CERESOLE REALE - Il pullman sale vuoto e lascia a piedi gli studenti

| La corsa pomeridiana si ferma a Rosone ma il bus prosegue comunque verso Ceresole (senza passeggeri) per riprendere il servizio

+ Miei preferiti
CERESOLE REALE - Il pullman sale vuoto e lascia a piedi gli studenti
La Regione taglia i fondi per il trasporto pubblico. La città metropolitana riduce gli stanziamenti alla Gtt. L’azienda diminuisce le corse. Alla fine, a pagare il conto più salato, sono gli utenti. Ma quello che sta succedendo da qualche mese a Ceresole è quasi assurdo. Il bus scarica i passeggeri a Rosone, frazione di Locana, poi prosegue vuoto fino a Ceresole, dove riprende il servizio sulla tratta che porta a Rivarolo. E a restare a piedi sono gli studenti delle medie e delle superiori che devono tornare a casa. «La cosa assurda non è la riduzione del percorso – dice il sindaco di Ceresole Reale, Andrea Basolo – il problema è che il pullman prosegue comunque fino a Ceresole. Perché non è possibile portare i ragazzi fino in paese? I ragazzi li recupera il vigile oppure i genitori che lavorano e devono prendere permesso per uscire».
 
Alle 16, come da tabella oraria, il pullman arriva a Rosone e fa scendere tutti. Poi sale fino a Ceresole (vuoto) e riprende il normale servizio. «Ho contattato la città metropolitana per capire come intervenire - assicura il primo cittadino – mi hanno spiegato che i bus non possono caricare i ragazzi fino a Ceresole perché non sono autorizzati». Per ottenere il via libera il Comune dovrebbe pagare di tasca propria il servizio. Il preventivo? Diverse migliaia di euro. Più economico mandare il vigile con l’auto del Comune. Per quanto paradossale, l’attuale situazione si protrarrà almeno fino alla fine dell’anno scolastico. 
 
«Se il buongiorno si vede dal mattino - aggiunge il sindaco - l'avvento della città metropolitana non è certo positivo». «E’ già difficile vivere in montagna e studiare altrove – dicono le famiglie - se le istituzioni diventano un ostacolo è proprio impossibile. In un paese come Ceresole, studiare vuol dire alzarsi alle cinque del mattino e tornare a casa almeno dodici ore dopo». Pullman permettendo.
Politica
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all'attacco
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all
Una nota contro l’insegnante arriva dal Pd di Castellamonte, città dove la maestra ha effettivamente insegnato per qualche tempo
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
L'insegnante avrebbe reso pubbliche le proprie preferenze politiche su diversi post che sono stati pubblicati sul profilo Facebook. Profilo che, nei giorni scorsi è stato oscurato. La Regione ha segnalato il caso anche al provveditorato
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
«Non sono fascista: la mia era una ricerca sociologica per vedere quali potevano essere le reazioni della gente quando si parla di un argomento delicato come il fascismo». Alessandro Pettorruso si difende dopo la segnalazione alla polizia
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
Forza Nuova si schiera al fianco dell'insegnante segnalata alla Polizia Postale dalla Regione dopo alcune frasi inneggianti il fascismo pubblicate su Facebook: «In Piemonte è diventato pericoloso anche solo pensare»
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l'addio a Teknoservice e Cca
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l
Il pensiero del sindaco è chiaro e sarà discusso, domani, in consiglio regionale. Il CCA e Teknoservice costano troppo
CASO SMAT - Chiono attacca Rostagno e difende Appendino: «Dal sindaco di Rivarolo lettera menzognera»
CASO SMAT - Chiono attacca Rostagno e difende Appendino: «Dal sindaco di Rivarolo lettera menzognera»
Durissima lettera del sindaco di Busano contro il collega di Rivarolo in merito alla nomina di un ex Asa per la Smat: «Non si è documentato ed esprime giudizi, oltretutto inviando un documento menzognero ai colleghi sindaci»
CASTELLAMONTE - Addio zona blu dal 6 novembre: Mazza conferma
CASTELLAMONTE - Addio zona blu dal 6 novembre: Mazza conferma
Non sarà rinnovato il contratto con la ditta che gestisce i parcheggi a pagamento. Dopo tre anni le strisce torneranno bianche
CASO SMAT - Rostagno ribadisce il suo No alla nomina dell'ex Asa: «La scelta resta inopportuna»
CASO SMAT - Rostagno ribadisce il suo No alla nomina dell
E sulla difesa di Chiono, Rostagno rivela un particolare: «Chiono è stato di Sessa anche il testimone di nozze. Non mi stupisce questa sua difesa d'ufficio». Alla fine la Appendino ha deciso di non recepire il suggerimento di Rostagno
IVREA - La biblioteca è senza il certificato prevenzione incendi
IVREA - La biblioteca è senza il certificato prevenzione incendi
Una carenza gravissima che è oggetto della mozione presentata dai consiglieri comunali Francesco Comotto e Alberto Tognoli
CASO SMAT - La Appendino tira dritto e conferma la nomina dell'ex Asa per il consiglio di amministrazione
CASO SMAT - La Appendino tira dritto e conferma la nomina dell
Per ora la lettera del sindaco di Rivarolo Canavese non ha sortito effetti: nella nuova terna presentata dal Comune di Torino c'è ancora il nome di Fabio Sessa. Nome che ha sollecitato la reazione dei sindaci canavesani
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore