CASTELLAMONTE - La discarica di Vespia è una bomba ecologica: i cittadini temono un altro ampliamento

| Nel silenzio generale la ditta ha acquisito tutta una serie di terreni – hanno sottolineato gli abitanti della zona – siamo contrari ad un altro ampliamento della montagna di spazzatura e anche all'utilizzo di quei terreni per altri scopi»

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - La discarica di Vespia è una bomba ecologica: i cittadini temono un altro ampliamento
Il fantasma di un possibile ampliamento (l'ennesimo) torna ad aleggiare sulla discarica di Vespia. E, in particolare, tra i residenti di Campo, Muriaglio e Preparetto, le tre frazioni di Castellamonte a ridosso dell'enorme montagna di spazzatura. La ditta che è subentrata al fallito consorzio Asa nella gestione del sito di stoccaggio rifiuti, avrebbe acquistato alcuni terreni attorno alla discarica. Ma la destinazione d'uso di quei campi incolti, per il momento, è ancora ignota. 
 
Per questo motivo, l’altra sera a Muriaglio, i residenti hanno convocato un’assemblea pubblica per discutere della situazione. Invitati il Comune di Castellamonte, la ditta Agrigarden, l’Arpa e la Città metropolitana. Si è presentato solo il vicesindaco Giovanni Maddio. «Nel silenzio generale la ditta ha acquisito tutta una serie di terreni – hanno sottolineato gli abitanti della zona – siamo contrari ad un altro ampliamento della montagna di spazzatura e anche all’utilizzo di quei terreni per altri scopi. Sono prati verdi? Devono rimanere tali». Secondo il Comune, l’Agrigarden avrebbe acquistato quei campi per realizzare un deposito temporaneo per il «materiale di risulta», ovvero terra e detriti che verranno sbancati per il già previsto (e autorizzato) ampliamento della discarica. Anche su questa possibilità i residenti si sono dichiarati assolutamente contrari.
 
Il sito è stato «sospeso» a novembre dopo i controlli di Arpa e carabinieri che hanno individuato una serie di pericolose lacune nella gestione dei rifiuti. «Al momento in Comune non è arrivato nessun progetto da parte di Agrigarden – dice il vicesindaco Maddio – quando ci saranno delle richieste per eventuali depositi di terra o quant’altro toccherà agli organi preposti valutare la situazione. E’ una questione tecnica, non politica». 
 
Da piano regolatore i terreni oggetto del contendere hanno una destinazione d’uso agricola. «Il Comune – ha poi ribadito il vicesindaco – si è preso l’impegno di scrivere una lettera ad Agrigarden per chiedere delucidazioni in merito all’acquisto dei terreni». Dalla minoranza, invece, Pasquale Mazza, che ha invitato cittadini e istituzioni a fare fronte comune, ha chiesto all'amministrazione di vincolare quei terreni per evitare che possano essere utilizzati per ampliamenti di vario tipo o soluzioni viarie per garantire un accesso all'attuale montagna di spazzatura.
Dove è successo
Politica
MAPPANO - Via libera del Tar Piemonte a Mappano Comune
MAPPANO - Via libera del Tar Piemonte a Mappano Comune
Trovato l'accordo con la Regione, come promesso, Settimo Torinese ha ritirato il ricorso al tribunale amministrativo regionale
RIVAROLO - La città aderisce a M'illumino di meno
RIVAROLO - La città aderisce a M
L’amministrazione comunale invita tutti i cittadini a condividere e a "CondiVivere" un aperitivo a “Km. Zero” offerto da "Campagna amica"
IVREA - La città aderisce a M'illumino di meno: un mese di iniziative
IVREA - La città aderisce a M
Durante tutto il mese di marzo si svilupperà una campagna di informazione sul risparmio energetico insieme a Legambiente
CASTELLAMONTE - Case Atc ancora vuote: mancano gli affittuari
CASTELLAMONTE - Case Atc ancora vuote: mancano gli affittuari
L'amministrazione comunale sta incontrando inaspettate difficoltà a riempire i nuovi alloggi dell'Atc in via Barengo
FORNO CANAVESE - Arriva la multa per i gestori della palestra
FORNO CANAVESE - Arriva la multa per i gestori della palestra
Dopo l'ennesima lamentela sulla gestione dell'impianto, l'amministrazione comunale ha deciso di adottare le maniere forti
CANAVESE - Da Ivrea a Rivarolo: 136 ragazzi sul treno della memoria
CANAVESE - Da Ivrea a Rivarolo: 136 ragazzi sul treno della memoria
Dopo il primo treno, partito il 10 febbraio, domenica 26 febbraio partirà il secondo unito al gruppo dei partenti da Rivarolo
AGLIE' - Il futuro del Canavese potrebbe essere «transfrontaliero»
AGLIE
146 Comuni in corsa per il progetto "Graies Lab" che tradotto significa Generazioni Rurali Attive Innovanti e Solidali...
CUORGNE' - Il «giallo» dei soldi mancanti al centro incontro anziani
CUORGNE
Storia tormentata quella del centro anziani. Almeno negli ultimi anni, quando i tesserati sono passati da 400 a poco più di 100
RIVAROLO - Il teatro senza teatro: il Comune ci riprova
RIVAROLO - Il teatro senza teatro: il Comune ci riprova
«Una voltalmese»: è questo il titolo della rassegna che, una volta al mese, porterà il teatro negli spazi non teatrali di Rivarolo
BORGIALLO - La Regione finanzia il progetto di telelavoro
BORGIALLO - La Regione finanzia il progetto di telelavoro
La Giunta regionale dà così attuazione al Bando regionale emanato nel luglio del 2016. I progetti approvati coinvolgeranno in totale settantotto destinatari
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore