CASTELLAMONTE - Addio all'Aec, l'inutile società pubblica

| Non è servita a nulla però costerà ai cittadini 80 mila euro tra rimborsi spese, notai e liquidatori

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - Addio allAec, linutile società pubblica
Va in liquidazione, dopo due anni di "nulla", la «Aec», l'Azienda Ecologica Canavesana, fondata nel 2011 per salvare il ramo rifiuti dell'Asa. Una società pubblica, sostenuta dagli stessi Comuni protagonisti del clamoroso dissesto che ha affossato il consorzio multi-utility del Canavese. E proprio per coerenza, la Aec ha chiuso la sua (fin troppo) lunga vita con un disastro. Non solo ha fallito nel tentativo di salvare l'Asa ma, nonostante l'inutilità, è costata ai soci 80 mila euro di spese.

In questo caso, "soci" sta per Comuni. Ovvero le tasche dei cittadini. Le amministrazioni comunali dell'alto Canavese avevano investito 5 euro ad abitante per dare vita alla società. Gliene torneranno indietro solo quattro, dal momento che, ritirando le quote, andranno detratte le spese. La sorpresa è che, nonostante l'inutilità, la Aec è costata uno sproposito. Tra rimborsi spese al consiglio di amministrazione, notai, liquidatori e revisori dei conti, ai Comuni non torneranno indietro tra i 70 e gli 80 mila euro. Davvero troppo per una società che, a conti fatti, non è servita a nulla.

L'ennesimo carrozzone politico, nato con ottimi auspici e naufragato nel giro di qualche mese a fronte delle indecisioni di moltissimi sindaci dell'alto Canavese, scettici fino all'ultimo quando è stato ora di impegnarsi sul serio per salvare almeno il ramo rifiuti dell'Asa. Ora che la raccolta è passata ai privati della Teknoservice, se non altro è arrivato il momento di liquidare l'inutile Aec. Peccato che il conto sia davvero troppo salato.

Politica
IVREA - L'Asl To4 avvia il procedimento contro il sindacalista Nursind
IVREA - L
«In qualità di dipendente avrebbe dovuto avvisare l'amministrazione del danno che le temperature potevano arrecare»
CANAVESANA - Ispezione a sorpresa di Mauro Fava sui treni della Gtt
CANAVESANA - Ispezione a sorpresa di Mauro Fava sui treni della Gtt
«Sono stato fortunato - spiega - perché oggi ho potuto viaggiare su uno dei convogli più moderni a disposizione di Gtt»
LEINI - Uniti per Leini, provoca la giunta: «La tavola è imbandita»
LEINI - Uniti per Leini, provoca la giunta: «La tavola è imbandita»
Sabato scorso in piazza, in occasione del mercato, il gruppo di Uniti per Leini, ha allestito il suo gazebo informativo
CANAVESE - Mercoledì di passione su treni e bus: scioperi in vista
CANAVESE - Mercoledì di passione su treni e bus: scioperi in vista
Allo sciopero nazionale di quattro ore che coinvolgerà il trasporto pubblico locale anche ferroviario si somma lo sciopero del gruppo Fs
VOLPIANO - Panchine del Centro Jolly sul valore della diversità
VOLPIANO - Panchine del Centro Jolly sul valore della diversità
L'inaugurazione di fronte al municipio si è svolta mercoledì 17 luglio con la partecipazione dei ragazzi del Centro Estivo
COMUNI ETICI - Caravino, Chiaverano e Maglione entrano nel progetto
COMUNI ETICI - Caravino, Chiaverano e Maglione entrano nel progetto
Progetto del Centro Ricerca e Studi Nord Ovest, associazione di promozione sociale che svolge l'opera di informazione e formazione
CANAVESANA - Uncem con i pendolari: «La Gtt non sia latitante»
CANAVESANA - Uncem con i pendolari: «La Gtt non sia latitante»
«Chiediamo alla Regione, con l'assessore Gabusi, di intervenire su Gtt affinché chiarisca obiettivi e modalità organizzative»
OZEGNA - Con Ginestra degli Schiavoni un gemellaggio riuscito
OZEGNA - Con Ginestra degli Schiavoni un gemellaggio riuscito
Conclusa la due giorni in terra sannita della delegazione di Ozegna per la sottoscrizione del Patto di Gemellaggio e Amicizia
IVREA - Scontro sullo Storico Carnevale: il Comune tira dritto
IVREA - Scontro sullo Storico Carnevale: il Comune tira dritto
Le componenti hanno chiesto di posticipare la ratifica dello Statuto attraverso una lettera. Appello che ha ricevuto un diniego
SAN GIUSTO CANAVESE - Il ricordo di Paolo Borsellino e delle vittime della mafia davanti alla villa confiscata al boss Assisi
SAN GIUSTO CANAVESE - Il ricordo di Paolo Borsellino e delle vittime della mafia davanti alla villa confiscata al boss Assisi
«La confisca di questa villa a San Giusto Canavese e la recente cattura dopo anni di latitanza del boss del narcotraffico che l'abitava, è la prova che lo Stato vince». Queste le parole del presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore