CANAVESE - Se la Rai non si vede il canone si paga lo stesso?

| Interrogazione parlamentare di Enrico Borghi presidente Uncem: «Il servizio pubblico è un diritto che non può essere negato»

+ Miei preferiti
CANAVESE - Se la Rai non si vede il canone si paga lo stesso?
«La Rai, per ottenere il rinnovo del contratto di servizio nazionale, dovrà realmente raggiungere con segnale e servizio il 100% della popolazione. Quanto a oggi scritto nello schema di convenzione per la società concessionaria che vincerà il bando, deve essere attuato senza se e senza ma. Deve essere posto rimedio a una storica stortura per la quale, nonostante il servizio radio-televisivo venga definito 'universale', in Italia almeno 5 milioni di persone continuano a registrare difficoltà nella ricezione. Ora siamo a un punto di non ritorno. Chi vince deve garantire un servizio totale a ciascun cittadino. Tutti. Nessuno escluso».
 
Così l'onorevole Enrico Borghi, presidente Uncem e presidente dell'integruppo parlamentare per lo Sviluppo della montagna, commenta la necessità di superare il primo nodo del digital divide del Paese. Il servizio radio-televisivo deve essere assicurato a tutti, indipendentemente dall'area geografica nella quale gli Italiani vivono. «Ho scritto un'interrogazione al Ministro Calenda e una lettera alla Commissione parlamentare di vigilanza Rai - evidenzia Borghi - per sapere quali strumenti il Governo utilizzerà per verificare il pieno adempimento del concessionario alla norma dello schema di convenzione. La verifica deve essere fatta subito, di anno in anno, e non dopo i primi tre anni di entrata in vigore della nuova convenzione come scritto sul regolamento. Serve un presidio stringente, visto che tutti pagano il canone». 
 
Uncem ha ribadito più volte come, di fronte al pagamento della tassa di possesso di un televisore nella bolletta elettrica, la ricezione tv debba essere garantita a tutti. «Se il concessionario non raggiungerà il 100% della popolazione italiana - aggiunge Enrico Borghi - occorre prevedere un sistema di sanzioni. Non va ulteriormente precluso il diritto all'accesso al servizio e alla programmazione del servizio pubblico, non a caso definito universale, per il quale tutti paghiamo il canone in bolletta. Chi non rispetta i diritti, deve essere sanzionato. Fino ad oggi, in molte vallate montane la RAI si era appoggiata per la copertura del segnale a ripetitori messi in opera dalle disciolte Comunità Montane. Ora l'evoluzione tecnologica e la scomparsa dei soggetti istituzionali preposti ha fatto scomparire ripetitori, segnali e copertura televisiva in diverse vallate. Con il nuovo contratto di servizio questo problema deve essere risolto».
 
In Canavese sono numerosi i paesi di montagna dove il segnale, con il digitale terreste, non arriva. E non a caso Ribordone, in valle Orco, era uno dei paesi nei quali i residenti pagavano meno il canone a livello nazionale. Ora che questo non è possibile (la tassa si paga sulle bollette elettriche) l'Uncem torna a chiedere un impegno come si deve alla Rai.
Dove è successo
Politica
RIVAROLO - Mercatino flop: ora si trasloca in corso Indipendenza
RIVAROLO - Mercatino flop: ora si trasloca in corso Indipendenza
Pochi espositori, pochi clienti. Alla fine il mercato a chilometri zero di Campagna Amica è costretto a lasciare piazza Litisetto
IVREA - Assegno di maternità e al nucleo con almeno tre figli minori
IVREA - Assegno di maternità e al nucleo con almeno tre figli minori
Dal primo gennaio è possibile presentare domanda di assegno di maternità e assegno al nucleo con almeno tre figli minori
MAPPANO - Contro la «decrescita infelice» prima iniziativa del Pd
MAPPANO - Contro la «decrescita infelice» prima iniziativa del Pd
Primi bilanci del nuovo Comune nell'assemblea pubblica di giovedì 1 febbraio alle 20.45 all'hotel Stellina di strada Cuorgnè
STRAMBINELLO - Allarme sul Ponte Preti: per ora non rischia il crollo
STRAMBINELLO - Allarme sul Ponte Preti: per ora non rischia il crollo
La Città metropolitana ha comunque previsto di intensificare l'attività di controllo e monitoraggio con dei sensori
TRENO AD ALTA VELOCITA' - Può nascere la stazione «Porta Canavese» tra Chivasso e Montanaro
TRENO AD ALTA VELOCITA
Una fermata dell'alta velocità in Canavese servirebbe anche a collegare le numerose linee regionali con la Torino-Milano. Un'opportunità importante per i pendolari che potrebbe servire anche al rilancio economico e turistico di tutta l'area
FAVRIA - Da giugno l'elicottero atterrerà anche di notte
FAVRIA - Da giugno l
Il Comune ospiterà l'area per l'atterraggio notturno dell'elisoccorso al campo sportivo del parco Bonaudo. In zona l'area si affiancherà a quelle di Rivarolo, Cuorgnè e Castellamonte
CHIVASSO - Il sindaco Castello incontra i disabili visivi dell'Apri
CHIVASSO - Il sindaco Castello incontra i disabili visivi dell
Nel corso del colloquio si sono affrontate, col primo cittadino, una serie di problematiche vissute dai disabili sul territorio
FAVRIA - Palazzo civico prende la via dell'informatica
FAVRIA - Palazzo civico prende la via dell
Il sindaco Vittorio Bellone: «L’obiettivo finale è quello di offrire più servizi ai cittadini e sveltire le pratiche burocratiche»
RIVAROLO - Flavio Tosi per «Noi con l'Italia» candida Marco Succio
RIVAROLO - Flavio Tosi per «Noi con l
Il partito ha appena raggiunto l'accordo con l'Udc e presentato il simbolo in cui campeggia anche lo storico scudo crociato
IVREA - Massimo Fresc candidato a sindaco del Movimento 5 Stelle
IVREA - Massimo Fresc candidato a sindaco del Movimento 5 Stelle
A fare gli onori di casa, insieme a Luigi Di Maio, c'era anche Davide Casaleggio, il figlio del fondatore del Movimento
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore