CUORGNE' - Riapre il giudice di pace? Servono 150 mila euro

| Il tribunale al quale fanno riferimento trenta Comuni dell’alto Canavese potrebbe riaprire. Ma si cercano le risorse

+ Miei preferiti
CUORGNE - Riapre il giudice di pace? Servono 150 mila euro
Il giudice di pace di Cuorgnè, al quale fanno riferimento i Comuni dell’alto Canavese, potrebbe riaprire. Il Ministero della giustizia ha dato il via libera al tentativo di ripristinare il servizio, a patto che le amministrazioni del territorio si facciano carico dei costi. «L'idea è quella di presentare al Ministero un’ipotesi per ripristinare questo servizio sul territorio – dice il sindaco di Cuorgnè, Beppe Pezzetto che la scorsa settimana ha chiamato a raccolta i colleghi – e ovvio che, in questo caso, o si condivide tutti insieme il progetto e si fa gioco di squadra, oppure diventa impossibile. In ogni caso, noi ci proviamo».

Alla prima riunione hanno partecipato solo una decina di sindaci su trenta. La strada, insomma, sembra essere in salita. Complessivamente, nella zona di Cuorgnè, sarebbero potenzialmente interessate trenta municipalità per un totale di 44 mila abitanti. Costo stimato: 150 mila euro all’anno. Il Comune di Cuorgnè andrebbe a coprire un terzo dei costi anche perché metterebbe a disposizione la sede. I vecchi uffici di via Gramsci, infatti, andranno all’asta. L’ideale sarebbe spostare la sede del giudice di pace nell’ex Manifattura, all’interno di locali già di proprietà comunale.

C’è tempo fino al 30 luglio. Poi la soppressione del servizio diventerà definitiva. Nell’ultimo biennio, il giudice di pace di Cuorgnè ha trattato più di 500 cause. Un anno fa il sindaco Pezzetto aveva già tentato di coinvolgere i colleghi dei paesi vicini nel salvataggio della sede. Già allora, però, il progetto non ottenne grossi consensi: buona parte delle amministrazioni locali, infatti, in questo delicato momento economico, non hanno risorse da destinare ai servizi non essenziali.

Dove è successo
Politica
BORGARO - Massimo Linarello nuovo comandante dei vigili
BORGARO - Massimo Linarello nuovo comandante dei vigili
41 anni, ha un curriculum di tutto rispetto, con nove anni passati a Valenza, due a Perugia e poi gli ultimi sei passati a Cirié
RIVARA - Scontrini della Fiera: per il Comune è tutto legittimo
RIVARA - Scontrini della Fiera: per il Comune è tutto legittimo
La minoranza ha sollevato ripetutamente accuse di scarsa trasparenza nell'organizzazione e gestione della Fiera Autunnale
IVREA - Gea responsabile nazionale del progetto Digital Innovation Hub
IVREA - Gea responsabile nazionale del progetto Digital Innovation Hub
Il progetto di Confindustria ha l’obiettivo di creare una rete di “centri di competenza digitale” (DIH) in grado di sviluppare servizi
CASTELLAMONTE - Maddio: «Meglio Pinocchio del Gatto e la Volpe»
CASTELLAMONTE - Maddio: «Meglio Pinocchio del Gatto e la Volpe»
Risposta immediata del vicesindaco al comunicato dei consiglieri di minoranza Mazza e Reano e dell'ex assessore Bersano
IVREA - Storico Carnevale di Ivrea: «utilizzi non autorizzati» del marchio. La Fondazione va all'attacco
IVREA - Storico Carnevale di Ivrea: «utilizzi non autorizzati» del marchio. La Fondazione va all
Logo dello Storico Carnevale utilizzato senza autorizzazione? La Fondazione va all'attacco e annuncia verifiche capillari in città per limitarne l'uso scorretto. E' quanto comunicato oggi, forse in risposta al successo di gadget alternativi
RIVAROLO - Chiara Appendino incontra i sindaci dell'alto Canavese
RIVAROLO - Chiara Appendino incontra i sindaci dell
Incontro a palazzo Lomellini in vista della predisposizione del bilancio di previsione 2017 della Città Metropolitana di Torino
IVREA - Al centro per l'impiego la visita del sottosegretario Bobba
IVREA - Al centro per l
Jobs Act e Garanzia Giovani: un approfondimento sugli effetti concreti di queste politiche sul territorio del Canavese
CUORGNE' - La scommessa da vincere è lo sport come turismo
CUORGNE
Summit in municipio, l'altra sera, tra le associazioni sportive di Cuorgnè e l'assessore regionale Giovanni Maria Ferraris
CANAVESE - Cittadini soddisfatti del proprio territorio: «Ma non è il posto migliore dove vivere»
CANAVESE - Cittadini soddisfatti del proprio territorio: «Ma non è il posto migliore dove vivere»
Un'analisi puntuale del territorio. E' quella che al teatro Giacosa è emersa durante la serata dedicata al futuro del territorio nord-ovest e, in particolare, al futuro del Canavese. Una serata promossa dal quotidiano La Stampa
AGLIE' - In castello il summit delle Pro loco della provincia
AGLIE
Saranno presenti i principali rappresentanti dell’UNPLI Torino e Piemonte
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore