CASTELLAMONTE - La discarica di Vespia è una bomba ecologica: i cittadini temono un altro ampliamento

| Nel silenzio generale la ditta ha acquisito tutta una serie di terreni – hanno sottolineato gli abitanti della zona – siamo contrari ad un altro ampliamento della montagna di spazzatura e anche all'utilizzo di quei terreni per altri scopi»

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - La discarica di Vespia è una bomba ecologica: i cittadini temono un altro ampliamento
Il fantasma di un possibile ampliamento (l'ennesimo) torna ad aleggiare sulla discarica di Vespia. E, in particolare, tra i residenti di Campo, Muriaglio e Preparetto, le tre frazioni di Castellamonte a ridosso dell'enorme montagna di spazzatura. La ditta che è subentrata al fallito consorzio Asa nella gestione del sito di stoccaggio rifiuti, avrebbe acquistato alcuni terreni attorno alla discarica. Ma la destinazione d'uso di quei campi incolti, per il momento, è ancora ignota. 
 
Per questo motivo, l’altra sera a Muriaglio, i residenti hanno convocato un’assemblea pubblica per discutere della situazione. Invitati il Comune di Castellamonte, la ditta Agrigarden, l’Arpa e la Città metropolitana. Si è presentato solo il vicesindaco Giovanni Maddio. «Nel silenzio generale la ditta ha acquisito tutta una serie di terreni – hanno sottolineato gli abitanti della zona – siamo contrari ad un altro ampliamento della montagna di spazzatura e anche all’utilizzo di quei terreni per altri scopi. Sono prati verdi? Devono rimanere tali». Secondo il Comune, l’Agrigarden avrebbe acquistato quei campi per realizzare un deposito temporaneo per il «materiale di risulta», ovvero terra e detriti che verranno sbancati per il già previsto (e autorizzato) ampliamento della discarica. Anche su questa possibilità i residenti si sono dichiarati assolutamente contrari.
 
Il sito è stato «sospeso» a novembre dopo i controlli di Arpa e carabinieri che hanno individuato una serie di pericolose lacune nella gestione dei rifiuti. «Al momento in Comune non è arrivato nessun progetto da parte di Agrigarden – dice il vicesindaco Maddio – quando ci saranno delle richieste per eventuali depositi di terra o quant’altro toccherà agli organi preposti valutare la situazione. E’ una questione tecnica, non politica». 
 
Da piano regolatore i terreni oggetto del contendere hanno una destinazione d’uso agricola. «Il Comune – ha poi ribadito il vicesindaco – si è preso l’impegno di scrivere una lettera ad Agrigarden per chiedere delucidazioni in merito all’acquisto dei terreni». Dalla minoranza, invece, Pasquale Mazza, che ha invitato cittadini e istituzioni a fare fronte comune, ha chiesto all'amministrazione di vincolare quei terreni per evitare che possano essere utilizzati per ampliamenti di vario tipo o soluzioni viarie per garantire un accesso all'attuale montagna di spazzatura.
Dove è successo
Politica
IVREA - Elezioni 2018: parte il progetto civico di ViviamoIvrea
IVREA - Elezioni 2018: parte il progetto civico di ViviamoIvrea
Si sono già uniti al progetto civico gli attivisti locali delle forze di sinistra, Rifondazione Comunista e Sinistra Italiana
SCUOLA - Una borsa di studio dagli ex dipendenti Olivetti
SCUOLA - Una borsa di studio dagli ex dipendenti Olivetti
La Borsa di Studio, intitolata a Lucio Antonelli, Co-Fondatore e Socio Benemerito di Pozzo di Miele, avrà un valore di 1000 euro
CAREMA - I vigneti di Canavese e Valle d'Aosta uniti per il turismo
CAREMA - I vigneti di Canavese e Valle d
Il progetto è stato presentato nella sede dell'assessorato all'agricoltura e risorse naturali della Regione Valle d'Aosta
VOLPIANO - David Puente al lavoro contro bufale e fake news
VOLPIANO - David Puente al lavoro contro bufale e fake news
Ospite del festival «I luoghi delle parole» il blogger ha indicato le tipologie più pericolose di bufale che circolano su Internet
IVREA-ALBIANO - Mediapolis: Legambiente se la prende con il Pd
IVREA-ALBIANO - Mediapolis: Legambiente se la prende con il Pd
Il circolo Legambiente Dora Baltea esprime perplessità sulle parole del nuovo segretario del Partito Democratico di Ivrea
BELMONTE - Primo passo avanti della Regione per salvare santuario e Sacro Monte, patrimonio Unesco
BELMONTE - Primo passo avanti della Regione per salvare santuario e Sacro Monte, patrimonio Unesco
La Regione garantisce massimo impegno per salvare Belmonte, uno dei simboli del Canavese. Se ne è discusso anche in consiglio regionale dopo l'ordine del giorno presentato dal consigliere Valentina Caputo
CANAVESE - Le Lega Nord torna a chiedere il referendum
CANAVESE - Le Lega Nord torna a chiedere il referendum
«Chiamparino, se ci sei batti un colpo», dice il segretario del Carroccio, Cesare Pianasso, sollecitando la Regione
RIVAROLO - Al Vallesusa ufficio pubblico ma strada privata... FOTO
RIVAROLO - Al Vallesusa ufficio pubblico ma strada privata... FOTO
Lo strano caso dell'ex cotonificio. Da qualche giorno affissi i cartelli: «Strada privata: rallentare, attenzione buche»
IVREA - Striscione sulla sede di Comdata contro i sindacati: dura reazione di Rifondazione Comunista
IVREA - Striscione sulla sede di Comdata contro i sindacati: dura reazione di Rifondazione Comunista
Uno striscione dal testo piuttosto pesante contro i sindacati è stato affisso l'altra sera dal gruppo «Rebel Firm» di Ivrea. Oggi è arrivata la risposta del circolo di Rifondazione. Lo striscione ha coperto la scritta «Olivetti»
IVREA - Un appello per la messa al bando di tutte le armi nucleari
IVREA - Un appello per la messa al bando di tutte le armi nucleari
Diverse associazioni eporediesi hanno presentato l'appello al Comune di Ivrea chiedendo che l'Italia aderisca al Trattato ONU
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore