CUORGNE' - Il Comune intitola una piazza a Federico Botto

| L'ex piazzale del Lidl intitolato alla memoria dell'imprenditore cuorgnatese. La cittą si riprende un pezzo di storia

+ Miei preferiti
CUORGNE - Il Comune intitola una piazza a Federico Botto
L’amministrazione comunale di Cuorgnè intitolerà una piazza al cavaliere Federico Botto, imprenditore e fondatore dell’omonima e storica officina di via Torino 16. “Abbiamo deciso di intitolare il piazzale, che comunemente viene detto del Lidl, ad un imprenditore che proprio in quel luogo era riuscito nell'intento di dar vita ad una "impresa" in grado di offrire opportunità di lavoro, di crescita professionale e personale a molte famiglie cuorgnatesi – spiega il sindaco Beppe Pezzetto – E’ il modo migliore per ricordare lo spirito del fare di Federico Botto, operaio che da Torino si trasferisce a Cuorgnè e diventa imprenditore, e per ricordare quanto fatto in generale dalla famiglia Botto non solo per la nostra città, ma per l'intero territorio”. 
 
Il cavaliere Botto nasce a Torino intorno al 1870. Il padre è un conosciuto droghiere di Porta Palazzo, Federico ha ben 10 fratelli e, consapevole che non tutti possono trovare occupazione nell'attività di famiglia, decide di cercare impiego fuori e più precisamente in Canavese, dove diventa operaio delle Officine Cuorgnatesi Chiantelassa e Dallò, produttrici di accessori per l’agricoltura e rubinetteria. La grande abilità nel lavoro e le spiccate doti imprenditoriali fanno sì che nella sua breve vita (muore poco più che cinquantenne) diventi a sua volta industriale fondando una propria officina di stampaggio: la Botto Federico appunto, sulle ceneri della stessa Chiantelassa e Dallò. 
 
A parte una curiosa attività collaterale di stampi per caramelle, la Nuova Botto ha come attività principale la produzione e la vendita di bronzine per motori, un business che dà lavoro a moltissime maestranze della città: operai di produzione, impiegati, segretarie, ufficio tecnico e ufficio commerciale. La ditta diventa anche "industria bellica" durante i conflitti mondiali e Federico Botto per i suoi meriti viene insignito dell'onorificenza di Cavaliere del Lavoro. La sua “eredità industriale” viene raccolta dai suoi tre figli maschi Giuseppe, Manfredo ed Attilio e, alla morte in giovane età di Giuseppe ed Attilio, dal figlio di quest'ultimo, Roberto. Manfredo e Roberto sviluppano l'azienda a livello internazionale con la vendita di bronzine cuorgnatesi in molti Paesi dell’Europa e non solo. Negli anni '80 l’azienda viene ceduta al gruppo emiliano Aurora Bronzine. L’inizio di un lento declino, che ha portato in tempi più recenti alla demolizione dell’ex complesso industriale. Con l’intitolazione della piazza all’industriale canavesano Cuorgnè “riacquista” una fetta importante della sua storia. 
Politica
PONTE PRETI - Il ponte fa paura? L'otto settembre un incontro pubblico a Castellamonte
PONTE PRETI - Il ponte fa paura? L
Quasi 12mila firme online su change.org per chiedere interventi urgenti di messa in sicurezza per il Ponte Preti di Strambinello, il gią noto "ponte nuovo" lungo la ex statale Pedemontana 565
RIVAROLO - Addio area Vallesusa: diventerą deposito del cippato?
RIVAROLO - Addio area Vallesusa: diventerą deposito del cippato?
Rivarolo resta senza teatro e senza area expo. Cambio di sede anche per il Vespa Club e la Galleria della locomozione storica
CUORGNE' - Il progetto della scuola Cena supera l'esame della Regione
CUORGNE
Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte del 9 agosto la graduatoria relativa agli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici
CANAVESE - L'Uncem: «Su lupi e ungulati stiamo dalla parte degli allevatori»
CANAVESE - L
«Uncem da sempre sta dalla parte degli allevatori, delle imprese agricole, di chi svolge un ruolo attivo nelle aree montane»
PONTE PRETI - 6000 firme raccolte per chiedere interventi urgenti
PONTE PRETI - 6000 firme raccolte per chiedere interventi urgenti
Bozzello alla carica: promosso un incontro pubblico a Castellamonte sulla situazione del ponte il prossimo otto settembre
PONTE PRETI - «La manutenzione del ponte con i pedaggi della Torino-Aosta»
PONTE PRETI - «La manutenzione del ponte con i pedaggi della Torino-Aosta»
Proposta dell'Uncem per garantire maggiori opere di manutenzione su alcuni assi viari molto trafficati
LEINI - Polemica sulla ristrutturazione della scuola Anna Frank
LEINI - Polemica sulla ristrutturazione della scuola Anna Frank
«I locali non potevano essere utilizzati perché privi di tutta la documentazione necessaria» ha fatto presente il consigliere Pittalis
FELETTO - Settimana decisiva per salvare la stazione ferroviaria
FELETTO - Settimana decisiva per salvare la stazione ferroviaria
Il comitato «No alla chiusura della stazione ferroviaria di Feletto» continua nella sua battaglia per evitare la soppressione
CHIVASSO - Il 31 agosto chiuderą per sempre la discarica dei Pogliani
CHIVASSO - Il 31 agosto chiuderą per sempre la discarica dei Pogliani
«Finalmente riusciamo a vedere un po' di luce, ma non la fine, al fondo del tunnel», dice il sindaco chivassese Castello
PONTE PRETI - La Cittą metropolitana assicura: «300 mila euro per la sicurezza»
PONTE PRETI - La Cittą metropolitana assicura: «300 mila euro per la sicurezza»
«Il ponte Preti č una struttura ben diversa dal ponte dell'autostrada A10 crollato a Genova ed č una struttura monitorata in continuo dal nostro servizio Viabilitą»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore