COLLERETTO - «La Comunità Montana chiude persino in attivo»

| L'ex presidente Marina Carlevato interviene nel dibattito politico innescato dalle dichiarazioni di alcuni sindaci

+ Miei preferiti
COLLERETTO - «La Comunità Montana chiude persino in attivo»
Dopo l'allarme di alcuni sindaci dell'alto Canavese, ci ha scritto Marina Carlevato, ex presidente della Comunità montana Valle Sacra, Valchiusella e Dora Baltea. L'oggetto del contendere è sempre il presunto "buco" nelle casse dell'ente ormai in liquidazione.
 
«Mi sono allarmata quando ho letto che la Comunità Montana Valchiusella, Valle Sacra e Dora Baltea aveva prodotto un buco di oltre 3 milioni di debiti - dice la Carlevato - nella mia aveste di ex Presidente non ne ero a conoscenza, ho pertanto preso contatti con il commissario Monica Vacha. La nostra amministrazione non ha creato nessun debito, anzi risulta avere un avanzo positivo sul bilancio consuntivo 2014 di euro 262000. Invito pertanto gli amministratori che continuano a fornire false dichiarazioni ad una riflessione, esorto inoltre alcuni Comuni a sanare la posizione debitoria che ancora hanno, per cifre ragguardevoli, nei confronti della Comunità Montana nonostante i solleciti fatti, derivanti dall’inosservanza  di Convenzioni regolarmente stipulate e sottoscritte, è acclarata la difficoltà da parte degli uffici di comunità montana nel riscuotere i debiti, in particolare quelli prodotti dal Comune di Castellamonte. 
 
Per quanto riguarda i fondi ATO preciso, che la quota usata per i pagamenti di parte degli stipendi, rispetta appieno la normativa vigente in materia, quota peraltro applicata non solo dalla nostra Amministrazione ma anche dalle Amministrazioni precedenti dove facevano parte anche tutti gli amministratori che oggi vogliono predicare bene ma poi razzolano male. Amministrare un territorio vuol dire serietà e lealtà, vuol dire cercare di dare il massimo e rispettare ciò che di positivo è stato fatto in precedenza, esorto pertanto gli attuali amministratori  ad avere un briciolo di umiltà e meno arroganza oltre a conoscere e verificare i fatti prima di parlarne a vanvera. 
 
Non è stato facile gestire una Comunità Montana che si è fusa con altre tre, composta da ben 25 Comuni, portandosi dietro peculiarità, specificità e problematiche molto diverse tra loro, ma posso tranquillamente asserire di essermi sempre impegnata con onestà e trasparenza seppur dovendo gestire, con tutta l’Amministrazione, un nuovo Ente in un periodo piuttosto complicato, sempre soggetto a nuove normative e con poche risorse economiche.  In quattro anni di attività sono state fatte innumerevoli riunioni e convegni al fine di coinvolgere tutti i Comuni, la partecipazione della Valle Sacra è stata molto, molto carente, posso tranquillamente dimostrare che la nostra non è stata assolutamente “un’Amministrazione allegra” direi piuttosto un’Amministrazione che ha trovato poca collaborazione. Ognuno guardi a casa propria parlando di Amministrazioni allegre. (...)
 
Non mi risulta che, dall’incontro tenutosi in Regione, gli Amministratori della Valle Sacra siano usciti “a testa alta” anzi, so di certo che conseguentemente ad alcuni atteggiamenti e dichiarazioni improprie, abbiano ricevuto una bella strigliata (...). Sono consapevole che questo non sia lo spazio  giusto per entrare nel merito, ma necessita precisare che l’ultima assemblea del consorzio ASA dove si è approvato il bilancio, risale ad agosto 2009:  periodo antecedente di un anno alla costituzione della nuova Comunità Montana Valchiusella, Valle Sacra e Dora Baltea Canavesana elezioni a novembre, attiva al 01/01/2010. (a buon intenditor…).
 
Tali atteggiamenti sono mera strumentalizzazione politica da parte di chi forse si trova in difficoltà per non essere riuscito ad ottemperare sino ad ora alle disposizioni dettate da specifiche norme ad esempio: costituzione dell'Unione Montana per la funzione montagna, mi risulta infatti che, mentre il territorio montano piemontese abbia rispettato e superato il 95%, chissà perché noi, che contiamo un pugno di abitanti, non ci siamo ancora riusciti, personalmente ho sempre manifestato il mio pensiero, purtroppo si antepongono gli interessi dei singoli comuni agli interessi dell’intera comunità e forse anche la spartizione di ruoli e sedi. Auspico vivamente che questi atteggiamenti non debbano ripercuotersi sul nostro territorio, il tempo sarà un valido alleato».
Dove è successo
Politica
CUORGNE' - Genitori a pranzo con i figli nella mensa scolastica
CUORGNE
E' l'iniziativa promossa dal Comune anche per dare modo ai genitori di verificare personalmente la qualità del servizio
RIVAROLO - Nuova manifestazione delle Sentinelle in piedi
RIVAROLO - Nuova manifestazione delle Sentinelle in piedi
Tra i manifestanti anche il sindaco di Favria, Serafino Ferrino, già noto anche per le sue posizioni contro le unioni civili
CUCEGLIO - Duecento imprenditori all'incontro con gli eurodeputati
CUCEGLIO - Duecento imprenditori all
Si è discusso del rapporto tra giovani e impresa, innovazione digitale e fondi europei destinati alle imprese dal Piano Juncker
CASTELLAMONTE - La città si interroga sul fenomeno migranti
CASTELLAMONTE - La città si interroga sul fenomeno migranti
Venerdì 24 marzo ha avuto luogo presso la palestra parrocchiale di Castellamonte una cena povera a favore della Quaresima di Fraternità
CASTELLAMONTE - Elezioni: ci sarà anche il Movimento 5 Stelle
CASTELLAMONTE - Elezioni: ci sarà anche il Movimento 5 Stelle
Ufficiale la lista del Movimento. I nomi restano top-secret. Paolo Recco in pole position per la corsa alla fascia tricolore
CANAVESE - Più di tre milioni di euro sono in arrivo dall'Europa
CANAVESE - Più di tre milioni di euro sono in arrivo dall
Sono i fondi per lo sviluppo rurale che l’Unione ha messo a disposizione fino al 2020 per i GAL, i Gruppi di azione locale
CUORGNE' - Landini della Fiom con lavoratori e cittadini - FOTO
CUORGNE
Tappa canavesana, ieri, per Maurizio Landini, segretario nazionale della Fiom-Cgil impegnato nella campagna referendaria
RIVAROLO - Bertot sul video di Razzi: «Era solo uno scherzo»
RIVAROLO - Bertot sul video di Razzi: «Era solo uno scherzo»
«Non c'era nessuna intenzione di offendere e infatti nemmeno il sindaco Rostagno si è offeso», assicura Bertot
CANAVESE - «Bollette troppo care»: i sindaci dei piccoli Comuni pronti a lasciare il consorzio ex Asa
CANAVESE - «Bollette troppo care»: i sindaci dei piccoli Comuni pronti a lasciare il consorzio ex Asa
Scontro tra i sindaci all'assemblea dell'altra sera a Cuorgnè. Alcune amministrazioni, Pertusio in testa, pronte ad abbandonare il consorzio. In alcuni Comuni sono previsti aumenti nelle bollette oltre il 30%. Pagheranno i cittadini...
LOCANA - Il futuro del Parco Gran Paradiso nella nuova legge
LOCANA - Il futuro del Parco Gran Paradiso nella nuova legge
"Parchi naturali. Verso la nuova legge nazionale" è il titolo del convegno di sabato promosso da Comune, Ente Parco e Uncem
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore