CANAVESE - Tre idee per dare nuova vita ai territori di montagna

| Sono tre le proposte operative che Confindustria per la Montagna ha rivolto al ministro per gli affari regionali Erika Stefani

+ Miei preferiti
CANAVESE - Tre idee per dare nuova vita ai territori di montagna
Sono tre le proposte operative che Confindustria per la Montagna ha rivolto al ministro per gli affari regionali Erika Stefani nel corso della riunione promossa oggi a Roma nell’ambito degli Stati Generali della Montagna e che ha visto confrontarsi sui temi più rilevanti i coordinatori degli 11 tavoli tecnici. Nel corso della riunione sono state formulate tre azioni immediatamente applicabili da inserire nella prossima legge di stabilità, e in parte già contenute nel documento consegnato a febbraio.

La prima proposta riguarda l’introduzione di un credito d’imposta per ricerca e sviluppo a favore delle pmi ricadenti nelle aree montane utilizzabile dai beneficiari in compensazione con i propri debiti erariali e contributivi per investimenti di ricerca, sviluppo e innovazione. “Le aziende di montagna sono spesso estremamente specializzate e offrono prodotti e servizi di alta qualità. Si tratta di sostenerle nel mantenere la loro competitività”, sottolinea il presidente di Confindustria Canavese, Patrizia Paglia.

Secondo punto è l’istituzione di un fondo per le imprese giovanili, che preveda finanziamenti sia a fondo perduto che a tasso agevolato sulla falsariga di quanto sta accadendo con il piano “Io resto al Sud”, iniziativa coordinata da Invitalia che prevede un contributo a fondo perduto e un prestito bancario assicurato dal Fondo di Garanzia per le PMI. “Dobbiamo sviluppare l’autoimprenditorialità e promuovere la nascita di nuove imprese nelle nostre valli, sia startup innovative che realtà più tradizionali nel campo dei servizi, della manifattura, dell’agricoltura o del turismo”, aggiunge la Paglia. “Attivare un’azienda in montagna è più difficile che altrove e questo va riconosciuto. Ci sono costi superiori e problematiche che tutti noi conosciamo”.

La terza proposta riguarda invece gli ITS, ovvero gli Istituti tecnici superiori post-diploma che offrono percorsi professionalizzanti e che stanno diventando una voce sempre più importante nel sistema formativo a sostegno delle aziende. “Abbiamo chiesto al ministro di rivedere i numeri minimi di attivazione. È chiaro che in montagna – visto lo spopolamento – è più difficile avviare delle classi, quindi i parametri di 20 studenti per classe – necessari per attivare i corsi ITS – devono essere rivisti. Le nostre aziende che chiedono profili specializzati devono poter contare su proposte formative adeguate sul territorio”.

“Su questi temi”, conclude Patrizia Paglia “abbiamo trovato l’apertura del ministro. Speriamo di vedere tradotte queste prime richieste dettate dal buon senso e dall’urgenza di mantenere competitivo l’ecosistema delle imprese di montagna. E’ comunque importante che l’iniziativa del Ministero degli Affari Regionali sulla montagna abbia continuità e concretezza. Nei prossimi mesi sono previste nuove iniziative che riporteranno il tema delle Terre Alte al centro del dibattito politico nazionale”.

Politica
CASTELLAMONTE - Terminato il ciclo di incontri di RiciclArte: un esperimento di successo
CASTELLAMONTE - Terminato il ciclo di incontri di RiciclArte: un esperimento di successo
Un progetto che ha suscitato grande interesse dei bambini, dei loro genitori e del Comune
LAVORO - Crisi Olisistem: martedì protesta sotto il grattacielo Intesa
LAVORO - Crisi Olisistem: martedì protesta sotto il grattacielo Intesa
L'annunciata cessione del ramo d'azienda porterebbe alla riduzione della retribuzione di oltre 100 euro al mese a 150 lavoratori
LUPI IN CANAVESE - Scontro tra Regione e Radicali sulle tutele
LUPI IN CANAVESE - Scontro tra Regione e Radicali sulle tutele
La Regione scrive al Ministero. Duro Silvio Viale: «L'assessore non sa ancora che Cappuccetto Rosso è solo una fiaba»
SAN FRANCESCO - Ripristinate alcune strade bianche in periferia
SAN FRANCESCO - Ripristinate alcune strade bianche in periferia
«I costi sostenuti per riqualificare queste zone sono stati di 18 mila euro, presi dal capitolo riguardante la viabilità»
VOLPIANO - Giorno della Memoria, due eventi per non dimenticare
VOLPIANO - Giorno della Memoria, due eventi per non dimenticare
Il Giorno della Memoria si celebra, su iniziativa delle Nazioni Unite, per commemorare le vittime dell'Olocausto
BOLLENGO - Dissesto idrogeologico: in arrivo 800 mila euro per i lavori
BOLLENGO - Dissesto idrogeologico: in arrivo 800 mila euro per i lavori
Il progetto prevede la realizzazione di una serie di interventi idraulici lungo il Rio Vignarossa ed il Rio Morto per la sicurezza
IVREA - Manifestazione contro la guerra sabato 25 gennaio in centro
IVREA - Manifestazione contro la guerra sabato 25 gennaio in centro
I promotori invitano anche gli eporediesi (e non solo) ad esporre la bandiera della pace nelle case e in tutti gli edifici
INQUINAMENTO - Censiti nel torinese 432 mila impianti termici
INQUINAMENTO - Censiti nel torinese 432 mila impianti termici
Confronto costruttivo e obiettivi comuni al Tavolo sulla qualità dell'aria con sindaci, Regione e Città metropolitana
CANAVESE - Opere urgenti: l'Agenzia per lo sviluppo ha consegnato il dossier alla Regione Piemonte
CANAVESE - Opere urgenti: l
L'Agenzia ha individuato diverse priorità oltre ai lavori per il nuovo Ponte Preti sulla Pedemontana. Tra queste il collegamento Lombardore-Front-Busano-Salassa sulla 460 e il collegamento alternativo alla Sp228 tra Ivrea e Bollengo
RIVAROLO - Rostagno ha scelto l'ultimo assessore: entra Michele Nastro
RIVAROLO - Rostagno ha scelto l
Inizialmente il posto in giunta avrebbe dovuto essere assegnato a Sara Servalli ma si rischiava una giunta «troppo rosa»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore