CANAVESE - Richiedenti asilo in montagna? Il buon esempio di Chiesanuova e il sostegno dell'Uncem

| «Non devono sentirsi soli i sindaci che accolgono migranti e richiedenti asilo» dice l'Uncem. L'accoglienza diffusa auspicata dal ministro dell'Interno, Minniti, già si realizza in decine di Comuni montani piemontesi

+ Miei preferiti
CANAVESE - Richiedenti asilo in montagna? Il buon esempio di Chiesanuova e il sostegno dellUncem
«Non devono sentirsi soli i sindaci che accolgono migranti e richiedenti asilo. Non devono sentirsi sole quelle mille Amministrazioni comunali italiane che, molto spesso in accordo con parrocchie e associazioni locali, con pezzi attivi di comunità, scelgono di ospitare stranieri che arrivano in Italia scappando dall'Africa, da guerre e ingente povertà». La spinta alla rete e alla condivisione di buone pratiche arriva dall'Uncem. L'accoglienza diffusa auspicata dal Ministro Minniti, già si realizza in decine di Comuni montani piemontesi. Non solo dunque grandi città, ma anche la rete dei piccoli e piccolissimi Comuni, in particolare delle aree interne. «Come Chiesanuova in Canavese, Priero o Ostana, nel Cuneese, 200 abitanti il primo, 80 il secondo. Venti giovani richiedenti asilo ospitati in totale, a milleduecento metri di altitudine, in due diverse vallate alpine. Lavorano e aiutano sindaci e amministrazione».      
 
«I sindaci - ha spiegato a Torino Incontra, Marco Bussone, vicepresidente Uncem Piemonte - hanno "montato" direttamente progetti di accoglienza. Hanno coinvolto le associazioni, hanno spiegato alla comunità questo cambiamento. E hanno avuto ragione. Non vanno lasciati soli. Perché, nonostante la determinazione personale, non devono rischiare di cadere nella rete della demagogia che dice no, che parla di invasione, che ritiene i migranti africani "ruba lavoro" agli italiani. Tutte storie che circolano troppo spesso sui media. Storie che rischiano di contagiare altri sindaci pronti a fare il primo positivo passo». 
 
Decisiva l'intergrazione lavorativa. Nel settore agricolo, nell'allevamento anche in alpeggio, nel settore forestale, nella manutenzione ordinaria del territorio e dei versanti montani. Insegnando ai migranti, ad esempio, a realizzare muretti a secco e altre soluzioni decisive. Richiedendi asilo che lavorano in progetti assieme ad italiani sono un pezzo fondamentale della soluzione, della strategia che supera la l'emergenza. «La storia ci dice che le terre alte si svilupparono nella fase delle Alpi aperte - spiega il vicepresidente Uncem - nella quale l'incrocio tra attraversamenti e popolazioni stanziali produsse l'insediamento montano giunto sin qui. E la storia stessa dei montanari è storia di migrazioni, di scambi, di integrazioni. Quando la montagna si apre e si relaziona, cresce. Quando si arrocca e si chiude, perde».
 
I Comuni italiani, anche i più piccoli cuore del Paese, hanno bisogno di continuo supporto, di rete. Di conoscere le buone pratiche. Di sapere come si fa e come possono non essere soli. Proprio quello che anche la Regione Piemonte, con l'assessorato all'immigrazione, sta facendo, d'intesa con il sistema Sprar e con le Prefetture. «C'è un grande lavoro da fare, soprattutto nel consolidare il rapporto tra Stato e Comuni - riflette ancora Bussone - non solo però per superare l'emergenza migranti. La coesione e la sussidiarietà istituzionale deve essere sempre il perno della democrazia». 
Dove è successo
Politica
STRAMBINO - I soci Coop chiamati ad approvare il bilancio del 2017
STRAMBINO - I soci Coop chiamati ad approvare il bilancio del 2017
Il presidio di Strambino, che conta su 5264 soci, nel 2017 ha generato donazioni per 1554 euro nel progetto Buon Fine
FAVRIA - Estate Ragazzi 2018: lo gestisce di nuovo «Favria Giovane»
FAVRIA - Estate Ragazzi 2018: lo gestisce di nuovo «Favria Giovane»
Il sindaco Bellone: «Le illazioni su un presunto accanimento contro l'associazione erano totalmente infondate»
CANAVESE - I militanti dicono Si all'accordo «Lega-Stellato»
CANAVESE - I militanti dicono Si all
Lo comunica la Lega del Canavese in base alla consultazione dello scorso weekend. 1500 votanti in Canavese, il 97% per il Si
AGLIE' - La banca chiude ma resta almeno il bancomat
AGLIE
Il taglio delle filiali annunciato da Unicredit non risparmia il Canavese
RONCO - Il Comune chiede un bancomat a Poste Italiane
RONCO - Il Comune chiede un bancomat a Poste Italiane
Anche il Comune di Ronco Canavese ha sottoscritto la mobilitazione a Poste Italiane promossa da Uncem Piemonte per i servizi
RIVAROSSA ELEZIONI - Sfida Vallino-Cinquanta per diventare sindaco
RIVAROSSA ELEZIONI - Sfida Vallino-Cinquanta per diventare sindaco
Sfida a due per il prossimo sindaco. Il paese torna alle urne dopo il commissariamento dell'ottobre dell'anno scorso
ELEZIONI - I candidati a Borgomasino, Perosa, Quagliuzzo e Salerano
ELEZIONI - I candidati a Borgomasino, Perosa, Quagliuzzo e Salerano
Si vota nella sola giornata del 10 giugno dalle 7 alle 23. Alla chiusura dei seggi si procederà subito allo spoglio delle schede
RIVAROLO - Pietro Paolo Frijia è il nuovo segretario della Lega
RIVAROLO - Pietro Paolo Frijia è il nuovo segretario della Lega
Subentra al sindaco di Favria, Vittorio Bellone, che lascia l'incarico dopo sei anni. Primo obiettivo aumentare i tesserati
CASELLE - Conti in ordine per l'aeroporto Sandro Pertini
CASELLE - Conti in ordine per l
L'esercizio 2017 si è chiuso con un utile netto pari a 11 milioni 87 mila euro rispetto ai 6 milioni 453 mila euro dell'anno prima
IVREA - Tour operator da tutta Italia alla scoperta del Canavese
IVREA - Tour operator da tutta Italia alla scoperta del Canavese
Un successo il primo «Educational Tour» sul territorio organizzato dal Gruppo Turismo di Confindustria Canavese
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore