato - che è sempre esistito ma non in modo selvaggio. Siamo contrari al lavoro nelle festività più importanti del nostro Paese. Non si tratta di un servizio essenziale»
CHIVASSO - La Lega sostiene la stazione «Porta del Canavese»
CHIVASSO - La Lega sostiene la stazione «Porta del Canavese»
Notevoli sarebbero le ricadute positive sul territorio e sul turismo canavesano e monferrino, ma anche su quello valdostano
IVREA ELEZIONI - La sinistra in campo per Francesco Comotto
IVREA ELEZIONI - La sinistra in campo per Francesco Comotto
La lista «Ivrea Comune - Sinistra e Costituzione», promossa da Rifondazione e Sinistra Italiana, ha iniziato la raccolta firme
SCUOLA - Il nuovo anno scolastico partirà il 10 settembre
SCUOLA - Il nuovo anno scolastico partirà il 10 settembre
La Regione garantisce 206 giorni di lezione per la scuola primaria e secondaria, 224 per l'infanzia
ECONOMIA - Il Canavese vede la ripresa: le industrie sono tornate ad assumere nuovi lavoratori
ECONOMIA - Il Canavese vede la ripresa: le industrie sono tornate ad assumere nuovi lavoratori
I dati di Agenzia Piemonte Lavoro, Camera di commercio di Torino e Confindustria Canavese sono quasi tutti positivi. «Le prospettive sono incoraggianti anche per i prossimi mesi, nonostante sussistano ancora alcuni elementi di debolezza»
ELEZIONI COMUNALI - Il 10 giugno si vota in sette Comuni del Canavese
ELEZIONI COMUNALI - Il 10 giugno si vota in sette Comuni del Canavese
In Canavese occhi puntati sulle elezioni di Ivrea. Ma in zona vanno al voto per rinnovare il consiglio comunale altri sei Comuni
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore