CASTELLAMONTE - Il Movimento 5 Stelle chiede un consiglio comunale aperto sulla palestra demolita

| Il Movimento 5 Stelle propone una soluzione diversa all'amministrazione comunale per risolvere quello che da più parti è stato considerato uno scempio in pieno centro storico

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - Il Movimento 5 Stelle chiede un consiglio comunale aperto sulla palestra demolita
Un consiglio comunale aperto per valutare la possibilità di riprendersi l'area della vecchia palestra di piazza Repubblica. Il Movimento 5 Stelle propone una soluzione diversa all'amministrazione comunale per risolvere quello che da più parti è stato considerato uno scempio in pieno centro storico.

«Sembra che ad oggi lo abbiano notato in molti, in Piazza della Repubblica a Castellamonte, in silenzio senza colpo ferire, è stato demolito l’edificio della Ex Palestra Comunale. Valori storici e sociali buttati alle ortiche, per incapacità o per altro, ma una cosa è certa chi ha progettato tutto questo scempio porterà di sé un “certo ricordo” negli annali della storia Castellamontese, e avrà tutto il tempo per vergognarsene. Oggi si presenta come un classico “vuoto urbano”, ma domani potrebbe essere il classico esempio di interessi speculativi all’italiana, con un intervento edilizio che snaturerà una piazza urbana con le sue linee di fabbrica, i suoi contenuti sociali e storici. Oramai a Castellamonte ci si svende tutto, la nostra memoria e identità storica, il nostro ambiente, la nostra cultura, e parlare ancora di rispetto per l’ambiente e di visione comune del nostro futuro diventa un eufemismo».

«Il Gruppo Castellamontese del Movimento 5 Stelle, già da qualche tempo aveva messo all’attenzione dei media queste problematiche, la svendita del patrimonio comunale è un’aberrazione della capacità degli amministratori nella gestione del Bene comune. Ancora adesso su alcuni quotidiani locali, si legge di fantomatiche proposte di ripiego, fatte più per visibilità personale che per effettiva cognizione di causa. Il patrimonio comunale è un bene comune di tutti i cittadini e pretendere di discuterne a “quattrocchi” è una soluzione arrogante e supponente, un metodo da vecchia politica. Per tutto quanto sopra il Movimento 5 Stelle Gruppo di Castellamonte, ritiene necessario avviare un serio confronto Pubblico tra i cittadini al fine di addivenire ad una soluzione condivisa e motivata».

Pertanto il gruppo del M5S, chiede ufficialmente al sindaco di Castellamonte «la programmazione di un Consiglio Comunale Aperto al fine di verificare l’opportunità e la possibilità di addivenire al riacquisto del fabbricato in oggetto, ritenendo che il rientro nell’elenco dei beni demaniali e patrimoniali indisponibili è una questione etica sociale della nostra comunità. Si ritiene che tale strada possa essere percorsa tramite procedure quali: Art Bonus, procedura di Crowdfunding o Finanziamento Collettivo, Investimento pubblico. Il Gruppo Castellamontese del Movimento 5 Stelle, nella fase di discussione presenterà una proposta operativa, tramite uno studio di fattibilità e la redazione di un progetto per il riuso dell’area ex palestra a fini socio culturali».

«Il danno è fatto ma addossare sempre la colpa al passato non è una soluzione del futuro ma è un’incapacità del presente - conclude il consigliere Paolo Recco - il danno può essere ancora riparato, ma bisogna avere la capacità di ascoltare tutti, condividere e far partecipare tutta la comunità ai momenti decisionali, un metodo che fa acquisire quella forza propositiva che a volte manca per poter sognare un futuro diverso».

Dove è successo
Politica
IVREA - Terremoto nel Pd dopo le primarie: la Ballurio si dimette
IVREA - Terremoto nel Pd dopo le primarie: la Ballurio si dimette
Elisabetta Ballurio lascia il Partito Democratico e si dimette da presidente del consiglio comunale. Farà una sua lista civica?
FAVRIA - Nuovi sensi unici per migliorare la sicurezza stradale
FAVRIA - Nuovi sensi unici per migliorare la sicurezza stradale
Sopralluogo del sindaco Bellone e del consigliere metropolitano, Mauro Fava, alla strettoia di via Caporal Cattaneo
CANAVESANA - Taglio del nastro per la nuova stazione di Settimo
CANAVESANA - Taglio del nastro per la nuova stazione di Settimo
L'edificio, ora accessibile anche ai disabili, è dotato, tra le altre cose, di nuovi sistemi di sicurezza e di un nuovo sottopasso
MAPPANO - Il Comune incassa i primi 11mila euro dalla tasse
MAPPANO - Il Comune incassa i primi 11mila euro dalla tasse
Un risultato normale per un Comune ma che nel contesto di Mappano è stato reso possibile con la collaborazione di Borgaro
IVREA - PERINETTI VINCE LE PRIMARIE DEL PD: SARA' LUI IL CANDIDATO A SINDACO
IVREA - PERINETTI VINCE LE PRIMARIE DEL PD: SARA
Vince Maurizio Perinetti. Sarà lui il candidato a sindaco del Partito Democratico alle prossime amministrative di Ivrea, previste a giugno. Gli eporediesi hanno scelto votando Perinetti impegnato nel testa a testa contro Elisabetta Ballurio
LAVORO IN CANAVESE - Venti aziende del territorio cercano 80 persone: appuntamento a Ivrea
LAVORO IN CANAVESE - Venti aziende del territorio cercano 80 persone: appuntamento a Ivrea
L'evento è organizzato in collaborazione con l'Associazione per gli Insediamenti Universitari e l'Alta Formazione nel Canavese e con il patrocinio della Città di Ivrea. I colloqui di selezione venerdì 26 gennaio al centro per l'impiego
RIVAROLO - Il cordoglio per la scomparsa del dottor Provenzano
RIVAROLO - Il cordoglio per la scomparsa del dottor Provenzano
Si sono svolti l'altro pomeriggio i funerali di Giovanni Provenzano, medico ed ex assessore
SAN GIORGIO - L'associazione Antichi Mais ospite a Torino
SAN GIORGIO - L
Grazie al costante impegno di Loris Caretto di San Giorgio Canavese, Presidente Associazione Antichi Mais Piemontesi
IVREA - Autonomia del Piemonte: una mozione del centrodestra
IVREA - Autonomia del Piemonte: una mozione del centrodestra
La Lega Nord chiede al Comune di aderire ufficialmente al Comitato promotore per il referendum sull'autonomia piemontese
PROFUGHI IN CANAVESE - «Il campo di calcio solo ai profughi»: scattano le polemiche a Montalto Dora
PROFUGHI IN CANAVESE - «Il campo di calcio solo ai profughi»: scattano le polemiche a Montalto Dora
I migranti, una trentina, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, sono ospiti dalla parrocchia che li gestisce nell'ex casa di riposo. Alcuni residenti puntano il dito contro la gestione: «Il campo è per tutti ma è stato monopolizzato»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore