CASTELLAMONTE - Il comitato dei cittadini contro l'amministrazione

| Pesante attacco del comitato di via Piccoli e strada del Ghiaro sulla gestione della centrale del teleriscaldamento ex Asa

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - Il comitato dei cittadini contro lamministrazione
Pesante attacco del comitato dei cittadini di via Piccoli e strada del Ghiaro sulla gestione della centrale del teleriscaldamento dell'ex sito Asa di Castellamonte. Attacco all'azienda che gestisce il serivizio e al vicesindaco Giovanni Maddio.

«E' d’obbligo evidenziare che in data 18 gennaio 2017 la Città Metropolitana, Servizio Qualità dell’Aria e Risorse Energetiche, i cui funzionari sono stati incontrati dal Comitato nel mese di febbraio, ha emesso un provvedimento di DIFFIDA nei confronti della Eurotecenergia, società che gestisce la centrale di teleriscaldamento dal 2013 dopo la disastrosa gestione ASA, a seguito delle diverse violazioni delle norme di riferimento, compreso il Codice dell’Ambiente, e in particolare con riferimento all’accensione di una caldaia a biomassa formalmente non ricompresa nell’atto autorizzativo originario della Città Metropolitana.

Dalla diffida emerge inoltre, cosa preoccupante, come per più volte consecutive nei mesi di novembre e dicembre 2016, in presenza di funzionari dell’Arpa e della Città Metropolitana, non è stato possibile effettuare i controlli delle emissioni in atmosfera previsti normativamente in quanto la ditta incaricata dei campionamenti delle polveri (incaricata da Eurotecenergia), stranamente tutte le volte, non disponeva della strumentazione necessaria per effettuare il suo lavoro. Inoltre all’atto del controllo in data 15/12/2016 (dopo precedenti diversi rinvii), viene constatato dagli enti preposti alla vigilanza che oltre all’utilizzo di una caldaia MAI autorizzata risultava volutamente esserci immissione, nei fumi di scarico della stessa caldaia, di aria falsa tale da distorcere le emissioni dal camino e renderle quindi meno inquinanti; appena disattivata l’apparecchiatura di aspirazione, che immetteva appunto tale aria falsa, le emissioni in atmosfera, guarda caso, sono immediatamente schizzate ben oltre i limiti previsti dalle norme di riferimento.

In tale contesto di mancato rispetto della legge, il vice sindaco Maddio il 12/01/2017 emette, invece di preoccuparsi dell’insana gestione delle caldaie a biomassa della centrale da parte della società Eurotecenergia e capire il perché dei problemi tecnici che da anni caratterizzano l’impianto, una ordinanza contingibile e urgente per ordinare all’azienda suddetta, in spregio delle autorizzazioni della Città Metropolitana, ente superiore, l’accensione di tutte le caldaie a biomassa della centrale di via del Ghiaro ovvero due in totale di cui una MAI AUTORIZZATA all’esercizio dalla stessa Città Metropolitana e creando di fatto i presupposti per emissioni in atmosfera oltre i limiti di legge.

Il Comitato insieme ai propri legali sta quindi valutando in tale contesto, e nell’attesa dei risultati degli autocontrolli ovviamente effettuati da Eurotecenergia l’ultimo giorno utile rispetto alle determinazioni contenute nella diffida della Città Metropolitana ovvero il 28/02/2017 e quindi in condizioni molto meno gravose rispetto a dicembre e gennaio scorsi oltre alla documentazione comprovante gli adempimenti obbligatori richiesti dalla stessa Città Metropolitana nel rispetto di quanto previsto dal Codice dell’Ambiente (che a Castellamonte a quanto pare è considerato carta straccia), se presentare esposto ai competenti enti a difesa della salute dei cittadini castellamontesi. Attendiamo nel frattempo che il vice sindaco Maddio - come da promesse dell’autunno scorso - si renda disponibile (per ora solo tante parole) per un tavolo di confronto sul problema più generale dell’area ASA e delle attività che vengono ivi svolte tenuto conto delle palesi perplessità più volte sollevate in merito dalla Città Metropolitana».

Politica
BOLLENGO - Il paese è stato uno dei «4000 luoghi del 21 marzo»
BOLLENGO - Il paese è stato uno dei «4000 luoghi del 21 marzo»
Iniziative nelle scuole del paese per la giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie
IVREA - L'Auditorium Mozart è adesso una sala pubblica - FOTO
IVREA - L
La città e tutto il Canavese hanno a disposizione un nuovo spazio di incontro per attività culturali, sociali, di formazione e impresa
SAN MAURIZIO - Partono i lavori del parco giochi di via della Quercia
SAN MAURIZIO - Partono i lavori del parco giochi di via della Quercia
Sarà un parco giochi privo di barriere architettoniche e con i giochi accessibili a tutti, anche ai piccoli con disabilità
VOLPIANO - Un terreno abbandonato diventa il «frutteto comunitario»
VOLPIANO - Un terreno abbandonato diventa il «frutteto comunitario»
Il progetto «I frutti proibiti» del Comune è stato selezionato nell'ambito del bando promosso dalla Compagnia San Paolo
ELEZIONI CANAVESE - Il 26 maggio vanno al voto 77 Comuni per eleggere i nuovi sindaci
ELEZIONI CANAVESE - Il 26 maggio vanno al voto 77 Comuni per eleggere i nuovi sindaci
Maxi tornata elettorale: in quegli stessi Comuni, ovviamente, gli elettori avranno tre schede sulle quali apporre il voto dal momento che domenica 26 maggio si voterà anche per le elezioni Europee e per le regionali del Piemonte
CANAVESE - Ferraris lascia la politica: «Una scelta doverosa»
CANAVESE - Ferraris lascia la politica: «Una scelta doverosa»
«E' maturo il tempo di tornare ad occuparmi delle mie attività professionali e restituire il grande bagaglio acquisito»
VOLPIANO - Dal Ministero dell'istruzione 78mila euro per gli asili
VOLPIANO - Dal Ministero dell
Le risorse possono essere utilizzate per i costi di gestione e per favorire l'accesso ai servizi dei bambini diversamente abili
PONTE PRETI - Il ponte è sicuro ma inadatto al traffico pesante: i lavori non prima del 2020?
PONTE PRETI - Il ponte è sicuro ma inadatto al traffico pesante: i lavori non prima del 2020?
Notizie buone e meno buone sul futuro del Ponte Preti, la vecchia infrastruttura che collega Ivrea con l'alto Canavese lungo l'ex statale pedemontana. Per i lavori bisognerà attendere il passaggio all'Anas ma le tempistiche non sono chiare
IVREA - I 41 lavoratori di Giordano Vini contro il trasloco in Canavese
IVREA - I 41 lavoratori di Giordano Vini contro il trasloco in Canavese
Si è svolto oggi in Regione Piemonte un incontro tra i vertici delle società Comdata, Koiné e i rappresentanti sindacali
CANAVESE - Francesca Bonomo nella direzione nazionale del Partito Democratico
CANAVESE - Francesca Bonomo nella direzione nazionale del Partito Democratico
«Ci aspettano sfide importanti e spero che il nostro partito colga veramente l'occasione di essere plurale nelle idee ma unitario nelle azioni»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore