CUORGNE' - Lavori al teatro: la minoranza contro Pezzetto

| «Cuorgnč 150» di Armanni ed Errante si chiede se valga la pena spendere una barca di soldi per il teatro Pinelli

+ Miei preferiti
CUORGNE - Lavori al teatro: la minoranza contro Pezzetto
Il dibattito è aperto: è giusto spendere 100 mila euro (del Comune, quindi soldi pubblici) per restaurare il teatro comunale? Se lo chiede il gruppo di Cuorgnè 150, rappresentato in consiglio comunale da Danilo Armanni e Filippo Errante. In un lungo post pubblicato sulla pagina Facebook del gruppo, la minoranza s'interroga sulla possibilità di investire una somma ingente per ridare alla città il suo teatro. 
 
«L'intervento, pur meritorio, consentirà forse di rifare il tetto e qualcosina in più, ma da lì a rialzare il sipario ce ne corre - scrive Cuorgnè 150 - del resto il problema fondamentale del teatro é sempre stato la oggettiva impossibilità di costruire uscite di sicurezza per i loggioni e non sembra che con questo intervento si propongano soluzioni risolutive. Quindi la domanda è: vale la pena impegnare, per ora, 100.000 euro del magro bilancio comunale, pari al tanto insostenibile costo annuo dell'asilo nido, per avere un'ennesimo spazio espositivo (con l'auditorium - centro congressi ed il centro fiere della Manifattura) solo un po' meglio rifinito di com'é adesso?
 
L'incapacità di focalizzare le risorse su un progetto conduce a rincorrere tutti i finanziamenti disponibili senza riuscire a realizzare nulla di funzionale: vedasi il famoso polo museale della manifattura da 400 mila euro dove, esaurito il finanziamento della banca per il primo lotto (assegnato come si ricorderà nel 2011 al socio dell'assessore per 170 mila e rotti euro), tutto è caduto nel dimenticatoio. Stesso discorso vale per i vari palazzetti dello sport, realizzati dalle passate amministrazioni, per i quali, se si fossero concentrate le risorse disponibili, si sarebbe realizzato un centro di preparazione olimpica del Coni, invece di ritrovarsi con due campi da pallavolo e tre da bocce, oltre ad un campo di calcio ex professionistico, dove ormai cresce la cicoria. E che dire della Manifattura, la madre (o la figlia) di tutti i finanziamenti preelettorali richiesti senza alcun progetto su cosa fare dell'opera finanziata?
 
Ogni opera decisa da un'amministrazione dovrebbe essere obbligatoriamente portata a termine nel corso del mandato quinquennale, per non lasciare eredità sgradite né ipotecare la poltrona con la scusa di portare a termine quanto iniziato.
Finché mancherà una capacità progettuale ed una piena assunzione di responsabilità da parte degli organi politici, che non devono limitarsi a rincorrere i sempre più scarsi finanziamenti, tanto per dimostrare di servire a qualcosa, le scelte (giuste o sbagliate) delle vecchie amministrazioni continueranno a ricadere sulle nuove vincolandole ingiustamente.
 
Pezzetto, succedendo a Cavalot, si é trovato a dover mantenere un sacco di immobili di cui non sapeva che fare e che hanno limitato pesantemente la sua azione amministrativa, ora, tanto per non essere da meno, lascerà ad un eventuale successore, oltre a quanto sopra, un parco pubblico con relativa manutenzione (già difficoltosa per gli esistenti), oltre ad un pezzetto di teatro. Se questa amministrazione aveva in progetto di riaprire il teatro comunale aveva il dovere politico e morale di concentrarsi su di esso fin dal suo insediamento e di portarlo a termine entro lo scadere dl proprio mandato, così da ripresentarsi agli elettori con qualcosa di fatto, non con le solite fumose e vaghe promesse (valide solo in caso di rielezione), invece si é limitata a raccogliere quattro soldi fuori tempo limite per dare un appaltino preelettorale e giustificare la propria ricandidatura per finire quello che si é iniziato: ma questo é quello che hanno sempre fatto le vecchie amministrazioni, tanto criticate dai nostri uomini nuovi».
Politica
IVREA - Raccolta alimenti di CasaPound: «Aiuti solo per gli italiani»
IVREA - Raccolta alimenti di CasaPound: «Aiuti solo per gli italiani»
«Non č una trovata pubblicitaria: dopo le elezioni siamo gli unici ad essere tornati in piazza a difendere gli italiani»
CANAVESE - Operativo il nuovo centro per la salute degli immigrati
CANAVESE - Operativo il nuovo centro per la salute degli immigrati
Il Servizio si rivolge ai cittadini stranieri non in regola e non iscrivibili al Servizio Sanitario Nazionale
TAVAGNASCO - Siglato il «gemellaggio» con Charantonnay
TAVAGNASCO - Siglato il «gemellaggio» con Charantonnay
In piazza del Municipio si č svolta la celebrazione dell'unione tra i due Comuni, con la lettura della Carta del Gemellaggio
IVREA - 80 posti di lavoro a rischio al Cic: incontro in Regione
IVREA - 80 posti di lavoro a rischio al Cic: incontro in Regione
La Regione Piemonte chiederą con urgenza un tavolo al Ministero dello Sviluppo economico per affrontare la situazione
RIVAROLO - Summit dei geometri al Castello Malgrą
RIVAROLO - Summit dei geometri al Castello Malgrą
Snellimento delle procedure burocratiche e velocizzazione delle pratiche. Sono queste le richieste principali che i geometri di Torino e Provincia rivolgono al nuovo governo insediatosi poco pił di un mese fa
CANAVESE - 500 mila euro per gli studenti pendolari che partono dai paesi di montagna
CANAVESE - 500 mila euro per gli studenti pendolari che partono dai paesi di montagna
Si tratta di un contributo per l'acquisto degli abbonamenti al trasporto pubblico, per il prossimo anno scolastico, che favorirą la residenzialitą nei Comuni posti a oltre 600 metri di altitudine, limitando abbandono e spopolamento
MONTALTO DORA - La Fasti ha ottento il «Bollino per l'Alternanza»
MONTALTO DORA - La Fasti ha ottento il «Bollino per l
Un riconoscimento per le imprese associate a Confindustria che si distinguono per i percorsi di alternanza scuola-lavoro
CUORGNE' - Puliti i canali per evitare guai in caso di nubifragi
CUORGNE
«Sono azioni di prevenzione che rientrano nell’ambito del progetto Cuorgnč pił Sicura», dice il sindaco Beppe Pezzetto
LOCANA - Taglio del nastro per la nuova centralina idroelettrica
LOCANA - Taglio del nastro per la nuova centralina idroelettrica
Alla cerimonia il sindaco Giovanni Bruno Mattiet insieme all'onorevole Alessandro Giglio Vigna e alla Senatrice Virginia Tiraboschi
CASTELLAMONTE - L'ex asilo va in malora: č scontro politico - FOTO
CASTELLAMONTE - L
Allarme degrado a Preparetto. Da quando la vecchia gestione ha lasciato la frazione, la struttura č stata abbandonata
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore