COLLERETTO - L'ex Provincia non interviene: i cittadini riparano la strada da soli

| Sulla strada per Santa Elisabetta volontari e sindaco sono passati al «fai da te». Il primo cittadino, a luglio, aveva anche tentato (inutilmente) di coinvolgere il premier Matteo Renzi. «Situazione pericolosa»

+ Miei preferiti
COLLERETTO - Lex Provincia non interviene: i cittadini riparano la strada da soli
I residenti costretti a ripararsi da soli la strada perchè la Città metropolitana non interviene. Succede a Colleretto Castelnuovo, più precisamente in frazione Santa Elisabetta dove l'altra mattina, sindaco e volontari si sono dati appuntamento per sistemare le buche più pericolose della provinciale: sette chilometri di passione dal centro del paese fino al santuario di Santa Elisabetta, considerato il «balcone del Canavese».
 
A luglio, il sindaco del paese, Aldo Querio Gianetto, aveva chiesto l’intervento del premier Matteo Renzi: si era detto disponibile a vendere una delle sue pregiate moto (che costruisce con le proprie mani fino all’ultimo bullone) per raccogliere i fondi necessari a ripristinare quella provinciale. Non solo Renzi non ha mai risposto, «ma anche le sollecitazioni agli enti competenti, a partire dal sindaco metropolitano Piero Fassino – dice Querio Gianetto – sono cadute nel vuoto». Per questo l’altra mattina, il primo cittadino e alcuni volontari, coadiuvati da Diego Bertot e Michelangelo Merlo, ristoratori di Santa Elisabetta, si sono armati di pale per riempire con del catrame le buche più profonde della provinciale, nel tentativo di risolvere almeno qualche punto critico. 
 
La provinciale, infatti, è quasi una mulattiera, ricca di tornanti a gomito, dove anche un’utilitaria può facilmente finire giù. Neve e gelo hanno mangiato l’asfalto in diversi punti e i versanti di roccia, ormai, non reggono. I cantieri dell'ex Provincia, nel 2011, sono durati un mese e mezzo. Hanno rimesso in sesto i primi tornanti, dove oggi si circola senza problemi, poi più nulla. Santa Elisabetta può attendere. Il suo rilancio turistico, che potrebbe fare da volano per l'intera Valle Sacra, non interessa alle istituzioni torinesi.
Dove è successo
Politica
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all'attacco
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all
Una nota contro l’insegnante arriva dal Pd di Castellamonte, città dove la maestra ha effettivamente insegnato per qualche tempo
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
L'insegnante avrebbe reso pubbliche le proprie preferenze politiche su diversi post che sono stati pubblicati sul profilo Facebook. Profilo che, nei giorni scorsi è stato oscurato. La Regione ha segnalato il caso anche al provveditorato
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
«Non sono fascista: la mia era una ricerca sociologica per vedere quali potevano essere le reazioni della gente quando si parla di un argomento delicato come il fascismo». Alessandro Pettorruso si difende dopo la segnalazione alla polizia
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
Forza Nuova si schiera al fianco dell'insegnante segnalata alla Polizia Postale dalla Regione dopo alcune frasi inneggianti il fascismo pubblicate su Facebook: «In Piemonte è diventato pericoloso anche solo pensare»
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l'addio a Teknoservice e Cca
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l
Il pensiero del sindaco è chiaro e sarà discusso, domani, in consiglio regionale. Il CCA e Teknoservice costano troppo
CASO SMAT - Chiono attacca Rostagno e difende Appendino: «Dal sindaco di Rivarolo lettera menzognera»
CASO SMAT - Chiono attacca Rostagno e difende Appendino: «Dal sindaco di Rivarolo lettera menzognera»
Durissima lettera del sindaco di Busano contro il collega di Rivarolo in merito alla nomina di un ex Asa per la Smat: «Non si è documentato ed esprime giudizi, oltretutto inviando un documento menzognero ai colleghi sindaci»
CASTELLAMONTE - Addio zona blu dal 6 novembre: Mazza conferma
CASTELLAMONTE - Addio zona blu dal 6 novembre: Mazza conferma
Non sarà rinnovato il contratto con la ditta che gestisce i parcheggi a pagamento. Dopo tre anni le strisce torneranno bianche
CASO SMAT - Rostagno ribadisce il suo No alla nomina dell'ex Asa: «La scelta resta inopportuna»
CASO SMAT - Rostagno ribadisce il suo No alla nomina dell
E sulla difesa di Chiono, Rostagno rivela un particolare: «Chiono è stato di Sessa anche il testimone di nozze. Non mi stupisce questa sua difesa d'ufficio». Alla fine la Appendino ha deciso di non recepire il suggerimento di Rostagno
IVREA - La biblioteca è senza il certificato prevenzione incendi
IVREA - La biblioteca è senza il certificato prevenzione incendi
Una carenza gravissima che è oggetto della mozione presentata dai consiglieri comunali Francesco Comotto e Alberto Tognoli
CASO SMAT - La Appendino tira dritto e conferma la nomina dell'ex Asa per il consiglio di amministrazione
CASO SMAT - La Appendino tira dritto e conferma la nomina dell
Per ora la lettera del sindaco di Rivarolo Canavese non ha sortito effetti: nella nuova terna presentata dal Comune di Torino c'è ancora il nome di Fabio Sessa. Nome che ha sollecitato la reazione dei sindaci canavesani
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore