CERESOLE REALE - Definitivo addio a Casa Gran Paradiso?

| La Provincia chiede al nuovo sindaco di ripensarci. Il futuro della struttura turistica è un'incognita

+ Miei preferiti
CERESOLE REALE - Definitivo addio a Casa Gran Paradiso?
Una ex casa cantoniera della Provincia di Torino al servizio della cultura delle valli torinesi del Parco Gran Paradiso. A Ceresole Reale per cinque anni, a partire dall’estate del 2008, Casa GranParadiso ha rappresentato un tentativo riuscito di contribuire alla valorizzazione del territorio attraverso mostre, incontri con gli autori, proiezioni e conferenze organizzate dall’associazione Amici del Gran Paradiso. Il Comune di Ceresole ora ha deciso di riprendere in mano la gestione della struttura, nonostante la disponibilità della Provincia a proseguire nell’esperienza avviata nel 2008, ribadita da una lettera inviata dall’allora presidente Antonio Saitta al nuovo Sindaco di Ceresole, Andrea Basolo.
 
Nella lettera si sottolineava con soddisfazione livello dell’offerta culturale garantito dalla Provincia e dagli Amici del Gran Paradiso. Durante le stagioni estive ed invernali di Casa GranParadiso numerosi illustri ospiti sono infatti approdati a Ceresole: l’attrice Catherine Spaak (applaudita protagonista degli eventi organizzati dalla “Terza isola” di Giacomo Bottino), l’alpinista Marco Confortola (reduce da una tormentata spedizione sul K2), il Vescovo emerito di Ivrea Monsignor Luigi Bettazzi, Maurizio Oviglia, lo storico Gianni Oliva, i meteorologi Luca Mercalli e Daniele Cat Berro, gli storici dell’alpinismo Enrico Camanni e Roberto Mantovani.
 
Di indiscutibile livello anche le mostre allestite in cinque anni a Casa Gran Paradiso: dalla personale dell’incisore Remo Wolf alle immagini delle Cacce reali, dalle foto degli alpini della Taurinense in Afghanistan alla storia dell’alpinista Giusto Gervasutti”. Nei locali al piano strada dell’edificio di proprietà della Provincia ha inoltre ospitato la sezione narrativa della biblioteca della montagna “Gianni Oberto” (che adesso torna alla Cà dal Meist), una foresteria e l’Ufficio Turistico, che, per la stagione estiva 2014, il Comune intende gestire direttamente.
 
«In base alla convenzione tra la Provincia, il Comune di Ceresole Reale e l’associazione Amici del Gran Paradiso, l’amministrazione comunale ha il diritto di assumere direttamente la gestione della ex Cantoniera. – sottolinea l’attuale Vice-Presidente della Provincia, Alberto Avetta - Vorremmo però ricordare che da parte del nostro Ente vi è sempre stata la massima attenzione alle esigenze della comunità ceresolina. Recentemente la Provincia ha finanziato lavori di ristrutturazione e manutenzione straordinaria di Casa GranParadiso.
 
Se poi vogliamo prestare attenzione anche ai gesti simbolici, vorrei ricordare che, nel settembre del 2010, in vista delle manifestazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia, la Giunta provinciale e la Consulta permanente dei Consiglieri e amministratori della Provincia organizzarono a casa GranParadiso un convegno sul tema “Idroelettrico e uso plurimo delle acque. Il progetto della Valle Orco”. Durante quel convegno fu ripercorsa la storia dei progetti e delle iniziative per l’utilizzazione a fini idroelettrici e terapeutici delle risorse idriche locali. Fu sottolineato che, a cavallo tra il XIX ed il XX secolo, la Provincia di Torino ebbe un ruolo di precursore e promotore dell’utilizzo della risorsa idroelettrica in Valle Orco e che quell’attenzione al territorio non è mai venuta meno. Auspichiamo che il dialogo con il Comune di Ceresole Reale possa essere riavviato, nel rispetto delle esigenze e dei diritti dei due Enti e nell’interesse della comunità locale e dell’intera comunità provinciale» conclude il Vice-Presidente Avetta.
Politica
PONTE PRETI - La Città metropolitana assicura: «300 mila euro per la sicurezza»
PONTE PRETI - La Città metropolitana assicura: «300 mila euro per la sicurezza»
«Il ponte Preti è una struttura ben diversa dal ponte dell'autostrada A10 crollato a Genova ed è una struttura monitorata in continuo dal nostro servizio Viabilità»
PONTE PRETI - Il ponte è pericoloso? Bozzello: «Fermiamo subito i camion»
PONTE PRETI - Il ponte è pericoloso? Bozzello: «Fermiamo subito i camion»
Dopo il crollo del viadotto Morandi a Genova, anche in Canavese si sono moltiplicate le segnalazioni di ponti «problematici» perchè vecchi e (forse) alle prese con una scarsa manutenzione
CUORGNE' - Due tirocinanti diventano cantonieri per sei mesi
CUORGNE
«Un'iniziativa che si inserisce nell'ambito degli interventi a favore di soggetti svantaggiati ed in situazione economica precaria», dice il sindaco Pezzetto
IVREA - Parte il corso per le nuove Guardie Ecologiche Volontarie
IVREA - Parte il corso per le nuove Guardie Ecologiche Volontarie
Le lezioni si svolgeranno in più sedi contemporaneamente, collegate via video: Torino, Pinerolo, Susa, Lanzo e Ivrea
MAPPANO - Procedura finita, il Mercatone Uno può riaprire
MAPPANO - Procedura finita, il Mercatone Uno può riaprire
Con le cessioni è stata, pertanto, garantita la salvaguardia occupazionale di 2.304 dipendenti pari a circa l'85% del totale
CUORGNE' - Via le barriere architettoniche alla materna e in Manifattura
CUORGNE
«Abbiamo dato corso ad interventi attesi da lungo tempo in particolare presso la scuola», sottolinea l'assessore Lino Giacoma Rosa
CANAVESE - «Inutile sparare ai lupi ma servono azioni a tutela di chi lavora in montagna»
CANAVESE - «Inutile sparare ai lupi ma servono azioni a tutela di chi lavora in montagna»
Così Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem (Unione Comuni, Comunità ed Enti montani) in merito alla notizia relativa alla proposta di sparare ai lupi con proiettili di gomma. Quello dei lupi è un problema sentito anche in Canavese
RIVARA - Strada stretta: borgata inaccessibile dalle ambulanze - FOTO
RIVARA - Strada stretta: borgata inaccessibile dalle ambulanze - FOTO
Riceviamo da Belboschetto una segnalazione di disagi e problematiche legate alla strada che collega il centro abitato
BORGARO - Defibrillatore in piazza Agorà: città cardioprotetta
BORGARO - Defibrillatore in piazza Agorà: città cardioprotetta
Il defibrillatore è stato poi consegnato alla dottoressa Stefania Scagliola, responsabile della farmacia numero 13 dell'Asm
LEINI - Problemi di sicurezza: chiude il parco «Grande Torino»
LEINI - Problemi di sicurezza: chiude il parco «Grande Torino»
«Sono emerse delle problematiche gravi, legate anche alla cattiva manutenzione», conferma il vicesindaco Fabrizio Troiani
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore