CUORGNE' - Il comitato risponde all'assessore Gianna Pentenero

| Sulla privatizzazione dell'asilo «Gli Sbirulini» le mamme chiedono un incontro: «Ci sono soluzioni alternative»

+ Miei preferiti
CUORGNE - Il comitato risponde allassessore Gianna Pentenero
Non si è fatta attendere la risposta del Comitato Pro Sbirulini all'assessore regionale all'istruzione, Gianna Pentenero, che, sulla possibile privatizzazione della scuola di Cuorgnè, aveva espresso, con una lettera, il suo sostanziale "via libera".  Le referenti del comitato hanno deciso di prendere carta e penna per rispondere all'assessore. 
 
«Gentile Assessore Pentenero - scrivono per il comitato (che ha già raccolto 2000 firme per salvare l'asilo) Marita Mattioda, Claudia Pilloni, Tiziana Porcellana - ci tenevamo a ringraziarla per la lettera che ci ha inviato. Siamo stati contenti di apprendere che, anche secondo lei, nell'ipotesi della privatizzazione, sia indispensabile la partecipazione dei cittadini nella stesura del bando per poter garantire quei requisiti di qualità fondamentali nella gestione di bambini cosi piccoli. Questo aspetto è stato oggetto di richiesta al sindaco sia nelle nostre comunicazioni informali sia durante il consiglio comunale aperto. Siamo certi che, se avesse avuto modo di fissare un incontro con noi cosi come Le avevamo richiesto, avrebbe anche concordato con noi sugli altri due punti fondamentali che costituiscono le priorità nelle nostre richieste: 
 
Punto primo: non si può esternalizzare un servizio a metà anno scolastico creando disagio negli infanti che perderebbero così quei riferimenti su cui si costruisce la relazione affettiva, ovvero educatrici e personale ausiliario, oltreché l'affidabilità della gestione del servizio e della mensa interna.
 
Punto secondo: una scelta cosi radicale che significherebbe perdere un servizio pubblico andrebbe fatta dopo aver tentato ogni altra soluzione possibile e non con facile rassegnazione. Durante il consiglio abbiamo chiesto quali azioni erano state intraprese da questa amministrazione prima di prendere tale decisione e non ci sono state fornite risposte. Siamo consapevoli del fatto che altre amministrazioni si siano trovate costrette a esternalizzare il servizio, ma in queste settimane abbiamo anche avuto modo di entrare in contatto con realtà che invece hanno reagito trovando soluzioni per mantenere i servizi di eccellenza presenti sul territorio.  
 
Se avesse avuto modo di incontrarci avrebbe anche potuto spiegare a noi, semplici cittadini, perché la Regione stanzia fondi per la creazione di nuovi asili nido mentre non alloca risorse per i comuni che già ne possiedono uno, lasciandoli in seria difficoltà. Questo, infatti, è quello che sta accadendo in Canavese dove al comune di Rivara sono pervenuti finanziamenti per aprire una nuova struttura, mentre i comuni di Cuorgnè e di Forno faticano a gestire economicamente quelli esistenti. Ci teniamo inoltre a rassicurarLa sul fatto che il nostro è un semplice comitato composto da genitori e da semplici cittadini e non è nostra intenzione strumentalizzare politicamente questa nostra battaglia la cui unica finalità è quella di preservare un servizio di qualità in una città che vorremmo sempre più attenta ai bisogni della cittadinanza e dei bambini.
 
Confidiamo nella sua volontà di ascoltare con attenzione i vari punti di vista e la preghiamo di farsi promotrice di un incontro congiunto con l'Assessore Ferrari, il Sindaco di Cuorgnè e i rappresentanti del Comitato pro Sbirulini affinchè si realizzi una attenta valutazione di una questione estremamente delicata e fondamentale per il futuro dei bambini e della genitorialità. Rimaniamo a disposizione nell'attesa di conoscere la data di un incontro a breve».
 
Non resta che attendere la convocazione dell'incontro.
Politica
RIVAROLO - Il centro storico vietato alle auto? «Nei prossimi mesi»
RIVAROLO - Il centro storico vietato alle auto? «Nei prossimi mesi»
Il Comune di Rivarolo tornerą alla carica sul progetto «Ztl» dopo la sperimentazione dell'anno scorso relativa a via Ivrea
MAPPANO - Non si č dimesso il segretario comunale Bovenzi
MAPPANO - Non si č dimesso il segretario comunale Bovenzi
«Il Segretario Comunale, Umberto Bovenzi, ha confermato il suo impegno nel Comune di Mappano», si legge in una nota
CANAVESE - Richiedenti asilo in montagna? Il buon esempio di Chiesanuova e il sostegno dell'Uncem
CANAVESE - Richiedenti asilo in montagna? Il buon esempio di Chiesanuova e il sostegno dell
«Non devono sentirsi soli i sindaci che accolgono migranti e richiedenti asilo» dice l'Uncem. L'accoglienza diffusa auspicata dal ministro dell'Interno, Minniti, gią si realizza in decine di Comuni montani piemontesi
VOLPIANO - Crisi Comital: Comune e Regione al fianco dei lavoratori
VOLPIANO - Crisi Comital: Comune e Regione al fianco dei lavoratori
L'assessora al Lavoro della Regione Piemonte, Gianna Pentenero, ha confermato la disponibilitą ad aprire un tavolo tecnico
PONT - Finanziato l'inizio dei lavori per la Sp47 della Valle Soana
PONT - Finanziato l
Primi passi avanti nel progetto relativo alla strettoia verso la Valle Soana. Ora č atteso il via libera per l'inizio del cantiere
IVREA - Un nuovo direttivo per l'associazione Casa delle donne
IVREA - Un nuovo direttivo per l
La Casa č un luogo dove ogni donna puņ trovare ascolto per i propri problemi, contare sulla disponibilitą delle altre
MAPPANO - Approvato il primo statuto del Comune autonomo
MAPPANO - Approvato il primo statuto del Comune autonomo
Il nuovo Comune di Mappano si č dotato degli strumenti fondamentali per poter operare nella pienezza dei suoi poteri
CANAVESE - I piccoli comuni entrino nel consiglio della Smat
CANAVESE - I piccoli comuni entrino nel consiglio della Smat
Lo chiede con forza l'Uncem a nome di tutte le Unioni montane di Comuni della Cittą metropolitana di Torino
MAPPANO - Parchi giochi vietati ai ragazzi non accompagnati
MAPPANO - Parchi giochi vietati ai ragazzi non accompagnati
Tra i divieti c'č anche quello del gioco del pallone nelle aree "non appositamente predisposte". Molti mappanesi scettici
RIVAROLO - La vecchia elementare va demolita? Si, no, forse...
RIVAROLO - La vecchia elementare va demolita? Si, no, forse...
L'intervento urbanistico simbolo dell'attuale giunta č ancora al palo. Lo ha confermato, in consiglio, l'assessore Francesco Diemoz
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore