CANAVESE - Il Vitellone Piemontese diventa Igp

| Via libera dall’Unione europea al riconoscimento I.G.P. - Indicazione geografica protetta

+ Miei preferiti
CANAVESE - Il Vitellone Piemontese diventa Igp
Via libera dall’Unione europea al riconoscimento I.G.P. - Indicazione geografica protetta - per la carne di “Vitellone Piemontese della coscia”, fortemente sostenuto dagli allevatori della Coldiretti, sin dal 2009, quando è partito l’iter. La tutela comunitaria è avvenuta con la pubblicazione della domanda di registrazione nella Gazzetta Ufficiale UE, serie C, del 23 dicembre 2016.
 
«Per la più importante razza bovina da carne italiana per consistenza numerica si aprono ora straordinarie occasioni di valorizzazione e di tutela – afferma Fabrizio Galliati, presidente di Coldiretti Torino – il riconoscimento di uno straordinario patrimonio del Made in Italy le cui qualità sono conosciute e apprezzate in tutto il mondo è stato ottenuto grazie all’impegno di Coldiretti e delle Istituzioni come Regione Piemonte,  Ministero delle Politiche agricole e Commissione Europea. Con l’Igp viene difesa una tradizione alimentare e un patrimonio unico del Made in Italy dal punto di vista della biodiversità, dell’ambiente e dell’economia».
 
Sono 6.000 le aziende impegnate nell’allevamento, sia tradizionale sia legato al pascolamento in alpeggio garantendo, così, il presidio delle montagne e dei territori svantaggiati. In Piemonte è presente il 97 per cento dell’intera popolazione italiana di Razza Piemontese, di cui il 25% allevato nella Provincia di Torino. Canavese compreso. Michele Mellano, direttore di Coldiretti Torino, afferma: «La razza bovina piemontese conta oltre 350 mila capi, fra cui 185.000 vacche, 45.000 vitelli, 100.000 vitelloni, 3.000 castrati, 1.500 manzi e 500 buoi. Annualmente sono impiegati 15 mila addetti per un fatturato che, per il solo allevamento, vale 500 milioni di euro e, per l’intera filiera, comprendente la logistica, il trasporto, la mangimistica, la macellazione e il sezionamento, raggiunge il miliardo e 30 milioni di euro».
 
L’Indicazione geografica protetta “Vitellone Piemontese della coscia” è riservata alle carni ottenute dalla macellazione di bovini maschi e femmine di razza Piemontese iscritti al relativo Libro genealogico o figli di genitori entrambi iscritti al Libro genealogico, di età superiore a 12 mesi, allevati e ingrassati, dallo svezzamento alla macellazione. «La carne sarà riconoscibile – conclude Fabrizio Galliati – dall’etichetta che contiene la denominazione Vitellone Piemontese della coscia».
Politica
RIVAROLO - Raffica di dossi sulle strade per rallentare le auto
RIVAROLO - Raffica di dossi sulle strade per rallentare le auto
I lavori in cinque vie lungo le quali i residenti hanno chiesto interventi al Comune per moderare la velocità dei veicoli in transito
IVREA - Le aziende del Canavese a sostegno del Carnevale
IVREA - Le aziende del Canavese a sostegno del Carnevale
Si tratta di una scelta di responsabilità e di investimento sul territorio che le ha viste nascere e crescere: un impegno concreto
RIVAROLO - Mai dire... consiglio: quando parla Raimondo, muore un ambientalista
RIVAROLO - Mai dire... consiglio: quando parla Raimondo, muore un ambientalista
A Rivarolo c'è sempre qualche colpo di scena per fare in modo che lo sparuto pubblico non pagante debba necessariamente rinunciare alle partite di calcio in Tv...
RIVAROLO - Il sindaco: «Abbiamo impedito l'arrivo di altri profughi»
RIVAROLO - Il sindaco: «Abbiamo impedito l
Per il centrodestra c'è un problema di sicurezza: «All'hotel Europa sono in 128 quando lo stabile ha l'agibilità solo per 60 persone»
FERROVIA CANAVESANA - Ritardi e disservizi: anche i sindaci sul piede di guerra
FERROVIA CANAVESANA - Ritardi e disservizi: anche i sindaci sul piede di guerra
Visto che le segnalazioni di ritardi, guasti e carrozze al freddo sono ormai all'ordine del giorno da almeno quattro mesi, la politica locale ha deciso di darsi una mossa
PROFUGHI IN CANAVESE - I Comuni scrivono al prefetto: «Noi abbiamo già fatto la nostra parte: stop agli arrivi»
PROFUGHI IN CANAVESE - I Comuni scrivono al prefetto: «Noi abbiamo già fatto la nostra parte: stop agli arrivi»
La scorsa settimana sindaci e amministratori hanno dato mandato al Ciss38, il consorzio dei servizi socio assistenziali, di scrivere al prefetto sulla questione migranti. «Abbiamo già soddisfatto i parametri previsti per l'accoglienza»
CUORGNE' - Cavalot stronca la giunta Pezzetto: «Non fate nulla»
CUORGNE
Sul ricorso al lodo Asa, invece, per la prima volta anche l'ex sindaco si è trovato (stranamente) d'accordo con l'amministrazione
CASTELLAMONTE - L'ex ospedale non chiude: diventa Casa della Salute
CASTELLAMONTE - L
La struttura della città della ceramica ospiterà anche il centro diurno per l’autismo adulto dedicato a tutto il territorio del Canavese
CUORGNE' - Il Comune aderisce a M'illumino di meno
CUORGNE
I ragazzi di Caterpillar, nota trasmissione di Radio 2, anche quest'anno hanno lanciato la celebre campagna radiofonica, giunta al suo tredicesimo anno
CUORGNE' - Mai dire... consiglio: tra tosse e capitomboli
CUORGNE
Ancora un consiglio soporifero a Cuorgnè che si è scaldato solo in termini strettamente sanitari...
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore