CASTELLAMONTE - Sui lavori alla Cresto si va alla Corte dei Conti

| Il Pd scrive una lettera all'organo dello Stato sul pasticcio del mezzo milione promesso dal governo Letta e mai arrivato

+ Miei preferiti
CASTELLAMONTE - Sui lavori alla Cresto si va alla Corte dei Conti
Dopo le polemiche in consiglio comunale e il grido d'allarme dell'amministrazione di Castellamonte, il Partito Democratico, per voce del suo segretario locale Pasquale Mazza, alza il tiro sul mezzo milione di euro «fantasma», quello che il governo Letta avrebbe stanziato per i lavori alla scuola media Cresto. Condizionale d'obbligo perchè quei 500 mila euro non sono mai arrivati. «Colpa» dell'iter amministrativo seguito dal Comune che, di fatto, avrebbe portato all'esclusione di Castellamonte dai lavori finanziabili con il decreto del fare. Dopo che la ditta (che ha correttamente eseguito i lavori) ha presentato un'ingiunzione di pagamento al Comune, la discussione ha riguardato anche il consiglio comunale. Al termine del quale Mazza ha preannunciato che invierà la documentazione alla Corte dei Conti.

«Perché è stata espletata una gara con tre imprese quando la legge dice che devono essere almeno cinque? - chiede Mazza - perché l’ordinanza dei lavori non è mai stata pubblicata sull’albo pretorio? Il ribasso dell’1,98% è ridicolo, sa di beffa verso gli altri imprenditori. La cosa ancora più grave è che a Castellamonte tutti i lavori sono urgenti e vengono affidati con ordinanze. Castellamonte è l’unico Comune dove la giunta comunica all’ufficio tecnico l’elenco delle imprese da invitare. E’ illegale».
 
Da qui l'idea di coinvolgere la Corte dei Conti. «Noi non vogliamo far perdere i soldi alle scuole perché ne hanno molto bisogno - rilancia il segretario Pd - quindi proponiamo che nel caso il contributo non venga elargito, il Ministero appalti i 500.000 euro per altri lavori alle scuole medie, mentre il mezzo milione per i lavori fatti li paga chi ha sbagliato, ovviamente comprese le spese legali».  
Dove è successo
Politica
CUORGNE' - Chiude (ancora una volta) il bocciodromo di via Braggio: diventerà una palestra?
CUORGNE
L'impianto sportivo, entro la fine dell'anno, perderà il gestore e rimarrà, ancora una volta, una cattedrale nel deserto. La posa del primo mattone risale al 1990. Poi uno stop di 23 anni. Le bocce, però, evidentemente «non tirano»
CASTELLAMONTE - Il centro anziani chiude: i socialisti non ci stanno
CASTELLAMONTE - Il centro anziani chiude: i socialisti non ci stanno
Dopo decenni di servizio l'associazione è ormai ad un passo dalla chiusura a causa del calo degli iscritti e dell'aumento dei costi
IVREA - Caffè con l'esperto: incontro sui media con Marco Mussini
IVREA - Caffè con l
Marco Mussini, giornalista ed ex-assistente all'Europarlamento, parlerà di comunicazione e media
TORINO-CERES - Da Vivi Caselle una proposta per ridurre i disagi
TORINO-CERES - Da Vivi Caselle una proposta per ridurre i disagi
Dopo la proposta per ridurre i disagi del tunnel di corso Grosseto a chi usa i bus, arriva un'analoga iniziativa per i treni
IVREA - Dall'Anpi un appello a coerenza e responsabilità
IVREA - Dall
Riceviamo e pubblichiamo una riflessione sull'attualità (anche in Canavese) di Mario Beiletti dell'Anpi Ivrea e Basso Canavese
CANAVESE - Esposto in procura contro l'Asl To4: «Negli ospedali del Canavese poco personale e pazienti a rischio»
CANAVESE - Esposto in procura contro l
Dopo il fallito tentativo in Prefettura, il segretario territoriale Giuseppe Summa, a nome del Nursind, ha presentato un esposto alla procura di Ivrea per denunciare le gravissime condizioni in cui verserebbero gli ospedali dell'Asl To4
IVREA - Neve e ghiaccio: la città resta senza sale e il Comune si scusa
IVREA - Neve e ghiaccio: la città resta senza sale e il Comune si scusa
Diventano oggetto di scontro politico i disagi patiti dagli eporediesi dopo l'ondata di maltempo. Attacco della Lega Nord
IVREA - I carnevali storici del Piemonte uniscono le forze
IVREA - I carnevali storici del Piemonte uniscono le forze
I grandi Carnevali regionali non solo svolgono una funzione storico-sociale ma rappresentano un’importante occasione di promozione del territorio piemontese. Un patto tra Borgosesia, Chivasso, Ivrea e Santhià
TRASPORTI SCADENTI - Indagine di Legambiente: la Canavesana è tra le dieci ferrovie peggiori d'Italia
TRASPORTI SCADENTI - Indagine di Legambiente: la Canavesana è tra le dieci ferrovie peggiori d
Per la prima volta c'è anche la ferrovia del Canavese nella poco invidiabile classifica di Legambiente. Settima in graduatoria insieme alla Circumvesuviana, la Reggio Calabria-Taranto, la Campobasso-Roma e l'Agrigento-Palermo...
CANAVESANA E TORINO-CERES - Taglio dei treni per la montagna
CANAVESANA E TORINO-CERES - Taglio dei treni per la montagna
Nadia Conticelli, consigliera regionale e presidente della commissione Trasporti, presenterà un question time in Consiglio
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore