CASTELLAMONTE - Finto decesso: solidarietà a Mazza

| Il Partito Democratico si stringe attorno al suo segretario locale. Massima vicinanza dai sindaci Pezzetto e Rostagno

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - Finto decesso: solidarietà a Mazza
Il Partito Democratico non ha intenzione di far passare sotto traccia il vergognoso episodio che ha coinvolto il segretario locale di Castellamonte, Pasquale Mazza, protagonista, suo malgrado, di un manifesto funebre. La morte annunciata, per fortuna, si è rivelata un falso. Sono diverse, però, le coincidenze con elementi del recente passato. Dall'auto dello stesso Mazza data alle fiamme un anno fa, alle polemiche suscitate dall'operato del consigliere d'opposizione che, evidentemente, ha dato fastidio a qualcuno.

«Ho sentito il consigliere Pasquale Mazza in merito a quanto successo in questi giorni - dice il sindaco di Cuorgnè, Beppe Pezzetto (che l'anno scorso ha ricevuto, via posta, dei proiettili e si è trovato un fucile incastrato nella porta del municipio) - esprimo tutta la mia solidarietà al consigliere Mazza, questi gesti di intimidazione rivolti ad amministratori locali iniziano ad essere un po' troppo frequenti, da un lato sono certo che le forze dell'ordine svolgeranno il loro compito, dall'altro su casi del genere la nostra condanna deve essere ferma e unanime, e non liquidata come uno scherzo di cattivo gusto».

Dello stesso avviso il sindaco di Rivarolo, Alberto Rostagno: «Nell'esprimere la solidarietà mia e di tutta l'amministrazione, stigmatizzo l'attacco nei confronti del consigliere di minoranza di Castellamonte. Non si costituisce il confronto politico con minacce ed insulti, facendosi forza dell'anonimato. E' un gesto che evidenzia povertà culturale e arroganza inaccettabile».

Netto il pensiero di Simona Randaccio che del partito del premier Matteo Renzi è responsabile giustizia della segreteria provinciale: «Sono molto preoccupata per quello che è successo. Le intimidazioni in puro stile mafioso ad un consigliere che fa sentire in consiglio la voce dei castellamontesi, sono un brutto segnale. Sono indice del fatto che Mazza ha colpito interessi tanto forti quanto inconfessabili che non si voleva venissero portati alla pubblica attenzione. Il Pd è vicino e solidale a Mazza e ai cittadini di Castellamonte. Non saranno lasciati soli nella loro battaglia per la legalità».

Ieri è sceso in campo anche il segretario regionale Davide Gariglio. «Massima solidarietà a Pasquale Mazza. Si tratta di un gesto deplorevole. Il partito organizzerà un evento sulla legalità in Canavese per confermare la sua vicinanza al territorio e ai temi della legalità». Nessuna presa di posizione, invece, da parte del Comune di Castellamonte. Giuliana Reano, invece, collega di Mazza all'opposizione in consiglio comunale, augura al segretario Pd un buon 15 agosto, data del presunto "funerale" a Pietrapertosa: «Sono certa che a Ferragosto farai una gran festa, alla faccia di chi ti vuole male.....Un abbraccio a te e alla tua famiglia».

Tramite Facebook anche numerosi altri sindaci hanno espresso la loro solidarietà a Mazza. C'è anche un comunicato dell'Anpi di Castellamonte (che vi riportiamo sotto). «Il presidio Libera "Luigi Ioculano" - fanno sapere dall'associazione di don Ciotti - esprime la sua solidarietà a Pasquale Mazza e alla sua famiglia rispetto ad un atto di tale gravità in attesa che venga fatta chiarezza dagli organi preposti».

Galleria fotografica
CASTELLAMONTE - Finto decesso: solidarietà a Mazza - immagine 1
Politica
CASTELLAMONTE - Uno striscione per la maestra di Rivarossa
CASTELLAMONTE - Uno striscione per la maestra di Rivarossa
Il gruppo Rebel Firm del Canavese ha preso posizione sul caso della maestra, schierandosi al suo fianco dopo le polemiche
RIVAROLO - Rotonde non collaudate nel pieno centro della città
RIVAROLO - Rotonde non collaudate nel pieno centro della città
Ancora una conferma dei lavori fatti con "leggerezza" dall'Asa. In municipio non sono rimasti nemmeno i progetti di allora
CUORGNE' - Spunta un duce sul muro di una casa - FOTO
CUORGNE
Archeologia del ventennio dal momento che si tratta di un murales sicuramente d'epoca con tanto di scritte
IVREA - CasaPound offre tutela legale gratis alla maestra di Rivarossa
IVREA - CasaPound offre tutela legale gratis alla maestra di Rivarossa
«Una persona deve essere giudicata per ciò che fa ogni giorno al lavoro e non per le proprie idee espresse su Facebook»
BAIRO - Scatta #TaggailMaiale: sabato giornata ecologica
BAIRO - Scatta #TaggailMaiale: sabato giornata ecologica
Dal Comune: «Chiediamo ai cittadini di vigilare il più possibile sull'abbandono di rifiuti e di segnalare il fenomeno»
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all'attacco
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all
Una nota contro l’insegnante arriva dal Pd di Castellamonte, città dove la maestra ha effettivamente insegnato per qualche tempo
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
L'insegnante avrebbe reso pubbliche le proprie preferenze politiche su diversi post che sono stati pubblicati sul profilo Facebook. Profilo che, nei giorni scorsi è stato oscurato. La Regione ha segnalato il caso anche al provveditorato
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
Forza Nuova si schiera al fianco dell'insegnante segnalata alla Polizia Postale dalla Regione dopo alcune frasi inneggianti il fascismo pubblicate su Facebook: «In Piemonte è diventato pericoloso anche solo pensare»
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l'addio a Teknoservice e Cca
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l
Il pensiero del sindaco è chiaro e sarà discusso, domani, in consiglio regionale. Il CCA e Teknoservice costano troppo
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
«Non sono fascista: la mia era una ricerca sociologica per vedere quali potevano essere le reazioni della gente quando si parla di un argomento delicato come il fascismo». Alessandra Pettorruso si difende dopo la segnalazione alla polizia
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore