CASTELLAMONTE - Breve guida al Cap, questo sconosciuto

| Obiettivi, metodi di funzionamento e «pubblico» del Cap, il centro di assistenza primaria che partirà da gennaio nell'ex ospedale di Castellamonte

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - Breve guida al Cap, questo sconosciuto
Obiettivi, metodi di funzionamento e «pubblico» del Cap, il centro di assistenza primaria che partirà da gennaio nell'ex ospedale di Castellamonte. In quattro punti il riassunto del progetto.
 
DI COSA SI TRATTA? - Il Cap, in breve, è un centro di assistenza primaria gestito dai medici di base del territorio. I cittadini troveranno sempre in ambulatorio (per sette ore al giorno) un dottore a disposizione. Con i medici di famiglia dell’ambito territoriale di Castellamonte è stato siglato un atto di adesione che li vede impegnati nell’ambito del Cap oltre il loro normale orario di ambulatorio.
 
A COSA SERVE? - Nell’ambito del Cap il cittadino troverà il medico di famiglia, che integrerà la propria attività con lo specialista ospedaliero o convenzionato che si occuperà dei casi di maggiore complessità clinica. Ma non solo. I servizi inclusi nel CAP sono anche la continuità assistenziale (ex guardia medica), il centro prelievi ad accesso diretto quotidiano, la radiodiagnostica, la dialisi, i servizi amministrativi distrettuali, i servizi infermieristici ambulatoriali e lo sportello unico socio sanitario.
 
A CHI E' RIVOLTO? - Il progetto sarà operativo in via sperimentale per la durata di 6-9 mesi con un’attività dedicata alla gestione delle persone affette da patologie croniche e degli eventuali accessi per bassa complessità clinica acuta. In questo periodo saranno gestiti gli utenti residenti nell’area di Castellamonte del Distretto di Cuorgnè, che conta circa 16.400 assistiti, con la presenza di un medico di famiglia per 7 ore al giorno (dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19) dal lunedì al venerdì. Qualora la sperimentazione dia esiti favorevoli, sarà da prevedere a regime un’attività espletata da due medici per 7 ore al giorno per tutta la popolazione del distretto di Cuorgnè. 
 
PERCHE' UN CAP? - Quando sarà a regime il Cap gestirà la popolazione dell'intero distretto di Cuorgnè: una popolazione pari a circa 81000 abitanti, un’estensione territoriale pari a 95.178 metri quadrati con una densità di popolazione pari a 118 abitanti per chilometro quadrato, la più bassa nell’Asl TO4. «Il territorio - confermano dall'azienda sanitaria - è particolarmente complesso rispetto alle comunicazioni e alle distanze delle persone dai servizi e in tali realtà risulta importante portare i servizi delle cure primarie il più vicino possibile alla popolazione per poter rispondere al meglio alle necessità del cittadino. E il presidio sanitario di Castellamonte si colloca in posizione centrale nel distretto di Cuorgnè».
Politica
PONTE PRETI - Il ponte è sicuro ma inadatto al traffico pesante: i lavori non prima del 2020?
PONTE PRETI - Il ponte è sicuro ma inadatto al traffico pesante: i lavori non prima del 2020?
Notizie buone e meno buone sul futuro del Ponte Preti, la vecchia infrastruttura che collega Ivrea con l'alto Canavese lungo l'ex statale pedemontana. Per i lavori bisognerà attendere il passaggio all'Anas ma le tempistiche non sono chiare
IVREA - I 41 lavoratori di Giordano Vini contro il trasloco in Canavese
IVREA - I 41 lavoratori di Giordano Vini contro il trasloco in Canavese
Si è svolto oggi in Regione Piemonte un incontro tra i vertici delle società Comdata, Koiné e i rappresentanti sindacali
CANAVESE - Francesca Bonomo nella direzione nazionale del Partito Democratico
CANAVESE - Francesca Bonomo nella direzione nazionale del Partito Democratico
«Ci aspettano sfide importanti e spero che il nostro partito colga veramente l'occasione di essere plurale nelle idee ma unitario nelle azioni»
RIVAROLO - L'omaggio di Argentera ai suoi giovani partigiani - FOTO
RIVAROLO - L
Questa mattina, come ogni anno, i bimbi della scuola e le autorità della città di Rivarolo, hanno reso omaggio ai partigiani
CHIVASSO - Le fiaccole di Libera in «100 passi verso il 21 marzo»
CHIVASSO - Le fiaccole di Libera in «100 passi verso il 21 marzo»
Si è svolta venerdì la fiaccolata per celebrare la Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie
CANAVESE - «Pronto il progetto della variante Lombardore-Salassa»
CANAVESE - «Pronto il progetto della variante Lombardore-Salassa»
La Città Metropolitana vuole prepararsi al passaggio di alcune strade all'Anas elaborando progetti cantierabili in tempi stretti
BOSCONERO-RIVAROLO - Parte il cantiere per la rotonda in Borgata Vittoria
BOSCONERO-RIVAROLO - Parte il cantiere per la rotonda in Borgata Vittoria
«Dopo tanti anni in cui tanto si è parlato ma poco si è fatto finalmente questa importante opera sta per essere avviata», conferma Alessandro Chiapetto, consigliere del Movimento 5 Stelle della Città metropolitana
MAPPANO - Allarme sicurezza: assemblea pubblica venerdì 22
MAPPANO - Allarme sicurezza: assemblea pubblica venerdì 22
Assemblea pubblica unitaria promossa dai gruppi di minoranza Uniti per Mappano, Facciamo Mappano e Lista Mappano
LEINI - Il video del vicesindaco accende la campagna elettorale
LEINI - Il video del vicesindaco accende la campagna elettorale
Sta suscitando numerose polemiche il videomessaggio pubblicato venerdì 14 marzo da Fabrizio Troiani sulle «fake news»
AGLIE' - Tolte le piante nella zona del rio Rialto, spunta un castello...
AGLIE
Tutto questo grazie al grande lavoro delle squadre forestali regionali, coordinate da Paolo Fasciano
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore