CUORGNE' - Chiude (ancora una volta) il bocciodromo di via Braggio: diventerà una palestra?

| L'impianto sportivo, entro la fine dell'anno, perderà il gestore e rimarrà, ancora una volta, una cattedrale nel deserto. La posa del primo mattone risale al 1990. Poi uno stop di 23 anni. Le bocce, però, evidentemente «non tirano»

+ Miei preferiti
CUORGNE - Chiude (ancora una volta) il bocciodromo di via Braggio: diventerà una palestra?
Viaggia spedito verso l'ennesima chiusura il bocciodromo di Cuorgnè. L'impianto sportivo, entro la fine dell'anno, perderà il gestore e rimarrà, ancora una volta, una cattedrale nel deserto. La posa del primo mattone risale al 1990, poco dopo le «notti magiche» dei mondiali di calcio. Cuorgnè riceve dal Coni fondi per le strutture sportive. Dopo aver presentato il progetto, il Comune incassa 1 miliardo e 170 milioni di lire per costruire un palasport. L’impresa che ha vinto l'appalto fallisce e dopo l’alluvione del 2000, il terreno viene riclassificato a «rischio inondazione». Non ci sono i parametri per dedicare la struttura a certe discipline, così il Comune vira sulle bocce.

Gli attuali gestori, con grande impegno, hanno tentato l’impossibile: rilanciare l’edificio di via Braggio con la «petanque» (una variante francese delle bocce). Prima partita settembre 2015. Nel giro di due anni, però, l’aumento delle spese (a partire dall’affitto) ha stroncato i sogni di gloria. E con la chiusura del ristorante-bar è arrivata l’ultima mazzata. «I gestori ci hanno comunicato la loro intenzione di lasciare l’impianto entro la fine dell’anno», conferma l’assessore allo sport, Davide Pieruccini.

«Abbiamo tentato di valorizzare la struttura con le bocce – dice l’assessore – ma non ci siamo riusciti. E’ ovvio che, ora, dobbiamo pensare ad una soluzione diversa». Ovvero far tornare il bocciodromo al progetto originale, quello di una palestra multi-sport. «Servono però nuove risorse - spiega Pieruccini - l’obiettivo è quello di ridare questo palasport alla cittadinanza il prima possibile. Anche perchè le associazioni della città ne avrebbero in gran bisogno».

Politica
RIVAROLO - Alessandro Chiapetto entra nel consiglio della Città metropolitana
RIVAROLO - Alessandro Chiapetto entra nel consiglio della Città metropolitana
Il consigliere del Movimento 5 Stelle subentra alla collega Anna Merlin
CASELLE - La sindaca Appendino difende l'aeroporto: «No ai tagli»
CASELLE - La sindaca Appendino difende l
La sindaca di Torino ha chiesto di rivedere il piano industriale di Enav, la società che gestisce il traffico aereo in Italia
RONCO CANAVESE - Il Francoprovenzale a scuola: Uncem plaude
RONCO CANAVESE - Il Francoprovenzale a scuola: Uncem plaude
«Uncem auspica che l'iniziativa possa diffondersi in altri plessi. Molti Comuni hanno già portato avanti percorsi analoghi»
CHIVASSO - Presentato lo studio per l'asse Torino-Milano alta velocità
CHIVASSO - Presentato lo studio per l
Richiesto dalla Regione Piemonte in rappresentanza dei Comuni del chivassese, Balocco, Santhià, Carisio e Novara
SANITA' - Abolito dal primo marzo il ticket sui farmaci
SANITA
La Giunta regionale ha deciso nel corso della riunione del 15 febbraio di cancellare la quota fissa di compartecipazione farmaceutica a carico dei cittadini
CANAVESE - Imprese in montagna: consegnato il dossier al Ministro
CANAVESE - Imprese in montagna: consegnato il dossier al Ministro
Gli Stati Generali della Montagna sono stati convocati per la prima volta il 16 ottobre dello scorso anno dal ministro Stefani
CHIVASSO - Il sindaco: «Non lasciateci soli nel gestire la discarica»
CHIVASSO - Il sindaco: «Non lasciateci soli nel gestire la discarica»
Si è tenuto un incontro in Prefettura, sollecitato dal sindaco Claudio Castello, per fare il punto della situazione sull'impianto
VOLPIANO - Comital e Lamalù: c'è la firma sulla Cassa integrazione
VOLPIANO - Comital e Lamalù: c
Dopo il via libera per i 94 della Comital, anche i 28 lavoratori della Lamalù di Volpiano avranno l'integrazione salariale
IVREA - Conferenza sulle Foibe e l'Esodo a cura del centro studi Piemontestoria
IVREA - Conferenza sulle Foibe e l
Un incontro per illustrare i fatti e i retroscena dietro al dramma che ha coinvolto i territori e le popolazioni ai confini orientali italiani
SAN MAURIZIO - Un concorso fotografico per raccontare il paese
SAN MAURIZIO - Un concorso fotografico per raccontare il paese
Iscrizioni entro il 28 febbraio, utilizzando i moduli distribuiti nelle classi della scuola Remmert o scaricabili direttamtente dal sito internet del Comune di San Maurizio
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore