CUORGNE' - Chiude (ancora una volta) il bocciodromo di via Braggio: diventerà una palestra?

| L'impianto sportivo, entro la fine dell'anno, perderà il gestore e rimarrà, ancora una volta, una cattedrale nel deserto. La posa del primo mattone risale al 1990. Poi uno stop di 23 anni. Le bocce, però, evidentemente «non tirano»

+ Miei preferiti
CUORGNE - Chiude (ancora una volta) il bocciodromo di via Braggio: diventerà una palestra?
Viaggia spedito verso l'ennesima chiusura il bocciodromo di Cuorgnè. L'impianto sportivo, entro la fine dell'anno, perderà il gestore e rimarrà, ancora una volta, una cattedrale nel deserto. La posa del primo mattone risale al 1990, poco dopo le «notti magiche» dei mondiali di calcio. Cuorgnè riceve dal Coni fondi per le strutture sportive. Dopo aver presentato il progetto, il Comune incassa 1 miliardo e 170 milioni di lire per costruire un palasport. L’impresa che ha vinto l'appalto fallisce e dopo l’alluvione del 2000, il terreno viene riclassificato a «rischio inondazione». Non ci sono i parametri per dedicare la struttura a certe discipline, così il Comune vira sulle bocce.

Gli attuali gestori, con grande impegno, hanno tentato l’impossibile: rilanciare l’edificio di via Braggio con la «petanque» (una variante francese delle bocce). Prima partita settembre 2015. Nel giro di due anni, però, l’aumento delle spese (a partire dall’affitto) ha stroncato i sogni di gloria. E con la chiusura del ristorante-bar è arrivata l’ultima mazzata. «I gestori ci hanno comunicato la loro intenzione di lasciare l’impianto entro la fine dell’anno», conferma l’assessore allo sport, Davide Pieruccini.

«Abbiamo tentato di valorizzare la struttura con le bocce – dice l’assessore – ma non ci siamo riusciti. E’ ovvio che, ora, dobbiamo pensare ad una soluzione diversa». Ovvero far tornare il bocciodromo al progetto originale, quello di una palestra multi-sport. «Servono però nuove risorse - spiega Pieruccini - l’obiettivo è quello di ridare questo palasport alla cittadinanza il prima possibile. Anche perchè le associazioni della città ne avrebbero in gran bisogno».

Politica
OZEGNA - Wi-fi gratis in paese: il Comune vince un bando della Commissione Europea
OZEGNA - Wi-fi gratis in paese: il Comune vince un bando della Commissione Europea
Il Comune di Ozegna, infatti, ha ottenuto un buono di 15mila euro per promuovere le connessioni wi-fi gratuite per i cittadini e i visitatori in spazi pubblici
RIVARA - Crolla un muro sulla provinciale: ora partono i lavori
RIVARA - Crolla un muro sulla provinciale: ora partono i lavori
Il progetto, approvato dalla Città metropolitana di Torino, prevede un importo complessivo per i lavori di 400mila euro
IVREA - No Vax, il sindaco Sertoli: «C'è una legge e va rispettata»
IVREA - No Vax, il sindaco Sertoli: «C
«Contrariamente a quanto qualcuno afferma, l'Amministrazione Comunale di Ivrea ha preso una chiara posizione» dice il sindaco
VOLPIANO - Lavori su sistemi antincendio e palestre delle scuole
VOLPIANO - Lavori su sistemi antincendio e palestre delle scuole
Per l'inizio del nuovo anno scolastico il Comune di Volpiano ha previsto alcune migliorie agli edifici scolastici del paese
VOLPIANO - Laboratorio sui social media all'Informagiovani
VOLPIANO - Laboratorio sui social media all
Per imparare a raccontare e raccontarsi nel mondo digitale. Gli incontri sono gratuiti e dedicati ai ragazzi dai 16 a 25 anni
ALTA VELOCITA' - Marocco: «Sì alla stazione Porta Canavese»
ALTA VELOCITA
La Città Metropolitana di Torino ribadisce la necessità e la priorità della realizzazione della stazione di interscambio a Chivasso
RIVAROLO - E' nata ufficialmente la «Banca del Tempo del Canavese»
RIVAROLO - E
La nuova associazione di volontariato è stata presentata a palazzo Lomellini, lo scorso 6 settembre, di fronte a una sala gremita
IVREA - Proteste no-vax a Villa Girelli. Il Pd: «Il sindaco dica qualcosa»
IVREA - Proteste no-vax a Villa Girelli. Il Pd: «Il sindaco dica qualcosa»
«Chiediamo in particolare all'amministrazione comunale di assumere quanto prima una posizione ferma su questa vicenda»
ALTA VELOCITA' - Fava, Lega: «Favorevoli ma non è una priorità»
ALTA VELOCITA
Il Pd ha accusato l'assessore Marco Gabusi di non voler procedere con il progetto della stazione Porta Canavese a Chivasso
CANAVESE - I bus Gtt sono stracolmi: Fava punzecchia Pieruccini
CANAVESE - I bus Gtt sono stracolmi: Fava punzecchia Pieruccini
«Conto di trovare una soluzione ma è auspicabile maggiore collaborazione da parte degli amministratori locali»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore