CITTA' METROPOLITANA - Ferrino superstar se la prende con il Pd, Avetta e Forza Italia

| Pesanti attacchi ai partiti anche da parte di Chiono e Bertot

+ Miei preferiti
CITTA METROPOLITANA - Ferrino superstar se la prende con il Pd, Avetta e Forza Italia
Ferrino sugli scudi. Chiono incazzato nero. Bertot a gamba tesa su Forza Italia. Alla presentazione della lista virtuale “Città metropolitana: no grazie” non si è salvato quasi nessuno. I sindaci dissidenti se la sono presa un po’ con tutti. Pd, centrodestra, Fassino e persino Avetta. «Ha sempre la valigia pronta per andare a Bruxelles – ha detto il sindaco di Favria, Serafino Ferrino, riferendosi all'attuale vicepresidente della Provincia - mi chiedo cosa potrà fare per il nostro territorio».
 
Fanno sul serio i sindaci della fronda. Anche se, come ha sottolineato il vicesindaco di Levone, Mauro Michelotti, l’iniziativa è arrivata un po’ tardi anche solo per creare opinione e fare massa critica. «Siamo comunque la quarta lista della città metropolitana – ha detto Ferrino – ci sono più di 1000 adesioni in tutta la provincia. Non è una questione solo del Canavese. Vogliamo rendere noti i danni che la città metropolitana farà alle casse dei Comuni. Molti amministratori incauti non sanno quello che succederà».  Poi, in attesa che il Milan torni dove gli compete nell’olimpo del calcio nazionale, Ferrino si lascia andare a un’azzeccata metafora calcistica: «Domenica sarà solo precampionato. Sul serio ce la giocheremo a giugno dell'anno prossimo quando saremo chiamati, come sindaci, a votare per l’approvazione del bilancio e dello statuto della città metropolitana. Lì ogni sindaco varrà un voto e ne vedremo delle belle». E poi giù con gli attacchi alla politica nostrana: «C’è stata una scellerata operazione politica del Pd sul nostro territorio. Hanno due sindaci, Rivarolo e Cuorgnè, e non sono stati in grado di candidarne uno. Senza parlare dell’inciucio del centrodestra dal quale prendiamo le distanze».
 
Anche Giambattistino Chiono, sindaco di Busano, è andato giù pesante. Nonostante la lunghezza del suo intervento (Ferrino lo ha richiamato all’ordine un paio di volte!) va dato atto al primo cittadino di Busano della sua coerenza: è stato tra i primi, già l’anno scorso, a battersi contro la città metropolitana. «Nasce un ente grazie a una legge falsa e anti-democratica. Ci hanno fregato. Non saremo rappresentati. Passeranno le cose che deciderà il podestà metropolitano e stop. Il dramma è che spalmeranno i milioni di euro di debiti che ha Torino su tutta la provincia. Noi sindaci ci ribelliamo a questo massacro».
 
Dello stesso avviso il sindaco di Lombardore, Diego Maria Bili che, il 12 ottobre, porterà l’intera giunta in gita ad Alba: «Ci sono tanti sindaci imbavagliati dai partiti che non osano alzare la voce. Li invito a non andare a votare». E Antonio Cresto, sindaco di Pertusio, ribadisce: «Già il nome della città metropolitana è aberrante. Cosa c'entra con la provincia o con le valli di montagna?». Durissimo il sindaco di Tavagnasco, Giovanni Franchino: «Tutto è partito dall'accorpamento delle comunità montane nel 2007. La legge Calderoli ha devastato tutto. Ora è di moda la città metropolitana. Peccato che solo i cittadini di Torino potranno votare il sindaco della città metropolitana. Siamo alla demenza, si stupra la democrazia a tutti i livelli».
 
Anche l’ex sindaco di Rivarolo, Fabrizio Bertot, è sceso in campo per appoggiare l’iniziativa di Ferrino e soci, senza risparmiare il suo stesso partito: «Il ragionamento poltronaro del centrodestra fa drizzare i capelli (su questa frase, Ferrino ha storto un po’ il naso ndr). La partita si gioca dal 2015 in poi. Di certo le elezioni di secondo livello tolgono solo la possibilità di esprimersi ai cittadini e servono per piazzare i trombati. Purtroppo è quello che sta avvenendo». 
Galleria fotografica
CITTA METROPOLITANA - Ferrino superstar se la prende con il Pd, Avetta e Forza Italia - immagine 1
CITTA METROPOLITANA - Ferrino superstar se la prende con il Pd, Avetta e Forza Italia - immagine 2
CITTA METROPOLITANA - Ferrino superstar se la prende con il Pd, Avetta e Forza Italia - immagine 3
Politica
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
«Non sono fascista: la mia era una ricerca sociologica per vedere quali potevano essere le reazioni della gente quando si parla di un argomento delicato come il fascismo». Alessandra Pettorruso si difende dopo la segnalazione alla polizia
CASTELLAMONTE - Uno striscione per la maestra di Rivarossa
CASTELLAMONTE - Uno striscione per la maestra di Rivarossa
Il gruppo Rebel Firm del Canavese ha preso posizione sul caso della maestra, schierandosi al suo fianco dopo le polemiche
RIVAROLO - Rotonde non collaudate nel pieno centro della città
RIVAROLO - Rotonde non collaudate nel pieno centro della città
Ancora una conferma dei lavori fatti con "leggerezza" dall'Asa. In municipio non sono rimasti nemmeno i progetti di allora
CUORGNE' - Spunta un duce sul muro di una casa - FOTO
CUORGNE
Archeologia del ventennio dal momento che si tratta di un murales sicuramente d'epoca con tanto di scritte
IVREA - CasaPound offre tutela legale gratis alla maestra di Rivarossa
IVREA - CasaPound offre tutela legale gratis alla maestra di Rivarossa
«Una persona deve essere giudicata per ciò che fa ogni giorno al lavoro e non per le proprie idee espresse su Facebook»
BAIRO - Scatta #TaggailMaiale: sabato giornata ecologica
BAIRO - Scatta #TaggailMaiale: sabato giornata ecologica
Dal Comune: «Chiediamo ai cittadini di vigilare il più possibile sull'abbandono di rifiuti e di segnalare il fenomeno»
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all'attacco
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all
Una nota contro l’insegnante arriva dal Pd di Castellamonte, città dove la maestra ha effettivamente insegnato per qualche tempo
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
L'insegnante avrebbe reso pubbliche le proprie preferenze politiche su diversi post che sono stati pubblicati sul profilo Facebook. Profilo che, nei giorni scorsi è stato oscurato. La Regione ha segnalato il caso anche al provveditorato
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
Forza Nuova si schiera al fianco dell'insegnante segnalata alla Polizia Postale dalla Regione dopo alcune frasi inneggianti il fascismo pubblicate su Facebook: «In Piemonte è diventato pericoloso anche solo pensare»
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l'addio a Teknoservice e Cca
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l
Il pensiero del sindaco è chiaro e sarà discusso, domani, in consiglio regionale. Il CCA e Teknoservice costano troppo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore