CUORGNÈ - La villa del boss Bruno Iaria è ancora del boss...

| Un anno dopo la firma sul documento di cessione al Comune, la villa del boss Bruno Iaria è ancora deserta. I progetti bloccati

+ Miei preferiti
CUORGNÈ - La villa del boss Bruno Iaria è ancora del boss...
Un anno dopo la firma sul documento di cessione al Comune, la villa del boss Bruno Iaria... è ancora del boss dell'ndrangheta. Formalmente è passata al Comune ma ancora nessuno ha potuto metterci piede all'interno. C'è di più: anche i progetti di riutilizzo previsto non sono ancora partiti. Già, perché l’abitazione è stata formalmente ceduta al Comune, ma non il suo interno. L’arredamento e gli effetti personali, ad esempio, sono ancora del boss. O meglio, della sua famiglia che, in qualsiasi momento, potrebbe reclamarne la proprietà. 
 
La legge sulla confisca dei beni, infatti, modificata di recente, ha generato un’impasse burocratica. In questo caso, congelando anche tutti i progetti che l’amministrazione comunale, insieme a «Libera» di don Ciotti e all’associazione «Mastropietro», aveva promosso per ottenere la confisca dell’immobile. «Abbiamo spedito proprio in questi giorni una lettera all’agenzia nazionale – conferma il sindaco Beppe Pezzetto – in questo momento non si sa chi è autorizzato a sgomberare l’interno della casa». 
 
Il Comune ha dato la propria disponibilità ma serve il via libera da Roma. «Siamo disposti anche a stoccare in magazzino, per un tempo ragionevole, mobili e quant’altro – spiega il sindaco – ma prima qualcuno ci deve autorizzare». Secondo la normativa, dopo aver inventariato tutto il materiale presente all’interno della villa, la famiglia del boss ha sessanta giorni di tempo per andare a riprendersi quanto di sua proprietà. Solo che, allo stato attuale, l’agenzia nazionale dei beni confiscati alla criminalità organizzata, ha fatto sapere di non avere più l’autorizzazione per entrare nella casa del boss, visto che la villa è già stata ceduta alla città di Cuorgnè. Allo stesso tempo, però, nemmeno il personale del Comune può mettere piede nell’abitazione.
 
La villa del boss Iaria, infatti, in località Cascinette (300 metri quadrati per almeno 300 mila euro di valore) è destinata a diventare una struttura dedicata al «social housing». Una sorta di rifugio (l’unico in tutto l’alto Canavese) per i senzatetto e le famiglie in difficoltà. Burocrazia permettendo.
Politica
BOLLENGO - Art Bonus per la chiesa dei Santi Pietro e Paolo
BOLLENGO - Art Bonus per la chiesa dei Santi Pietro e Paolo
Su proposta del sindaco, la giunta comunale ha deliberato di utilizzare le opportunità offerte dal decreto legge Art Bonus
RIVAROLO - Elezioni Eaton: vince la Uilm Canavese
RIVAROLO - Elezioni Eaton: vince la Uilm Canavese
La Uilm del Canavese è l’organizzazione più votata in azienda con il 51.56%
FERROVIA CANAVESANA - La Cgil contro Gtt e Regione Piemonte: «Siamo delusi e incazzati»
FERROVIA CANAVESANA - La Cgil contro Gtt e Regione Piemonte: «Siamo delusi e incazzati»
Oggi prima giornata senza treni sulla Rivarolo-Pont Canavese e nessuna soppressione a sorpresa (almeno salvo imprevisti in serata) sulla tratta Rivarolo-Torino Porta Susa. Il sindacato, intanto, se la prende con azienda e Regione
RIVAROLO - La scuola di Argentera intitolata al maestro Caligaris
RIVAROLO - La scuola di Argentera intitolata al maestro Caligaris
A 18 anni dalla prima richiesta, la scuola primaria della frazione ha finalmente un nome, a ricordo di una persona illustre
RIVABANCA - I soci di Alba hanno approvato la fusione con Rivarolo e Rivara: si rafforza la Banca del Canavese
RIVABANCA - I soci di Alba hanno approvato la fusione con Rivarolo e Rivara: si rafforza la Banca del Canavese
Ospite d’eccezione all'assemblea il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani che ha assistito, oltre al via libera alla fusione con RivaBanca, anche al voto favorevole per l'ingresso di Banca d'Alba e del Canavese in Iccrea
ECONOMIA - Lo sviluppo del Canavese (ri)parte da 113 progetti: è il nuovo Piano di Sviluppo. Ora si cercano i soldi
ECONOMIA - Lo sviluppo del Canavese (ri)parte da 113 progetti: è il nuovo Piano di Sviluppo. Ora si cercano i soldi
Il Piano di Sviluppo del Canavese, presentato a Colleretto Giacosa, poggia su cinque assi tematici: Industria e attività produttive, Infrastrutture e trasporti, Formazione e istruzione, Turismo cultura e sport, Sanità e welfare
OZEGNA - Grande festa per l'autonomia del Comune - FOTO
OZEGNA - Grande festa per l
Ricorrenza storica per il Comune che oggi ha celebrato i 70 anni della propria riconquistata autonomia dopo la guerra
PONT CANAVESE - In autunno i lavori per la nuova scuola: il sindaco Coppo difende il progetto - FOTO
PONT CANAVESE - In autunno i lavori per la nuova scuola: il sindaco Coppo difende il progetto - FOTO
Affollata assemblea sul progetto della nuova scuola, venerdì sera, a Pont Canavese. L'opinione pubblica è divisa tra i favorevoli e i contrari alla proposta dell'attuale amministrazione comunale. Costo dei lavori 1,5 milioni di euro
PONT CANAVESE - No alla scuola: «Inutile e costosa: speriamo che il sindaco sia un Rockefeller della finanza»
PONT CANAVESE - No alla scuola: «Inutile e costosa: speriamo che il sindaco sia un Rockefeller della finanza»
Tra gli interventi quello del consigliere di minoranza Walter Portacolone (che anche in consiglio ha sempre esternato le sue perplessità) e dell'ex amministratore Massimo Motto
CASTELLAMONTE - Elezioni: Giovanni Maddio presenta il programma
CASTELLAMONTE - Elezioni: Giovanni Maddio presenta il programma
Giovanni Maddio e tutti i candidati della lista «Per la nostra terra, per la nostra città», hanno presentato il programma elettorale alla Casa della Musica
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore