CUORGNČ - La villa del boss Bruno Iaria č ancora del boss...

| Un anno dopo la firma sul documento di cessione al Comune, la villa del boss Bruno Iaria č ancora deserta. I progetti bloccati

+ Miei preferiti
CUORGNČ - La villa del boss Bruno Iaria č ancora del boss...
Un anno dopo la firma sul documento di cessione al Comune, la villa del boss Bruno Iaria... è ancora del boss dell'ndrangheta. Formalmente è passata al Comune ma ancora nessuno ha potuto metterci piede all'interno. C'è di più: anche i progetti di riutilizzo previsto non sono ancora partiti. Già, perché l’abitazione è stata formalmente ceduta al Comune, ma non il suo interno. L’arredamento e gli effetti personali, ad esempio, sono ancora del boss. O meglio, della sua famiglia che, in qualsiasi momento, potrebbe reclamarne la proprietà. 
 
La legge sulla confisca dei beni, infatti, modificata di recente, ha generato un’impasse burocratica. In questo caso, congelando anche tutti i progetti che l’amministrazione comunale, insieme a «Libera» di don Ciotti e all’associazione «Mastropietro», aveva promosso per ottenere la confisca dell’immobile. «Abbiamo spedito proprio in questi giorni una lettera all’agenzia nazionale – conferma il sindaco Beppe Pezzetto – in questo momento non si sa chi è autorizzato a sgomberare l’interno della casa». 
 
Il Comune ha dato la propria disponibilità ma serve il via libera da Roma. «Siamo disposti anche a stoccare in magazzino, per un tempo ragionevole, mobili e quant’altro – spiega il sindaco – ma prima qualcuno ci deve autorizzare». Secondo la normativa, dopo aver inventariato tutto il materiale presente all’interno della villa, la famiglia del boss ha sessanta giorni di tempo per andare a riprendersi quanto di sua proprietà. Solo che, allo stato attuale, l’agenzia nazionale dei beni confiscati alla criminalità organizzata, ha fatto sapere di non avere più l’autorizzazione per entrare nella casa del boss, visto che la villa è già stata ceduta alla città di Cuorgnè. Allo stesso tempo, però, nemmeno il personale del Comune può mettere piede nell’abitazione.
 
La villa del boss Iaria, infatti, in località Cascinette (300 metri quadrati per almeno 300 mila euro di valore) è destinata a diventare una struttura dedicata al «social housing». Una sorta di rifugio (l’unico in tutto l’alto Canavese) per i senzatetto e le famiglie in difficoltà. Burocrazia permettendo.
Politica
RIVAROLO - Addio area Vallesusa: diventerą deposito del cippato?
RIVAROLO - Addio area Vallesusa: diventerą deposito del cippato?
Rivarolo resta senza teatro e senza area expo. Cambio di sede anche per il Vespa Club e la Galleria della locomozione storica
CUORGNE' - Il progetto della scuola Cena supera l'esame della Regione
CUORGNE
Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte del 9 agosto la graduatoria relativa agli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici
CANAVESE - L'Uncem: «Su lupi e ungulati stiamo dalla parte degli allevatori»
CANAVESE - L
«Uncem da sempre sta dalla parte degli allevatori, delle imprese agricole, di chi svolge un ruolo attivo nelle aree montane»
PONTE PRETI - 6000 firme raccolte per chiedere interventi urgenti
PONTE PRETI - 6000 firme raccolte per chiedere interventi urgenti
Bozzello alla carica: promosso un incontro pubblico a Castellamonte sulla situazione del ponte il prossimo otto settembre
PONTE PRETI - «La manutenzione del ponte con i pedaggi della Torino-Aosta»
PONTE PRETI - «La manutenzione del ponte con i pedaggi della Torino-Aosta»
Proposta dell'Uncem per garantire maggiori opere di manutenzione su alcuni assi viari molto trafficati
LEINI - Polemica sulla ristrutturazione della scuola Anna Frank
LEINI - Polemica sulla ristrutturazione della scuola Anna Frank
«I locali non potevano essere utilizzati perché privi di tutta la documentazione necessaria» ha fatto presente il consigliere Pittalis
FELETTO - Settimana decisiva per salvare la stazione ferroviaria
FELETTO - Settimana decisiva per salvare la stazione ferroviaria
Il comitato «No alla chiusura della stazione ferroviaria di Feletto» continua nella sua battaglia per evitare la soppressione
CHIVASSO - Il 31 agosto chiuderą per sempre la discarica dei Pogliani
CHIVASSO - Il 31 agosto chiuderą per sempre la discarica dei Pogliani
«Finalmente riusciamo a vedere un po' di luce, ma non la fine, al fondo del tunnel», dice il sindaco chivassese Castello
PONTE PRETI - La Cittą metropolitana assicura: «300 mila euro per la sicurezza»
PONTE PRETI - La Cittą metropolitana assicura: «300 mila euro per la sicurezza»
«Il ponte Preti č una struttura ben diversa dal ponte dell'autostrada A10 crollato a Genova ed č una struttura monitorata in continuo dal nostro servizio Viabilitą»
PONTE PRETI - Il ponte č pericoloso? Bozzello: «Fermiamo subito i camion»
PONTE PRETI - Il ponte č pericoloso? Bozzello: «Fermiamo subito i camion»
Dopo il crollo del viadotto Morandi a Genova, anche in Canavese si sono moltiplicate le segnalazioni di ponti «problematici» perchč vecchi e (forse) alle prese con una scarsa manutenzione
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore