CUORGNE' - Il comitato risponde all'assessore Gianna Pentenero

| Sulla privatizzazione dell'asilo «Gli Sbirulini» le mamme chiedono un incontro: «Ci sono soluzioni alternative»

+ Miei preferiti
CUORGNE - Il comitato risponde allassessore Gianna Pentenero
Non si è fatta attendere la risposta del Comitato Pro Sbirulini all'assessore regionale all'istruzione, Gianna Pentenero, che, sulla possibile privatizzazione della scuola di Cuorgnè, aveva espresso, con una lettera, il suo sostanziale "via libera".  Le referenti del comitato hanno deciso di prendere carta e penna per rispondere all'assessore. 
 
«Gentile Assessore Pentenero - scrivono per il comitato (che ha già raccolto 2000 firme per salvare l'asilo) Marita Mattioda, Claudia Pilloni, Tiziana Porcellana - ci tenevamo a ringraziarla per la lettera che ci ha inviato. Siamo stati contenti di apprendere che, anche secondo lei, nell'ipotesi della privatizzazione, sia indispensabile la partecipazione dei cittadini nella stesura del bando per poter garantire quei requisiti di qualità fondamentali nella gestione di bambini cosi piccoli. Questo aspetto è stato oggetto di richiesta al sindaco sia nelle nostre comunicazioni informali sia durante il consiglio comunale aperto. Siamo certi che, se avesse avuto modo di fissare un incontro con noi cosi come Le avevamo richiesto, avrebbe anche concordato con noi sugli altri due punti fondamentali che costituiscono le priorità nelle nostre richieste: 
 
Punto primo: non si può esternalizzare un servizio a metà anno scolastico creando disagio negli infanti che perderebbero così quei riferimenti su cui si costruisce la relazione affettiva, ovvero educatrici e personale ausiliario, oltreché l'affidabilità della gestione del servizio e della mensa interna.
 
Punto secondo: una scelta cosi radicale che significherebbe perdere un servizio pubblico andrebbe fatta dopo aver tentato ogni altra soluzione possibile e non con facile rassegnazione. Durante il consiglio abbiamo chiesto quali azioni erano state intraprese da questa amministrazione prima di prendere tale decisione e non ci sono state fornite risposte. Siamo consapevoli del fatto che altre amministrazioni si siano trovate costrette a esternalizzare il servizio, ma in queste settimane abbiamo anche avuto modo di entrare in contatto con realtà che invece hanno reagito trovando soluzioni per mantenere i servizi di eccellenza presenti sul territorio.  
 
Se avesse avuto modo di incontrarci avrebbe anche potuto spiegare a noi, semplici cittadini, perché la Regione stanzia fondi per la creazione di nuovi asili nido mentre non alloca risorse per i comuni che già ne possiedono uno, lasciandoli in seria difficoltà. Questo, infatti, è quello che sta accadendo in Canavese dove al comune di Rivara sono pervenuti finanziamenti per aprire una nuova struttura, mentre i comuni di Cuorgnè e di Forno faticano a gestire economicamente quelli esistenti. Ci teniamo inoltre a rassicurarLa sul fatto che il nostro è un semplice comitato composto da genitori e da semplici cittadini e non è nostra intenzione strumentalizzare politicamente questa nostra battaglia la cui unica finalità è quella di preservare un servizio di qualità in una città che vorremmo sempre più attenta ai bisogni della cittadinanza e dei bambini.
 
Confidiamo nella sua volontà di ascoltare con attenzione i vari punti di vista e la preghiamo di farsi promotrice di un incontro congiunto con l'Assessore Ferrari, il Sindaco di Cuorgnè e i rappresentanti del Comitato pro Sbirulini affinchè si realizzi una attenta valutazione di una questione estremamente delicata e fondamentale per il futuro dei bambini e della genitorialità. Rimaniamo a disposizione nell'attesa di conoscere la data di un incontro a breve».
 
Non resta che attendere la convocazione dell'incontro.
Politica
CUORGNE' - Il Comune brinda al successo dell'Aperibook in biblioteca
CUORGNE
«Sono molto soddisfatto della partecipazione di pubblico a tutte le presentazioni di libri che si sono succedute», il commento dell'assessore Lino Giacoma Rosa
CUORGNE' - Lavori in corso per la sicurezza nelle scuole cittadine
CUORGNE
Al rientro dalle vacanze estive gli alunni troveranno i lavori conclusi e i nuovi impianti in funzione. Investimento di 61 mila euro
TORINO E CANAVESE - Sciopero Gtt contro i 260 licenziamenti e il «silenzio del Comune di Torino»
TORINO E CANAVESE - Sciopero Gtt contro i 260 licenziamenti e il «silenzio del Comune di Torino»
Il servizio sarà garantito, sulle autolinee extraurbane e il Servizio Ferroviario (Sfm1 – Canavesana e SfmA – To–aeroporto–Ceres), solo da inizio servizio alle ore 8 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30. Disagi per chi usa i mezzi pubblici
CASTELLAMONTE - Profughi al lavoro (gratis) insieme ai cantonieri
CASTELLAMONTE - Profughi al lavoro (gratis) insieme ai cantonieri
«I migranti - specificano dal Comune - supporteranno, a titolo gratuito, l'attività comunale per quanto riguarda la pulizia»
CUORGNE' - Più educazione civica nelle scuole della città
CUORGNE
Il Comune di Cuorgnè aderisce alla raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare promossa dal Comune di Firenze e sostenuta dall'Anci Nazionale
RIVAROLO - «Le battaglie di Rivarolo Sostenibile per una Città che doveva rinascere... e non è rinata»
RIVAROLO - «Le battaglie di Rivarolo Sostenibile per una Città che doveva rinascere... e non è rinata»
Venerdì 20 luglio alle 21 nella la sala congressi dell’Hotel Rivarolo di corso Indipendenza, il Gruppo consiliare «Rivarolo Sostenibile» ha organizzato un incontro pubblico con la cittadinanza
IVREA - Primo consiglio con giuramento per il neo sindaco Sertoli
IVREA - Primo consiglio con giuramento per il neo sindaco Sertoli
Eletto anche il presidente del consiglio comunale che sarà Diego Borla, il più votato della lista Forza Ivrea. Il voto favorevole è arrivato anche da Francesco Comotto e Massimo Fresc della minoranza
VOLPIANO - Fallimento di Comital e Lamalù: a settembre la vendita
VOLPIANO - Fallimento di Comital e Lamalù: a settembre la vendita
«I curatori e la Regione – dice l'assessora Pentenero – sono impegnati per accelerare il più possibile i tempi della procedura»
MAPPANO - Per il Tar del Piemonte legittima la chiusura del Cim
MAPPANO - Per il Tar del Piemonte legittima la chiusura del Cim
Sulla chiusura del Cim, che ha gestito i servizi nella frazione per decenni, si era infiammato il dibattito politico
IVREA - 700 cartoline dal Canavese per chiedere il disarmo nucleare
IVREA - 700 cartoline dal Canavese per chiedere il disarmo nucleare
«Non essendo stati ricevuti dal Conte gli organizzatori hanno fatto una consegna simbolica davanti alla sede del Governo»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore