CUORGNE' - Botti e petardi vietati tra Natale e Capodanno

| Ordinanza del sindaco che, come a Rivarolo, vieta l'uso dei botti dal 23 dicembre al 7 gennaio. Multe in arrivo fino a 500 euro

+ Miei preferiti
CUORGNE - Botti e petardi vietati tra Natale e Capodanno
Forse gli appelli alla responsabilità degli scorsi anni non sono bastati. Fatto sta che anche Cuorgnè ha deciso di adottare un'ordinanza che, dal 23 dicembre al 7 gennaio, vieta l'uso di botti e petardi in città. «Ritengo che l'arma migliore sarebbe il buonsenso delle persone, ma dove il buonsenso non arriva è necessario agire in altro modo - sottolinea il sindaco Beppe Pezzetto - abbiamo apprezzato l'iniziativa della Pro Loco, che nella festa di Capodanno in piazza a Cuorgnè, aperta a tutti, ci stupirà con spettacoli di colori senza usare i botti, in segno di responsabilità e sensibilità verso le persone anziane e gli animali».

Da qui l'idea di ricorrere a un divieto vero e proprio che dovrà essere rispettato da tutti i cuorgnatesi nel periodo delle festività. Da Natale a Capodanno fino all'Epifania. Un inasprimento dell'azione amministrativa. Il sindaco Pezzetto, solo due anni fa, si era limitato a un avviso sui social network e sul sito internet del Comune. Avviso che, in realtà, era un invito a limitare l'uso dei botti «per una forma di rispetto nei confronti di quei cittadini che non apprezzano questo tipo di festeggiamento, ma soprattutto nei confronti delle persone anziane e di quelle malate». Un pensiero rivolto anche agli animali domestici che possono subire dei traumi dalle improvvise esplosioni. 

Per i trasgressori, se identificati dalle forze dell'ordine, sono previste multe fino a 500 euro. Occhio anche alle telecamere di videosorveglianza appena installate dal Comune che già in diversi casi hanno fornito supporto a carabinieri e agenti della polizia municipale.

Dove è successo
Politica
SANITA' - Il 26 gennaio apre la nuova ala dell'ospedale di Chivasso
SANITA
La conferma č arrivata al termine di un incontro con l'assessore regionale alla Sanitą, Antonio Saitta
OGLIANICO-RIVAROLO - Dal Ministero arriva quasi un milione di euro
OGLIANICO-RIVAROLO - Dal Ministero arriva quasi un milione di euro
Servirą per completare lo scolmatore dal rio Levesa al Gallenca a salvaguardia dei centri di Salassa, Oglianico e Rivarolo
SANITA' - L'Asl risponde al sindacato dopo l'esposto in procura: «Negli ultimi tre anni personale aumentato»
SANITA
Dopo l'esposto in procura presentato dal Nursind, l'Asl To4 risponde alle sollecitazioni del sindacato sulla carenza di personale al pronto soccorso in vista anche dell'iperafflusso nei reparti d'urgenza di tutto il Canavese
PONT CANAVESE - Una lettera sul nuovo polo scolastico
PONT CANAVESE - Una lettera sul nuovo polo scolastico
«Pont č un microcosmo che puņ offrire tutti quegli spunti d'osservazione che riconducono agli stilemi amministrativi e politici della nostra penisola»
CUORGNE' - Parcheggi a pagamento: ecco dove, come e quando
CUORGNE
Per la prima volta la cittą delle due torri sperimenterą la zona blu in centro. Subito polemiche da parte dei cuorgnatesi
LEINI - Si dimette l'assessore al bilancio del Comune, Marco D'Acri
LEINI - Si dimette l
Motivi professionali alla base della decisione: «Non sono pił in grado di garantire quella presenza che la carica impone»
CASTELLAMONTE - Lavori in corso in diversi punti della cittą
CASTELLAMONTE - Lavori in corso in diversi punti della cittą
Nei giorni scorsi, a Castellamonte, sono partiti alcuni lavori di manutenzione richiesti da parecchio tempo al Comune
IVREA - Imprenditori a lezione in Confindustria
IVREA - Imprenditori a lezione in Confindustria
Parte un percorso formativo organizzato per aiutare le aziende a superare sfide e barriere nei mercati internazionali
CUORGNE' - Chiude (ancora una volta) il bocciodromo di via Braggio: diventerą una palestra?
CUORGNE
L'impianto sportivo, entro la fine dell'anno, perderą il gestore e rimarrą, ancora una volta, una cattedrale nel deserto. La posa del primo mattone risale al 1990. Poi uno stop di 23 anni. Le bocce, perņ, evidentemente «non tirano»
CASTELLAMONTE - Il centro anziani chiude: i socialisti non ci stanno
CASTELLAMONTE - Il centro anziani chiude: i socialisti non ci stanno
Dopo decenni di servizio l'associazione č ormai ad un passo dalla chiusura a causa del calo degli iscritti e dell'aumento dei costi
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore