CASTELLAMONTE - La toccante lettera di Liliana Segre per Marcello Martini

| Sala consiglio di Palazzo Antonelli gremita, questa mattina, sabato 4 maggio, per il conferimento della cittadinanza onoraria a Marcello Martini

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - La toccante lettera di Liliana Segre per Marcello Martini
Sala consiglio di Palazzo Antonelli gremita, questa mattina, sabato 4 maggio, per il conferimento della cittadinanza onoraria a Marcello Martini. Grande emozione in tutti i presenti nel racconto di quei drammatici giorni nel campo di concentramento. «Marcello Martini è stato il più giovane deportato politico italiano, sopravvissuto all'orrore di Mauthausen - scrive il consigliere delegato alla cultura del Comune, Claudio Bethaz - è stato emozionante ascoltare ancora una volta la sua voce ricordare le tragedie del passato per cercare di spingere i giovani a costruire un mondo senza odio e ingiustizie. Grazie a persone come lui siamo più liberi e consapevoli. Impegniamoci perché quello che Marcello Martini ha passato non capiti mai più».

Tramite l'ex Senatore Eugenio Bozzello è poi arrivata una lettera della Senatrice Liliana Segre. «Oggi, in questa nostra Repubblica, in questo 4 Maggio, festeggiamo a Castellamonte una persona  speciale, che merita davvero questo importante riconoscimento - spiega Bozzello - grazie Marcello Martini per tutto quello che hai fatto e che ancora farai per molti anni: fondamentale è portare ai giovani, che non hanno vissuto quel terribile periodo, la tua preziosa testimonianza. Devono capire cosa è avvenuto un secolo fa, perché l’importanza di ricordare il passato, soprattutto attraverso esperienze vissute, tiene viva la memoria affinchè non si ripetano più gli stessi errori».

Toccante la lettera di Liliana Segre. «Quella di Marcello Martini è una storia emblematica del nostro novecento. Antifascista, vive l'esperienza terribile dei campi di concentramento nazisti, riesce a sopravvivere, torna in Italia, si laurea in chimica, trascorre una vita di impegno professionale e civile. La sua esperienza negli anni peggiori della seconda guerra mondiale incrocia per molti versi la mia, per cui capite che è con particolare trasporto che partecipo idealmente alla vostra cerimonia di Castellamonte. Io fui per perseguitata con la mia famiglia per la sola colpa di essere nati ebrei, prima dell'Italia delle ignobili leggi razziste approvate dal fascismo poi con la deportazione in un campo di sterminio. Anch'io come Martini ho il mio numero tatuato sul braccio. Anch'io, infine, ho dovuto partecipare ad una terribile marcia della morte. Fu una strage. Partimmo in 58000: arrivammo al campo in 300. Nei primi giorni di aprile un gruppo di prigionieri di guerra francesi, vedendoci nello stato in cui eravamo, ci disse: "Cercate di non morire, tenete duro, stanno arrivando russi e americani". Pare facile non morire in quelle condizioni... Razzolando nel letamaio dei contadini, mangiando erba, sbranando cavalli morti. Con un freddo tale che al mattino ci svegliavamo ricoperti di ghiaccio. Finalmente giunse il Primo Maggio in cui vedemmo gli americani. Anche Martini in quei giorni tornò ad essere un uomo libero. Ecco, vorrei concludere abbracciando idealmente Marcello Martini e tutti voi e ricordando il perenne monito di Primo Levi: "È accaduto, può accadere ancora". Mai dimenticare, mai voltarsi dall'altra parte, mai restare indifferenti, perché i pericoli del razzismo, dell'antisemitismo, della xenofobia sono sempre incombenti e di pace e democrazia c'è sempre un rinnovato bisogno».

Politica
QUINCINETTO - Frana: accolti i suggerimenti dei sindaci della zona
QUINCINETTO - Frana: accolti i suggerimenti dei sindaci della zona
Il piano speditivo per gestire il traffico in caso di chiusura dell'autostrada A5 Torino-Aosta è destinato a cambiare
CERESOLE REALE - Accessi limitati alle auto? Uncem chiede regole per salvaguardare pedoni, ciclisti e ambiente
CERESOLE REALE - Accessi limitati alle auto? Uncem chiede regole per salvaguardare pedoni, ciclisti e ambiente
Da anni si parla di regolamentare le auto in quota anche in Canavese, in particolare sulla strada che da Ceresole sale fino al colle del Nivolet. Anche quest'anno la discussione è tornata d'attualità dopo il passaggio del Giro d'Italia
ISTRUZIONE - Lo scuolabus resta gratuito: esultano sindaci e amministrazioni locali
ISTRUZIONE - Lo scuolabus resta gratuito: esultano sindaci e amministrazioni locali
Buone notizie per le famiglie interessate dal servizio scuolabus. I Comuni, se il bilancio lo consentirà, potranno continuare a integrare le spese
CANAVESE - Raffica di contributi alle scuole dell'infanzia paritarie
CANAVESE - Raffica di contributi alle scuole dell
Lo stanziamento per l'anno scolastico 2018-2019 supera quello che era stato erogato per l'annata precedente dalla Regione
VALPERGA - Consiglio comunale: tutti assenti, in aula solo il sindaco
VALPERGA - Consiglio comunale: tutti assenti, in aula solo il sindaco
Ci vorrà un terzo consiglio comunale per far passare la contestata variante al piano regolatore già oggetto di scontri e polemiche
RIVAROLO CANAVESE - Cittadinanza onoraria per il vescovo emerito di Ivrea, monsignor Luigi Bettazzi
RIVAROLO CANAVESE - Cittadinanza onoraria per il vescovo emerito di Ivrea, monsignor Luigi Bettazzi
L'evento per il conferimento della cittadinanza onoraria si svolgerà in Sala Consiliare domenica 29 settembre, in occasione della Festa di San Michele Arcangelo. Lo ha deciso la giunta comunale del sindaco Alberto Rostagno
SICUREZZA - Più forze dell'ordine su treni e stazioni ferroviarie
SICUREZZA - Più forze dell
Il protocollo siglato in Prefettura prevede l'installazione di telecamere e tornelli nelle principali stazioni della zona
CASTELLAMONTE - Mostra: Bethaz e Mazza rispondono alla Lega
CASTELLAMONTE - Mostra: Bethaz e Mazza rispondono alla Lega
All'attacco della Lega sulla Mostra della Ceramica di quest'anno è arrivata puntuale la risposta dell'amministrazione comunale
CASTELLAMONTE - Lega a gamba tesa sulla Mostra della Ceramica
CASTELLAMONTE - Lega a gamba tesa sulla Mostra della Ceramica
«L'anticipo a luglio rispetto alle edizioni precedenti non è stato una mossa vincente, vista la bassa affluenza di pubblico»
CANAVESE - Tre idee per dare nuova vita ai territori di montagna
CANAVESE - Tre idee per dare nuova vita ai territori di montagna
Sono tre le proposte operative che Confindustria per la Montagna ha rivolto al ministro per gli affari regionali Erika Stefani
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore