CASTELLAMONTE - Stop alle feste nelle scuole: Il Comune contro il preside

| Dopo le polemiche sulle feste di fine anno saltate, il sindaco e l'assessore all'istruzione hanno diffuso un comunicato

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - Stop alle feste nelle scuole: Il Comune contro il preside
Dopo le polemiche sulle feste di fine anno saltate nelle scuole di Castellamonte, il sindaco Pasquale Mazza e l'assessore all'istruzione Chiara Faletto hanno diffuso un comunicato stampa per fare chiarezza sull'accaduto. E per dissociarsi (ancora una volta) dal preside della scuole Federico Morgando.

«È doveroso fare un po' di chiarezza nei confronti dei genitori e dei bimbi che si sono visti annullare per la seconda volta la festa di fine anno. La sicurezza sta diventando il paravento per celare le vere motivazioni che ci sono dietro a questi dinieghi e il prezzo più caro l'hanno pagato le persone più innocenti, i nostri bambini. Nel momento in cui siamo venuti a conoscenza che il Dirigente scolastico Federico Morgando non aveva autorizzato lo svolgimento delle feste delle due scuole dell'infanzia di Castellamonte, sotto richiesta esplicita di moltissimi genitori di entrambi i plessi, che non avevano gradito il diniego del Dirigente senza neanche proporre qualche alternativa possibile, ci siamo immediatamente attivati per consentire lo svolgimento delle due feste e assumendoci la piena responsabilità, abbiamo regolarmente conferito l'incarico al Geom. Claudio Succio per predisporre i dovuti piani di Sicurezza.

La sicurezza non deve essere strumentalizzata, ma valutata attraverso analisi tecniche specifiche, tenendo conto di tutti gli elementi che possono influire sulla tipologia di manifestazione che si deve organizzare, ed in modo particolare, del tipo di pubblico che partecipa, della sua storia, della tradizione e del luogo che la ospita. Se riflettiamo su questi gradienti funzionali certamente l’Italia cresce le future generazioni con la resilienza di un vero Italiano! È stata una settimana intensa ma tutti quanti ci siamo impegnati per "regalare un sogno" ai nostri piccolini, purtroppo ci siamo riusciti solo per un plesso, il Giraudo. È stato emozionante vedere l'impegno che i bimbi e le maestre hanno messo per la buona riuscita della festa e l'orgoglio dei bimbi, nel ricevere i loro "diplomini" che simbolicamente gli danno l'accesso alla prima elementare.

L'infanzia Musso non ha avuto la stessa soddisfazione. Come per la prima volta, a poche ore dall'inizio gli è arrivato nuovamente uno stop per la festa.  L'unico risultato ottenuto è stato solo quello di deludere quasi un centinaio di bambini, di non permettere ai genitori di assistere ad uno spettacolo che faceva parte di un "Progetto didattico musicale", di non poter vedere i progressi che i loro bimbi hanno fatto, impegnandosi giorno dopo giorno per svariati mesi. Genitori che per ben due volte hanno chiesto permessi lavorativi per partecipare al saggio, genitori che hanno dato la loro disponibilità per aiutare nella preparazione della festa, i volontari della Croce Rossa che sono stati chiamati frettolosamente e che nello stesso modo sono stati annullati e maestre che quotidianamente si sono impegnate con i nostri figli per farli crescere con sani principi, senza tralasciare tutti gli uffici che hanno lavorato per permettere lo svolgimento delle due feste. Non è moralmente giusto, quale pericolo potevano correre cantando le loro canzoncine all'interno del giardino della loro scuola, dove peraltro giocano quotidianamente?

Non comprendiamo neanche i motivi per i quali il Dirigente Morgando, essendo a conoscenza della programmazione scolastica, non abbia annullato mesi fa questi saggi invece che all'ultimo momento disattendendo le aspettative dei suoi studenti e ancora, come mai non ci abbia contattato per cercare insieme una soluzione pur conoscendo la nostra disponibilità e dopo aver ricevuto diverse nostre comunicazioni in merito, comprese le copie dei piani di sicurezza. Da cosa è portata tutta questa reticenza?».

Politica
CHIVASSO - Una ciclabile per Verolengo: dieci chilometri per le bici
CHIVASSO - Una ciclabile per Verolengo: dieci chilometri per le bici
Le risorse regionali disponibili, un milione e 900mila euro, consentono il finanziamento della tratta in condivisione con VenTo
CASELLE - Aeroporto: calano i passeggeri e sono sotto i 4 milioni
CASELLE - Aeroporto: calano i passeggeri e sono sotto i 4 milioni
Avetta, consigliere Pd, ha presentato un'interrogazione per chiedere alla Regione se sarà predisposto un piano d'intervento
MAPPANO - Giorno della Memoria: incontro con il «Museo diffuso della Resistenza»
MAPPANO - Giorno della Memoria: incontro con il «Museo diffuso della Resistenza»
Parteciperanno alla serata anche i ragazzi mappanesi che lo scorso anno hanno preso parte al treno della memoria
CALUSO - Non ci sarà la cittadinanza onoraria per Liliana Segre
CALUSO - Non ci sarà la cittadinanza onoraria per Liliana Segre
L'amministrazione ha fatto sapere al gruppo di minoranza che la cittadinanza onoraria non rientra nelle priorità del Comune
CASTELLAMONTE - «Musica della memoria», emozioni e lacrime
CASTELLAMONTE - «Musica della memoria», emozioni e lacrime
Agli artisti del duo Aine il merito di aver proseguito il progetto che già negli anni scorsi li aveva visti protagonisti
BORGARO-CASELLE - Da lunedi tornano i Sadem del tardo pomeriggio
BORGARO-CASELLE - Da lunedi tornano i Sadem del tardo pomeriggio
«Primo passo in avanti merito del lavoro di concertazione fatto dalle amministrazioni comunali di Borgaro e Caselle»
CALUSO - Gli studenti «simulano» la commissione dell'Onu
CALUSO - Gli studenti «simulano» la commissione dell
Sono state tre giornate molto intense quelle vissute dai sei studenti degli indirizzi Scientifico e Linguistico del Martinetti
CASTELLAMONTE - Studenti del Faccio a lezione di Costituzione
CASTELLAMONTE - Studenti del Faccio a lezione di Costituzione
In cattedra il comandante della polizia locale di Cuorgnè, il commissario Linuccia Amore. Tante le tematiche sviluppate
RIVAROLO - Progetti comuni: Marocco e Canavese sono più vicini
RIVAROLO - Progetti comuni: Marocco e Canavese sono più vicini
Già il prossimo mese di maggio i sindaci del Canavese voleranno in Marocco per prendere contatto con la realtà locale
IVREA - La protesta dei pesci di fiume: sit-in di Legambiente
IVREA - La protesta dei pesci di fiume: sit-in di Legambiente
Prelievi eccessivi e nuovi cantieri in quota, in luoghi incontaminati, minacciano la vita di centinaia di corsi d'acqua
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore